E3 2013

Hands on Dark Souls 2

Alle prese con la difficilissima avventura di From Software

hands on Dark Souls 2
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
Lorenzo Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Proprio quando tutte le serie videoludiche del mondo stavano virando verso una progressiva semplificazione nell'evidente tentativo di rendersi più accessibili per i neofiti, Demon's Souls apparve dal cielo come un messia, pronto a condurre il terrorizzato popolo degli hardcore gamer nel Valhalla dello stress da boss imbattibile.
Dopo un sequel ben accolto all'unanimità, grandi aspettative attendono al varco Dark Souls 2, chiamato a riconfermare il buon nome della saga, senza cambiare di una virgola l'apprezzatissima formula che fa del sadismo estremo il suo principale ingrediente.
In una saletta privata dello stand di Namco-Bandai all'E3 abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con gli sviluppatori del gioco, prima di essere invitati a completare una breve e difficilissima demo.

Mostri più intelligenti, guai ancora più grossi

Dark Souls 2 è un RPG-action ambientato in un mondo fantasy che, come il predecessore, si caratterizza per un livello di difficoltà esorbitante: fattore che lo rende un prodotto quasi elitario, destinato a un pubblico paziente, esperto e per nulla intimorito all'idea di dover morire una mezza infinità di volte.
Il primo concetto espresso dagli sviluppatori nel corso della presentazione è anche il più gradito: Dark Souls 2 non tenterà di farsi più bello agli occhi degli utenti poco esperti. Sarà più difficile e tosto del prequel.
Per raggiungere questo risultato, il team di sviluppo ha lavorato nell'unico aspetto che ancora permetteva margini di miglioramento: l'intelligenza artificiale dei nemici che popolano il mondo di gioco. Nella nuova avventura gli avversari sapranno sfruttare la loro superiorità numerica, e sfodereranno attacchi disperati quando si troveranno in difficoltà, diventando progressivamente più imprevedibili e pericolosi.
La breve demo messa a disposizione ha reso immediatamente chiaro il concetto. Ingaggiato il combattimento con un paio di guerrieri scheletrici, ci siamo ritrovati circondati e attaccati su due fronti. Neanche la nostra ritirata strategica è servita a qualcosa: sfruttando la momentanea vulnerabilità dell'avatar i non-morti hanno avuto la meglio. Lo sguardo divertito degli sviluppatori ci ha insegnato una pesantissima lezione: mai distrarsi o dare qualcosa per scontato nel mondo di Dark Souls 2.

Una serie di nuove animazioni permette l'esecuzione di contrattacchi e finisher, irrinunciabili se si vuole sopravvivere per più di una manciata di minuti. Affrontando un nuovo gruppo di avversari ci siamo resi conto come il combat system del gioco ricordi molto da vicino una precisissima danza di guerra. Per ogni offensiva nemica, una schivata. Per ogni schivata, un contrattacco. Dopo ogni contrattacco, qualche passo indietro prima di ripartire all'assalto. Il timing è tutto e solo anticipando le mosse nemiche si possono avere reali speranze di uscirne vivi. L'azione è ancora una volta macchinosa, lenta, persino estenuante in certe fasi. Tutto voluto e parte integrante dell'esperienza di gioco: in Dark Souls 2 ogni attacco è decisivo, ogni elusione vitale, ogni colpo mortale. La continua tensione in cui vive il videogiocatore però non genera frustrazione. Vincere uno scontro ringalluzzisce l'utente e alimenta la voglia di proseguire, in un circolo virtuoso che ha come capolinea l'assuefazione più totale. A testimoniare tutto ciò la nostra voglia di proseguire nella demo, nonostante le tre morti premature (con immenso disonore e vergogna).
Un altro piccolissimo aiuto dato ai videogiocatori sarà la possibilità di usare fin da subito il teletrasporto fra Bonfire, che fungeranno da portali istantanei con cui muoversi da un punto all'altro della mappa risparmiando tempo ed evitando inutili battaglie. Incalzati sull'argomento, gli sviluppatori hanno voluto sottolineare che non si tratta di un escamotage per rendere più digeribile (e quindi facile) l'avventura. La volontà è quella di mantenere alto il ritmo dell'azione, evitando eccessive perdite di tempo (e d'attenzione) dopo ogni eventuale game over.

Al cospetto del boss di fine livello, un gigantesco cavaliere di vetro, abbiamo ringraziato per questa miracolosa feature che ci ha permesso di tornare (almeno altre cinque volte) proprio dietro l'uscio della sua gigantesca sala. Lo scontro è stato lungo, spossante, ricco di momenti emozionanti. Nei panni di un Guerriero, armato di spadone e scudo, abbiamo affrontato il titanico avversario approfittando dei momenti di inattività in seguito all'esecuzione di poderosi fendenti e attacchi elettrici. Con tanta tenacia e un pizzico di fortuna siamo infine riusciti ad abbatterlo.
La demo approntata per l'occasione permetteva di selezionare, oltre al Guerriero altri tre personaggi: il Mago, il Cavaliere Templare e il Dual Swordman.
Prima di concludere merita una nota d'onore il rinnovato motore grafico. Oltre alle nuove animazioni, l'engine introduce effetti luce e particellari al passo con i tempi, texture estremamente definite e modelli poligonali molto dettagliati. Lo spettacolo generale, insomma, è veramente degno di nota e tutta questa forza bruta non fa altro che far brillare ancor di più la già splendida direzione artistica.

Dark Souls 2 Dark Souls 2 ci ha già fatto venire l'acquolina in bocca. La breve demo e l'intervista agli sviluppatori ci hanno svelato un gioco ancora più difficile, ritmato e graficamente gradevole. L'unica critica che si potrebbe muovere alla creatura di From Software è una certa mancanza di vere novità, ma del resto perché cambiare una formula ancora vincente e per nulla inflazionata? Avanti così allora, perché la direzione intrapresa è quella giusta. Purtroppo Dark Souls 2 è atteso per marzo 2014: ci chiediamo come faremo a resistere così a lungo.

Che voto dai a: Dark Souls 2

Media Voto Utenti
Voti totali: 135
8.7
nd