TGS 2013

Hands on Dark Souls 2

La prova con mano dal Tokyo Game Show

hands on Dark Souls 2
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Namco Bandai ha atteso il TGS per annunciare finalmente la data d'uscita del suo desideratissimo Action RPG, Dark Souls 2, che arriverà su PlayStation 3 e Xbox 360 il prossimo 14 Marzo (la versione PC uscirà invece "poco dopo le altre": nessun'altra informazione al momento).
Per ottobre, tuttavia, gli appassionati della saga From Software potranno mettere le mani sulla beta, che arriverà in esclusiva su Ps3. Al Tokyo Game Show abbiamo potuto giocare in anteprima proprio questa versione dimostrativa, accolti dalla solita difficoltà proibitiva del titolo. Chi pensava, magari a seguito di qualche dichiarazione del team di sviluppo, che Dark Souls 2 sarebbe stato più facile del suo predecessore, non solo deve ricredersi, ma può iniziare a tremare, perchè From Software sembra essersi addirittura incattivita, cambiando alcuni elementi fondamentali della formula di gioco per complicare ulteriormente la vita dei giocatori.
Non che sia un male: la nostra sessione si è anzi rivelata intensa e decisamente interessante, e siamo sicuri che il titolo Form Software sia talmente solido da non temere gli assalti del Deep Down di Capcom, che si presenterà all'alba della Next Gen con un concept molto similare.

Più facile? Come no...

La beta di Dark Souls 2 conterrà sei classi predeterminate, per permettere ai giocatori di sperimentare le varie caratteristiche dei personaggi. Resta ovviamente inteso che il sistema di crescita del proprio avatar è quello di sempre, e che non c'è una vera e propria distinzione: assegnando i punti guadagnati ad ogni level-up alle giuste statistiche, lo stile di gioco e le specificità del personaggio possono cambiare radicalmente. Proprio spulciando il menù iniziale si nota che From Software ha inserito una nuova caratteristica, l'Agilità, che servirà per regolare la velocità delle schivate, dei blocchi e di qualche altra azione. Adesso la destrezza è invece legata alle alterazioni di status, e gestisce (in maniera che purtroppo non abbiamo potuto approfondire) il sanguinamento e l'avvelenamento.
Tra le classi da scegliere, in ogni caso, spicca sia il Dual Swordsman che il Sorcerer, che permetterà di provare un personaggio dotato di abilità magiche. Per andare sul sicuro abbiamo preferito un classico guerriero, armato di spada e scudo. Gettati nella nuova zona, abbiamo subito notato che l'oscurità giocherà un ruolo fondamentale in Dark Souls 2. Le tenebre sono fittissime, avvolgono gran parte della ambientazioni, e spesso rendono l'esplorazione davvero problematica. Il buio, nel contesto di un titolo in cui due fendenti a segno possono mandarti al creatore, sottolinea ancora di più la cattiveria spietata della produzione. É però possibile portare con sé una torcia, per rischiarare le tenebre ed avere una visione più chiara di quello che ci sta intorno. Una scelta che ha risvolti tattici sulla progressione: la torcia impegna una mano, magari proprio quella che avrebbe potuto tenere lo scudo. Preferite quindi procedere vedendo quello che vi sta intorno, oppure avere l'occasione di parare un fendente improvviso (gli agguati son tanti) che esce però da una densa oscurità? Ponderate bene, perchè una volta riposta, la torcia potrà essere accesa soltanto presso il prossimo falò. Questa dinamica ci è parsa abbastanza interessante, nonché perfetta per rendere le ambientazioni ancora più cariche di quel senso di insicurezza e instabilità che ha reso celebre la saga.
L'altro elemento che si nota subito è l'interattività ambientale, decisamente aumentata (e già adesso maggiore rispetto a quella del già citato Deep Down). In una stanza della beta incontriamo un nerboruto cavaliere corazzato, armato di una mazza gigantesca, che riesce non solo a mandarci gambe all'aria con un solo fendente, ma anche a spaccare in due le colonne, trasmettendo un senso di terribile potenza e rendendo lo scontro assolutamente epico.
Fra le altre novità, anche una revisione dell'interfaccia, adesso molto più densa ma anche meglio organizzata rispetto ai menù in stile J-RPG degli anni '90 che caratterizzavano sia Demon's Souls che il diretto predecessore di Dark Souls 2.

L'esperienza complessiva con il titolo From Software, comunque, è la stessa di sempre, molto tesa e nervosa, ragionatissima: calcolare i tempi e le distanze d'attacco, conoscere le routine dei nemici, è un imperativo che sfocia in uno degli action RPG più punitivi e profondi degli ultimi tempi.
Restino tranquilli quindi gli estimatori del brand: Dark Souls 2 è fedele a sé stesso, nonostante le molte modifiche annunciate proprio in occasione del TGS.
Al di là di quelle strutturali che abbiamo appena discusso, quella più importante è l'abbandono del sistema di umanità: adesso per tornare umani non bisogna raccogliere nessuna risorsa, ma usare un oggetto apposito, un effige, che presumiamo possa essere acquistata da qualche vendor.
Restare in forma umana sarà importantissimo in questo episodio, diversamente da quanto accadeva nel precedente. Nel primo Dark Souls, infatti, restare non-morti permetteva di difendersi dalle invasioni degli altri giocatori, e non aveva particolari malus. In questo capitolo, gli altri player potranno invadere il vostro mondo anche mentre non siete in forma umana, ma la cosa più importante è che varie morti consecutive come "Hollow" ridurranno gradualmente i vostri Punti Ferita massimi, fino a farvi perdere addirittura il 50% della life bar (e chi ha provato lo status "Maledizione" in Dark Souls sa bene cosa significa).
Mentre accogliamo con curiosità e favore questa seconda novità, siamo un po' preoccupati per la prima: speriamo che la situazione non diventi problematica a causa delle invasioni troppo frequenti. Il team promette che il sistema verrà comunque bilanciato proprio grazie ai feedback ricevuti dopo la beta, e ci fa sapere che fornirà ai giocatori strumenti per evitare problemi del genere. C'è ad esempio un nuovo patto, Way of the Blue, che evocherà un fantasma amico ogni volta che il nostro mondo sarà invaso.
É stato rivisto, comunque, anche il sistema per il gioco cooperativo, sempre nell'ottica di rendere la progressione complessa e mai troppo facile. Adesso gli spettri chiamati in aiuto in una certa sezione tenderanno a sparire prima nel caso siano di livello molto alto e stiano uccidendo più nemici del giocatore stesso. Questo non va visto comunque come un disincentivo al gioco di gruppo: anzi, Dark Souls 2 presenta addirittura nuove magie pensate per i momenti co-op - War - che incrementa le statistiche dei propri alleati.
Il team ci tiene comunque a sottolineare che tutti gli aspetti legati all'online potrebbero essere soggetti a cambiamenti dopo la beta. Cercate quindi di partecipare e dare il vostro contributo in maniera sostanziale. Anche noi ci rimetteremo sicuramente all'opera, per testare le specificità del sistema di magie ma anche per cercare di sconfiggere i due terribili boss che infestano l'area della demo. Il primo che abbiamo incontrato, ovvero l'Esecutore sul suo carro infernale, non ci ha lasciato scampo. Falciati di netto dalla furia delle sue bestie, o sconfitti dagli scheletri e i negromanti che infestano l'area, abbiamo mollato il pad. Il corridoio, buio e tetro, era imbrattato di sangue e di anime...

Dark Souls 2 Dark Souls 2 non solo migliora moltissimo l'aspetto tecnico, aumentando la qualità delle texture, gli effetti speciali e l'interattività, ma usa tutti questi elementi per rendere il gameplay più completo e stratificato, e l'atmosfera ancora più tetra e insicura. Sono poi moltissimi gli aggiustamenti al sistema di gioco: dall'interfaccia al funzionamento della forma umana, per arrivare al bilanciamento dell'esperienza multigiocatore. La nostra sessione di prova ci ha incuriosito, e rassicurato una volta di più sull'estrema cattiveria del titolo From Software. Ad ottobre torneremo volentieri sulla beta, per morire ancora e ancora. E ancora.

Che voto dai a: Dark Souls 2

Media Voto Utenti
Voti totali: 138
8.7
nd