Hands on DOFUS

Si compine la versione 2.0 dell'MMO più Kawaii. Vi presentiamo il Kolosseo

hands on DOFUS
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
Andrea Schwendimann Andrea Schwendimann nasce smontando un 486DX e divorando qualsiasi videogame da allora in avanti. Non ha resistito a nessuna piattaforma, appassionandosi a qualsiasi genere, pur prediligendo gli FPS, gli action-adventure, gli RPG e l'hardware da gaming in ogni declinazione. Lo trovate su Facebook, su Steam e su Google Plus.

Lanciato nel 2004 e arrivato in Italia nel 2008, Dofus è un MMORPG basato sul modello freemium, ovvero di un'area giocabile free to play e i contenuti successivi accessibili solo a pagamento, che ha riscosso un certo apprezzamento per lo stile colorato e il sistema di combattimento a turni. In occasione dei prossimi aggiornamenti da parte del team Ankama, vi proponiamo alcuni speciali per presentarvi le novità che verranno introdotte nel gioco.
In questo articolo presentiamo il Kolosseo, ovvero il sistema di arene PvP giunto a Ottobre scorso e già introdotto da diverso tempo sui server live.

Massiccio di Cania

Ricalcando il modello in voga nei maggiori MMO themepark, Dofus adotta una formula analoga ai maggiori esponenti del genere. Accedendo dall'entrata del Kolosseo (posta a -13; -29), troveremo una serie di negozi e di vendor per riscattare i premi ottenuti vincendo i diversi match, ovvero delle risorse necessarie per fabbricare oggetti e Trofei. Questi ultimi sono equipaggiamenti dedicati da posizionare negli slot dei Dofus e arrivano in 27 tipi per 3 livelli di potenza ciascuno. Tutte le risorse ottenute inoltre, sono commerciabili per aumentare e rinvigorire l'economia di gioco.
I match arrivano seguendo un solo formato ovvero il 3v3 e, come di norma per una simile struttura PvP istanziata, ogni giocatore (o gruppi di giocatori) potrà mettersi in coda per accedere alle partite da qualunque punto della mappa del mondo di Dofus in cui si trova, venendo teletrasportato nell'arena e poi di nuovo nel punto esatto in cui si trovava. La scelta di non supportare altri formati, come il popolare 1v1 o il 2v2, è stata fatta per non disperdere l'utenza e mantenere il tempo di accesso agli scontri il più corto possibile. In questo senso è stato introdotta una specifica struttura di Matchmaking -affine all'usuale sistema TrueSkill-, comprendente una dettagliata ladder e un punteggio valutativo della forza dei team da schiarare neglia ccoppiamenti automatici. Questo punteggio -denominato Quota- funziona in modo da garantire ad enrambi i team almeno il 50% di possibilità di vittoria, tenendo in considerazione due parametri, detti Mu e Sigma. Mu esprime la potenza di un singolo personaggio percepita dal sistema. Partendo dal livello, il vostro valore di Mu crescerà ad ogni vittoria e scenderà ad ogni sconfitta. Sigma invece rappresenta l'incertezza di ogni combattimento ed aumenta quando un team vince contro un avversario favorito e diminuisce viceversa. In definitiva la Quota è uguale a Mu -3*Sigma. In sostanza questi valori interagiscono in modo significativo proprio dal valore di Sigma -l'incertezza: più combattimenti farete, più la vostra incertezza sarà bassa e la vostra quota rispecchierà sempre di più il vostro effettivo valore di Mu -la potenza.
Un simile sistema risulta molto bilanciato sulla carta, ma come è stato recepito durante questi ultimi tempi di prova su strada? Ebbene il bilanciamento dei match è risultato piuttosto buono, stando ai forum e ai commenti dei player più navigati, che lamentano però un'eccessiva lunghezza delle code, qualora il valore di potenza si avvicini a quello effettivo e fosse particolarmente elevato.

Mappe e Gultarminator

Da qualche anno gli utenti di Dofus partecipano al torneo PvP inter-server detto Gultarminator. L'edizione scorsa ha visto il server italiano Ereziah arrivare ai sedicesimi di finale grazie agli intrepidi Zar, Zackdelarocha, Brakmar e Spik strappando anche la diciottesima e ventunesima posizione nelle due rispettive classifiche dei cinquanta server mondiali. Ma cosa c'entra tutto questo con il Kolosseo? Ebbene, la volontà degli sviluppatori sarebbe proprio quella di usare i risultati delle ladder dei rispettivi server per selezionare gli utenti che parteciperanno al prossimo Gultarminater 2012, ampliando anche il peroidpo di qualificazione per accedervi. Inoltre tra le cinquanta mappe disponibili nella modalità Kolosseo, sono presenti tutte quelle dell'evento PvP più atteso dalla community di Dofus e capiamo dunque anche la scelta di non introdurre in modo costante un sistema RvR in-game, nonostante le insistenti richieste dei giocatori.

DOFUS Dofus 2.0 arricchiscew la sua offerta ai giocatori con il nuovo sistema PvP del Kolosseo, in Beta da Agosto scorso e introdotto di recente sui server live. Molte sono le opzioni disponibili ai giocatori, che lamentano solo un'eccessiva lunghezza delle code per chi avesse un Quota elevata. La possibilità di interazione tra la ladder Kolosseo e il Gultarminator aggiunge ancora più pepe all'intero prodotto in un'ottica RvR, allineandosi così alle formule proposte da altri MMORPG di stampo themepark sul mercato, pur mantenendo il suo unico stile di combattimento tattico che continua a riscuotere molto successo sulla scena dei giochi online massivi.

Che voto dai a: DOFUS

Media Voto Utenti
Voti totali: 34
5.7
nd