GCom13

Hands on DriveClub

Provato il racing game Next Gen di Evolution Studio, in una versione molto migliore rispetto a quella dell'E3

hands on DriveClub
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • PS4

Dopo la buona accoglienza ricevuta allo scorso E3, DriveClub si ripresenta alla Gamescom di Colonia in una veste rinnovata e rifinita soprattutto dal punto di vista tecnico. La presentazione odierna a cui abbiamo potuto assistere ha poi fatto luce su alcuni degli aspetti principali delle modalitá di gioco, soffermandosi in particolare sulla componente social e su come verrà integrata all’interno dell’impianto ludico.

Socializziamo?

Col Rodgers, game director di DriveClub, ha subito messo le cose in chiaro definendo il nuovo titolo di Evolution Studios il primo “Social Network Racing Game”, in cui il continuo confronto su record, tempi e sfide con i membri del proprio gruppo e gli altri gruppi di giocatori sparsi per il mondo è l'aspetto chiave dell’esperienza ludica.
Si tratta di un‘evoluzione estrema di quanto già proposto da Criterion con l’Autolog, ma in questo caso Evolution Studios supera i confini della piattaforma ludica per approdare su social network e smartphone, grazie alla apllicazione che verrà resa disponibile su Apple Store e Play Store in contemporanea all’uscita del gioco. Grazie alla companion app saremo costantemente connessi al mondo di DriveClub ricevendo aggiornamenti su sfide, challenge e tempi del nostro gruppo con la possibilità di inviare messaggi, commenti e lanciare nuove sfide ai nostri amici, organizzare appuntamenti online e tenere costantemente sotto controllo le varie classifiche.
In un esempio pratico fatto da Rodgers, un nostro amico stabilisce un nuovo record in un challenge su DriveClub e ci sfida a fare di meglio. Noi che siamo al lavoro riceviamo il messaggio sull‘app del nostro smartphone e, tornati a casa, prendiamo la nostra PsVita e in remote play, riusciamo a fare meglio e invitiamo tutti i componenti del gruppo a tentare di batterici. Nessuno dei nostri amici riesce nell'impresa e allora iniziamo a sfidare altri gruppi. Grazie all'aspetto sociale una sfida tra due amici diventa una sfida globale.

Insomma: DriveClub non è il classico racing game: la sua essenza è nel multiplayer online e nel social gaming, è il "Ruzzle dei giochi di guida". Giocare da soli, senza far parte di un gruppo, limitandosi a confrontarsi con i record online e partecipando casualmente ad eventi multiplayer, rende l'esperienza di gioco incompleta. Per questo a parere nostro è stato scelto come titolo di punta del PSN Plus per il lancio del servizio su PS4, considerando che il multiplayer online, cuore dell'esperienza ludica di Drive Club, sarà compreso tra i servizi che ne richiedono la sottoscrizione.
Soffermandosi sulla questione DriveClub Plus Edition, Rodgers ha confernfermato che tutte le modalità, le opzioni e l'aspetto social saranno presenti come parte dei contenuti di gioco. La differenza sarà naturalmente nel numero delle auto e degli scenari di gioco. I possessori della Plus Edition avranno molti modi per passare alla versione completa. Il primo naturalmente è acquistare la versione su disco ma potranno, eventualmente, completare il titolo tramite vari DLC, acquistando il pacchetto completo dei contenuti mancanti o specificatamente solo quellia cui si è interessati.
Passando agli aspetti tecnici è stato confermato, come avrete capito, il supporto al remote play su Playstation Vita, sarà pertanto possibile avere l'intera esperienza di gioco di Drive Club trasportata sul portatile Sony e sfidare i nostri amici che stanno giocando su PS4.
Dal punto di vista grafico sia nel video della demo mostrata nel corso della presentazione che nella nostra prova della Alpha Code presente sullo showfloor, si confermano i miglioramenti rispetto alla pre-alpha dell'E3. Fatti passi avanti nel sistema di illuminazione, completamente in tempo reale e non pre renderizzato, nella pulizia grafica e qualità delle texture. Gli scenari sono ora molto più dettagliati e con una profondità di campo maggiore, i modelli delle auto si confermano di ottima fattura e fedeli alle loro controparti reali. Miglioramenti anche nel frame rate, bloccato a 30 fps per la demo ma in grado di superare quella soglia. Confermata anyi, direttamente dagli sviluppatori, l'intenzione, per la versione finale, di raggiungere gli agognati 60 frame al secondo.
Per quanto riguarda l'audio sono stati utilizzati ben 80 microfoni audio contemporaneamente per registrare il rombo delle auto in ogni condizione di utilizzo. Col Rodgers lo definisce il più avanzato sistema di registrazione audio mai usato per un gioco di guida. Purtroppo nello show floor il frastuono della fiera ci ha reso impossibile queste affermazioni. Ad accompagnare il rombo dei motori, come già anche nella saga di Motorstorm, ci sará una soundtrack decisamente adrenalinica, remixata dai migliori dj sulla piazza.
La prova sul campo ci ha insomma soddisfatto : la ricchezza di dettaglio dello scenario e la profondità di campo regalano panorami spettacolari. In particolare il tracciato mostrato in questa Gamescom non può che far tornare in mente alcuni scorci del primo indimenticabili Need For Speed uscito su 3DO. Il gameplay è rigorosamente arcade con un pizzico di realismo; dovessimo fare un paragone lo definiremmo Project Gotham che incontra Burnout. Il controllo delle auto è relativamente facile ma bisogna sempre stare attenti in staccata e accelerazione a non esagerare, pena un inevitabile urto contro le barriere. Il Dual Shock 4 si conferma ottimo con i titoli di guida. Le leve permettono un agevole controllo dell'auto e i trigger sono perfetti per acceleratore e freno.
I vari challenge disseminati lungo il tracciato e i relativi reward in base alle nostre prestazioni non possono che farci ricordare i kudos di un'altra celebre serie automobilistica : veniamo stimolati a provare a far sempre meglio ad ogni giro per diventare i migliori.

DriveClub DriveClub si mostra un titolo decisamente più solido rispetto all'E3, con una sua particolare ed unica identità che lo rende senza dubbio uno dei titoli più importanti per il lancio di Playstation 4. Il gioco è dedicato ai videogiocatori appassionati di auto che adorano sfidare i propri amici online, e che vedono nell'aspetto social un nuovo modo di interagire videoludicamente con i propri contatti; ma anche chi non bazzica su Facebook può trovare in DriveClub un gioco di guida interessante. I progressi tecnici degli ultimi mesi lasciano ben sperare per la release finale, che saprà sicuramente far respirare ai nuovi possessori di Playstation 4 aria di next gen.

Che voto dai a: DriveClub

Media Voto Utenti
Voti totali: 92
8.1
nd