GCom09

Hands on Easy Piano

Provata la beta dell'interessante tutor musicale di Game Life

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • DS

Nel booth Namco Bandai della gamescom di Colonia abbiamo potuto parlare con Antony Faby, executive producer di Game Life, il quale ci ha illustrato le caratteristiche di Easy Piano (versione beta).
Il titolo musicale destinato al Nintendo DS verrà commercializzato insieme ad una nuova periferica, ovvero una piccola pianola dotata di 13 tasti (8 toni e 5 semitoni) da collegare alla porta per la cartucce GBA; dunque il gioco non sarà utilizzabile con il nuovo Dsi. La periferica, ancora un prototipo per quanto riguarda colore e rifiniture, è sufficientemente grande da essere utilizzata comodamente (è ben più larga della console) e comprende una base che rende DS e piano un oggetto omogeneo. Analizziamo dunque le diverse modalità di Easy Piano illustrateci da Faby.

La-la-la-dooooooo

Easy Piano è suddiviso in tre modalità ben distinte. La prima consiste in una serie di lezioni sia per quanto riguarda l'utilizzo del piano che per la teoria musicale in generale: è un preciso obiettivo degli sviluppatori quello di creare un titolo in grado di fornire una basa musicale ai più piccoli o comunque a chi non abbia mai provato a suonare il pianoforte. La lezione mostrataci riguardava il tempo: una insegnante, realizzata in grafica 3D, ha prima spiegato i fondamenti riguardanti pause e battute per poi passare alla fase pratica, in cui il giocatore è chiamato a battere le mani nei momenti segnalati dal software (ovviamente il rumore viene catturato dal microfono integrato nel DS). Oltre alle 10 lezioni teoriche, il titolo mette a disposizione 10 sessioni in cui applicare le nozioni apprese.
La seconda modalità, Star Pianist, ricalca più da vicino il gameplay classico visto nei titoli a la Guitar Hero. Una volta scelto il brano da suonare fra i 35 disponibili, comprendenti sia musica classica (Per Elisa, Bolero, The Entertainer) che leggera (New York New York, Bohemian Rapsody, Imagine), si passa alla scelta del pianista, del piano e del background (in tutti i casi le scelte disponibili sono 4) per poi passare al gioco vero e proprio. Le note da suonare sono visualizzate nello schermo inferiore e rappresentate da icone colorate, ognuna relativa ad un diverso tasto della periferica; la versione finale conterrà degli sticker da applicare ai tasti per poterli più facilmente distinguere. I livelli di difficoltà sono due, Dilettante e Virtuoso, quest'ultimo contente tutte le note che un pianista utilizzerebbe nella realtà per suonare il brano. La speranza degli sviluppatori è quella di insegnare agli utenti a suonare i vari brani su di un vero pianoforte.
La terza ed ultima modalità è invece un editor in cui comporre in prima persona la propria musica. La disposizione delle note sul pentagramma può avvenire sia creandole per mezzo del pennino che suonandole e registrandole per mezzo della periferica, aiutati da un metronomo. Tra la opzioni configurabili troviamo il numero di bpm (dunque la velocità della composizione) e la possibilità di usare diversi strumenti oltre al pianoforte, fra i quali violino, sax e chitarra. Le note vengono visualizzate sul pentagramma come semplici pallini, ma è possibile impostare la notazione classica nel caso in cui si abbia familiarità con crome e semicrome. Le tracce memorizzabili sono 3, della lunghezza massima di circa 3 minuti

Easy Piano Easy Piano si configura come un interessante strumento per imparare quantomeno le basi fondamentali dell'utilizzo di un pianoforte e della teoria musicale; in questo senso è certamente un titolo indirizzato ad un pubblico di giovanissimi. Gli elementi presenti sembrano in grado di appassionare per un discreto numero di ore, soprattutto vista la presenza di un più che sufficiente numero di brani, ed anche il prezzo di vendita invoglia l'acquisto, infatti Easy Piano sarà venduto a partire da metà Novembre al prezzo di 40€ periferica inclusa, lo stesso della maggior parte dei giochi DS.