Phantom Dust Oggi alle ore 21:00

Giochiamo in diretta con l'edizione remaster di Phantom Dust

Hands on Final Fantasy X|X-2 HD Remaster

Provato in maniera estesa il ritorno di Final Fantasy X nello splendore dell'Alta Definizione

hands on Final Fantasy X|X-2 HD Remaster
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Ps3
  • PSVita
  • Pc
  • PS4
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Non si fa fatica a realizzare che Final Fantasy X abbia ormai più di 10 anni sul groppone. I modelli poligonali cubettosi uniti ai suoi menù scarni rimandano immediatamente all'immaginario videoludico di fine anni '90, di cui la decima fantasia finale è autentica erede nonostante sia apparsa sull'allora rombante Playstation 2.
Nemmeno le prestigiose rifiniture che Square Enix sta apportando per traghettare questo videogioco nell'Alta Definizione con Final Fantasy X|X-2 HD Remaster riusciranno a nascondere le magagne del tempo che scorre, ma sarà una mancanza di poco conto: Final Fantasy X ha dalla sua una storia appassionante, personaggi avvincenti ed una colonna sonora memorabile. Pregi che grazie al cielo nessuna piega temporale potrà mai strapparci via!
Ecco perchè Final Fantasy X resiste a tutt'oggi come uno dei migliori episodi della saga Square Enix; una gemma rpgistica che dal 21 Marzo brillerà ancora di più nella riedizione HD Final Fantasy X|X-2 HD Remaster per Playstation 3 e Playstation Vita. Dopo un paio di fugaci hands-on, abbiamo avuto la possibilità di provare con maggior tranquillità i primi attimi di gioco di Final Fantasy X, completi di sottotitoli in italiano.

"Ascolta la mia storia. Potrebbe essere l'ultima volta"

Stanchi e sconsolati, tutti i protagonisti di Final Fantasy X siedono su un cumulo di rovine ancora fumanti e guardano di lontano il mare. Tidus si solleva: i suoi occhi brillano e i suoi capelli risplendono al tiepido Sole. L'Alta Definizione esalta l'impatto della scena, sottolinenando una ad una le ciocche della bionda capigliatura, mentre shader luminosi adeguati al nostro tempo propagano con maggior trionfalità i raggi solari.
Verso Zanarkand. Se ricordate dopo questa scenetta introduttiva, durante la quale fa capolino lo staff roll, di ieri (Hironobu Sakaguchi, Nobuo Uematsu) e di oggi (Yoshinori Kitase), il tempo narrativo si riavvolge e viene presentato il protagonista Tidus quale eroe del popolare sport Blitzball, un po' pallanuoto un po' Quidditch.
E' il momento dei tutorial: pop-up esplicativi ci insegnano a dialogare con gli abitanti della futuristica Zanarkand. Eppure già i primi dialoghi imbastiscono una sceneggiatura solida, affine ai precedenti capitoli per Playstation con i quali condivide le atmosfere futuristiche come testimonia anche il riarrangiamento elettronico dell'iconico tema del cristallo.
Mentre si gioca l'attesissimo match di Blitzball, una immonda creatura s'erge dagli abissi e distrugge con voracità Zanarkand. L'incappucciato Auron corre in soccorso dell'amico Tidus, confermando la profezia udita qualche ora prima da un bambino di colore: "tutto comincia. Non piangere".
Il Sin dissemina lungo le autostrade sospese i propri sgherri, tradotti in italiano come Trito di Scaglia. Auron assegna una spada allo sportivo Tidus, proprio un istante prima di affrontare il primo combattimento...rigorosamente a turni. Le prime battaglie non resistituiscono affatto il grado di profondità raggiunto nelle fasi avanzate dell'avventura dal battle system, ma tra Tecniche e Turbo possiamo sin dal principio affinare il proprio approccio strategico.
La demo propostaci da Square Enix purtroppo si blocca un istante prima che il Sin catapulti i due eroi quel migliaio di anni dopo la distruzione di Zanarkand, momento in cui inizia seriamente l'avventura.

Punti di forza e dubbi insoluti

La prima cosa che colpisce di Final Fantasy X|X-2 HD Remaster è proprio l'enorme e certosino lavoro svolto nel rimasterizzare in Alta Definizione i capitoli usciti su Playstation 2. Complice il fatto che è Square Enix stessa e non uno studio interno ad occuparsi della conversione, è assai probabile che a lavorarci vi siano persone che contribuirono materialmente allo sviluppo del titolo d'esordio su Playstation 2, come ad esempio i due capetti di Final Fantasy XIII ossia Yoshinori Kitase e Motomu Toriyama.
La qualità grafica è sopraffina nel formato 16:9 e su un televisore HD dalla discreta diagonale: a stupire sopratutto sono i filmati in computer grafica, frequentissimi come da tradizione Square Enix, superbi per regia e qualità dell'immagine. La sovrapposizione tra il match di Blitzball e la distrzione del Sin è un momento da pelle d'oca anche a distanza di più di dieci anni, durante i quali abbiamo visto al cinema gli orchi de Il Signore degli Anelli e gli sfavillanti Avatar!
Finalmente possiamo assicurarvi la presenza dei sottotitoli in italiano in Final Fantasy X: una traduzione buona, anche se necessita di alcune correzioni in fase di sincronia. Purtroppo non siamo ancora sicuri della presenza del doppiaggio originale in giapponese a fianco di quello inglese, come invece avverrà per certo in Lightning Returns: Final Fantasy XIII.

La nostra prova ha riguardato la versione Playstation 3, la quale sarà pubblicata in Europa il 21 Marzo del prossimo anno. Coloro che preordineranno il titolo potranno portare a casa un'edizione da collezionisti con box di colore nero ed artbook correlato, in aggiunta al Blu Ray del gioco naturalmente. Tale edizione purtroppo risulta inferiore a quella che si beccheranno i nostri colleghi americani, i quali potranno contare sul medesimo artbook ma di colore bianco e con serigrafie ispirate allo stile delle illustrazioni di gioco, ma sopratutto su una copertina sui toni del blu recante sopra Tidus e Yuna.
Sony ha confermato che Final Fantasy X|X-2 HD Remaster approderà anche su Playstation Vita senza tagli rispetto alla riedizione casalinga. Noi di Everyeye cerchiamo dall'E3 di estorcere a Square Enix informazioni circa la modalità di pubblicazione in europa della versione portatile. Purtroppo non otteniamo mai notizie certe o quantomeno ufficiose: con ogni probabilità la versione Playstation Vita non uscirà il 21 Marzo e nel peggiore dei casi sarà spezzata tra Final Fantasy X e X-2. Qualcuno ha messo in giro la voce che i due episodi usciranno da noi solo in formato digitale, nonostante il Giappone si beccherà sugli scaffali dal 26 Dicembre le riedizioni dei due episodi su game card vendute separatamente, altrimenti in un unico bundle con una Playstation Vita-2000 al prezzo di circa 180 euro. Non ci resta che aspettare informazioni più precise direttamente dagli uffici londinesi di Square Enix...

Final Fantasy X|X-2 HD Remaster Final Fantasy X sopravvive al passare degli anni e s'incipria per bene per incontrare una signorina di nome Alta Definizione. Square Enix ha svolto un ottimo lavoro, rispettoso dell'opera originaria e dei suoi punti di forza come il sistema di combattimento e la trama. Una nuova prova con mano della versione Playstation 3 ha riconfermato le ottime impressioni ricevute all'E3 e alla Gamescom. Tuttavia restano ancora in sospeso alcune questioni come la presenza o meno del doppiaggio giapponese, nonchè le sorti dell'edizione Playstation Vita: collection su un'unica gamecard o su due separate? Copia fisica o solo digitale? Speriamo che la casa del quadrato facciamo il prima possibile chiarezza.

Che voto dai a: Final Fantasy X|X-2 HD Remaster

Media Voto Utenti
Voti totali: 24
8.6
nd