Hands on Football Manager 2012

Provata la nuova incarnazione del manageriale calcistico più apprezzato!

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • Psp

Anche quest'anno la punta di diamante di Sports Interactive tornerà a farci rivivere le emozioni di un campionato di calcio dal privilegiato punto di vista del manager/allenatore. Indubbiamente la serie Football Manager non ha rivali nel suo campo e regna incontrastata ormai da anni; riuscirà quindi, ancora una volta, a mantenere alti i suoi standard qualitativi, magari aggiungendo un tocco in più?

L'essenza di un manageriale

Durante il processo di creazione del profilo allenatore notiamo subito come sia stata mantenuta la possibilità di interagire direttamente con i social network più famosi (Twitter e Facebook), oltre che con la piattaforma Youtube per lo sharing dei video degli Highlights delle partite che possono essere ripresi fino a 1080p.
Nello scegliere la squadra da allenare saremo chiamati a decidere tra migliaia di formazioni realmente esistenti -come da prassi per Football Manager, che offre un database di squadre e giocatori ogni anno più vasto e accurato.
Verremo cosi accolti da una lunga conferenza stampa con la quale ci presenteremo al nostro team ed ai tifosi. Sarà bene dare la giusta importanza alle parole scelte ed al comportamento tenuto anche nei confronti dei giocatori visto che quest'anno le reazioni degli stessi nei nostri confronti ed il nostro approccio verso di loro influiranno, in modo a volte determinante, sulle prestazioni dei singoli. Si avrà a che fare con un "vero" spogliatoio che già dalle prime battute avvertiremo come un qualcosa di vivo e ben riprodotto. Dare le giuste motivazioni prima di un'incontro, tramite una serie di numerose frasi predefinite e che coprono qualsiasi tipo di emozione si voglia esternare verso i giocatori, si rivelerà fondamentale per il buon esito dell'incontro. Al contrario un allenatore troppo permissivo o troppo aggressivo, cosi come uno che stenta a prendere una posizione chiara nei confronti della squadra, potrà arrivare ben presto ad avere dei problemi con il morale dei suoi giocatori e condizionerà negativamente il loro comportamento in campo.
Utile ai fini della gestione dello spogliatoio è la presenza sempre costante del nostro allenatore in seconda che non risparmierà consigli più o meno utili sull'approccio da tenere con i giocatori, ed al quale potremo affidare completamente quest'aspetto del gioco, dall'interazione con la squadra fino ai rapporti con la stampa.

4-1-2-1-2

Per raggiungere gli obiettivi che ogni club si prefissa, Football Manager 2012 ci offre una serie sterminata di possibilità. Ogni tattica può essere esaminata, modificata ed adattata fin nel profondo, per renderla più congeniale a quello che pensiamo debba essere il nostro gioco. Partendo da un numero limitato di schemi predefiniti potremo creare il nostro modulo personale (anche in maniera guidata tramite un vero e proprio tutorial, per i neofiti) decidendo quale dovrà essere il comportamento di ogni singolo uomo in campo.
Un 4-4-2 con una forte enfasi per il gioco sulle fasce, oppure un offensivo 3-4-3 od un più controllato 5-3-2: le possibilità sono virtualmente infinite. Sempre interessanti poi la possibilità di scegliere un regista per la squadra, che possa impostare al meglio la squadra in campo, e il "fulcro" della stessa, ovvero un giocatore -possibilmente d'attacco- verso cui si cercherà di indirizzare maggiormente la palla. La sensazione è che ogni cambiamento, anche minimo, abbia un riflesso in campo nella simulazione delle partite che come ogni anno si cerca di migliorare e rendere più fedele a quanto da noi impostato in panchina. Durante la partita ci sarà data anche la possibilità di interagire con la squadra in maniera rapida, con una serie di indicazioni concise che vanno dallo "sfruttate le fasce" al "date la palla avanti". Anche in questi casi la risposta della simulazione (e quindi della squadra) è buona e raramente vedremo i nostri interventi rivelarsi del tutto inutili o non ascoltati, anche se dobbiamo considerare l'eventuale superiorità del nostro avversario.
Ovviamente un giocatore ben allenato renderà meglio sul campo e anche in questo caso Football Manager è quanto di più completo ci possa essere, permettendoci di realizzare allenamenti su misura anche per un singolo calciatore. Potremo decidere, nel caso lo volessimo, su quale delle tante caratteristiche proprie di ognuno agire e concentrare il lavoro. Gli effetti di allenamenti sbagliati, cosi come quelli di allenamenti ben tarati, si faranno presto sentire dopo le prime partite, rendendo il tutto molto interessante e non un semplice orpello per i più fanatici.
Nel caso in cui la squadra necessiti di giocatori migliori o di rinforzi per affrontare le tante partite di una stagione, si può ricorrere come sempre alle finestre di calciomercato, ulteriore aspetto minuziosamente sviluppato di un titolo quasi perfetto. Utili a riguardo saranno i report dei nostri osservatori che scoveranno per noi i giocatori migliori o più congeniali al nostro gioco. Scelto l'uomo da acquistare potremo fare un'offerta di trasferimento -o prestito- con una serie facoltativa di bonus e clausole aggiuntive (in base ad esempio alle presenze realizzate o ai gol fatti), per invogliare squadra e giocatore ad accettare la nuova destinazione, sempre che il budget della nostra squadra lo permetta.

In campo

L'unico punto debole del titolo rimane la rappresentazione 3D delle partite che continua a non essere troppo gradevole da guardare, complice anche la mancanza di molte licenze che non permette di replicare fedelmente le divise di squadre anche di prima importanza come quelle inglesi. I modelli poligonali sono grezzi ed animati di conseguenza, ma nel complesso il motore del gioco fa il suo lavoro in maniera sufficiente, anche se con qualche imprecisione di quando in quando, come nel caso di alcune inquadrature imprecise.
Discorso diverso per l'interfaccia che nonostante la complessità del titolo riesce a rimanere sempre intuitiva oltre che gradevole alla vista. Infine dal punto di vista della stabilità della versione preview attualmente in nostro possesso, vanno segnalati dei crash sistematici quando si svolge una stagione con due utenti attivi, cosa che impedisce quasi del tutto di giocare. Quasi inesistente il comparto audio, peculiare "tradizione" della serie.

Football Manager 2012 Da questa rpeview build possiamo già affermare di trovarci innanzi al solito (quasi) perfetto Football Manager. Un must have per tutti gli amanti dei gestionali sportivi e del calcio che ci investe con tutta la sua complessità. Abbiamo rilevato qualche problema di troppo dal punto di vista prestazionale e della stabilità, ma siamo sicuri che il tutto non mancherà di essere risolto prima dell'uscita. Quasi certamente un altro centro per i ragazzi di Sports Interactive.