Fortnite (Battle Royale) Adesso online

Giochiamo in diretta con la modalità Battle Royale!

E3 2013

Hands on Forza Motorsport 5

Turn 10 arriva nella Next Gen a tutto gas

hands on Forza Motorsport 5
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox One
Andrea Vanon Andrea Vanon è appassionato di videogiochi sin dal 1995, quando passava le giornate tra SNES e Game Gear. Da sei anni tra le "penne" e le "voci" di Everyeye.it fagocita qualsiasi produzione con curiosità, mantenendo un’incrollabile fedeltà verso gli sportivi "made in U.S.A.". Lo potete seguire su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

La giornata che ha preceduto l'apertura dell'E3 2013 è stata per buona parte all'insegna di Microsoft, che ha sfoderato nel corso della sua conferenza tutti i pezzi da novanta di una lineup veramente ricchissima. Al fianco di nuove IP e grandi annunci in esclusiva, non dobbiamo però dimenticare i forti first party, che hanno da sempre caratterizzato il marchio Xbox. Il più atteso, al di là del solito Halo capace di riservare persino una piccola sorpresa, era Forza Motorsport 5, mostratosi in un trailer e una piccola sezione in game all'interno della conference, per poi aprirsi alla prova con mano nel corso di un party serale.
Il simulatore corsistico Turn 10, pur non potendo competere con la concorrenza PC, ha mostrato più volte un primato in termini visivi e prestazionali in questa generazione di console, ed intende partire in quarta per mantenerlo anche nella prossima. Quelle illustrateci oggi sono solo alcune delle feature che comporranno il prodotto finale, un prodotto di cui abbiamo saggiato con mano la bontà sfruttando un prototipo Thrustmaster per ottenere il miglior controllo possibile sui veicoli presenti.
Ricordiamo, prima di proseguire, che Forza Motorsport 5 sarà una delle esclusive Xbox One disponibili al lancio della console.

Devil’s in the Details

La presentazione mattutina ha visto intervenire l'oramai conosciutissimo Dan Greenvalt, game director per Turn 10. Come da tradizione l'irsuto sviluppatore si è soffermato in primis sull'aspetto estetico di Forza Motorsport 5, proclamando la superiorità del team rispetto al mero polygon counting. Le potenzialità di Xbox One, ed in particolare quelle del Cloud Computing, hanno permesso ai ragazzi statunitensi di catturare veramente ogni minuscolo dettaglio di ogni vettura, trasferendolo in quella che sarà una nuovissima versione dell'Autovista. Aspetti apparentemente insignificanti come la porosità della verniciatura o la particolare lavorazione dei cerchi saranno ora visibili, e si aggiungeranno al riflesso dei fari sulle coperture delle luci e tante altre piccole chicche capaci di entusiasmare i veri "malati" dei motori, a dimostrazione che siamo di fronte ad un team veraente appassionato. Texture e shader raggiungono perciò livelli elevatissimi, ed il risultato si vede anche in pista, attraverso un colpo d'occhio più pulito ed una definizione decisamente più importante di ciascun elemento a schermo. Una qualità stratosferica nella gestione dell'illuminazione, dei riflessi e delle rifrazioni, si vede in fine adornata dalla facolta (nella visuale cockpit) di osservare l'immagine riflessa delle mani sul volante, sul parabrezza, rendendo veramente pregevole (semmai ce ne fosse bisogno) la fattura tecnica del prodotto.
Nonostante le peripezie visive, Dan e i suoi hanno lavorato moltissimo per agganciare Forza Motorsport 5 ai 60 fps, dai quali non lo abbiamo mai visto muoversi nel corso della pur breve prova.
Ma al di là degli aggiornamenti visivi, c'è da dire che Forza Motorsport 5 implementa una feature in particolare, potenzialmente in grado di rivoluzionare il mondo delle corse. Si tratta del Drivatar, la nuova frontiera dell'Intelligenza Artificiale che, sfruttando le potenzialità del Cloud, dovrebbe eliminare la necessità di un'intelligenza artificiale. Complessi algoritmi, in buona sostanza, studieranno di gara in gara il comportamento in pista del giocatore, osservando dove tenderemo ad essere più aggressivi e dove meno, ispezionando al microscopio i punti deboli della nostra guida e riproducendola nelle autovetture rivali. Più miglioreremo, più il Drivatar migliorerà, offrendoci una sfida sempre più interessante ben al di là del livello di difficoltà impostato all'inizio. Ma non finisce qui, poiché grazie al Cloud Storage avremo accesso all'intero database dei nostri amici, garantendoci la possibilità di scaricare i loro Drivatar e dando loro la facoltà di scaricare il nostro. Tutto, costantemente, aggiornato.
In questa maniera si dovrebbe creare (il condizionale è d'obbligo) un circolo virtuoso per il quale, in buona sostanza, non sarà più necessario gareggiare contro la CPU, sostituita da una serie di nostri amici. Anche durante la prova con mano, purtroppo, non siamo riusciti a testare tale caratteristica, a fronte di un tracciato percorribile solamente in solitario. Studiando ed osservando gli effetti proposti dal team sulla carta, tuttavia, ci rendiamo conto trattarsi di un cambiamento potenzialmente epocale, qualora funzionasse veramente. Un'idea di quello a cui potremmo andare in contro ce l'ha in questo senso fornita Turn 10 stessa, con il più recente trailer in game (mostrato questa mattina all'Xbox Media Briefing), dove si vedono le auto avversarie compiere manovre mai viste da una CPU, con tanto di scontri e sbandate improvvise, per un'imprevedibilità che potrebbe seriamente cambiare tutto.
Abbandonando il mondo dell'astratto è venuto, in tarda serata, il momento di una concreta prova con mano. A nostra disposizione un volante Thrustmaster (un prototipo appositamente assemblato) ed un parco auto limitato ma da far girare la testa. Una Pagani Huayra, una McLaren P1, una Ferrari Berlinetta ed una Lamborghini Aventador facevano bella figura nel nuovo garage digitale, pronte a scendere in pista nel nuovissimo tracciato di Praga, una delle tante aggiunte di questa nuova incarnazione.
Seduti alla postazione abbiamo immediatamente trovato il feeling delle grandi occasioni, grazie alla possibilità di agire sugli aiuti alla guida che ci sono tornati immediatamente familiari. Traction Control, ABS, Controllo della stabilità ed assistenza completa al freno ed alla sterzata fanno la loro comparsa anche in questa quinta incarnazione del corsistico Turn 10, permettendo ad ogni fascia di giocatore di godere dell'esperienza di guida. Un'esperienza aperta tanto a chi preferisca una scampagnata senza mai dover staccare il piede dall'acceleratore, tanto a chi si esalta riuscendo a parzializzare il gas a dovere o guadagnando qualche secondo dopo aver girato e rigirato sullo stesso tracciato per ore.
Siccome chi vi scrive fa parte di questa seconda categoria, partiamo immediatamente in quarta: solo ABS e TCS attivi, sterzo settato su "Normale" (dopo le brutte sorprese di Forza Motorsport 4) e marce rigorosamente manuali. L'esperienza lungo le strade di Praga a bordo della McLaren P1 è qualcosa che non si scorda. I cavalli di questa bestia tecnologica ruggiscono letteralmente sotto i nostri piedi, portando al limite le capacità di guida lungamente affinate nel giro di un paio di curve. Sembra impossibile ma Turn 10 ha stretto ancora un giro di vite, aggiungendo Dio solo sa quali algoritmi alle già precise telemetrie Pirelli che sfruttava Forza Motorsport 4. Mantenere correttamente in strada la vettura risulta dunque leggermente più difficile, ma enormemente più soddisfacente. Non abbiamo potuto fare più di un giro tra le piastrellate strade della capitale ceca, ma tanto è bastato per sentire trasferite alle nostre mani e braccia tutte le vibrazioni legate alle diverse tipologie di terreno e alle varie sconnessioni. Il lavoro delle sospensioni e dei pneumatici ha dell'incredibile anche nella gestione del trasferimento di carico, già ben bilanciata nel predecessore. Ogni variante è una vera sfida contro se stessi, e la fugace durata della prova con mano odierna un attentato alla passione automobilistica virtuale.
Scesi dal cockpit appositamente montato possiamo ancora osservare girare qualche collega, notando con stupore il dettaglio dell'inquadratura dall'abitacolo e la solidità del frame rate: aspetti troppo "marginali" per essere notati mentre impegnati alla guida. Ogni dettaglio pare già ora al suo posto. La cura nella realizzazione dei materiali è incredibile, così come il livello di dettaglio raggiunto nella riproduzione dei cruscotti e dei movimenti del pilota all'interno dell'abitacolo. L'illuminazine, come dicevamo in precedenza, fa il resto, mostrandoci incredibili effetti di riflessione e riverbero, ostruendoci la visuale spuntando all'improvviso all'orizzonte ed esaltando i dettagli di cui abbiamo già ampiamente parlato (riflesso delle mani sul cristallo, ad esempio).
Forza Motorsport 5 è insomma per l'ennesima volta l'esempio di come sfruttare una macchina per esprimere la propria genuina passione, dando tutto se stessi per offrire agli altri uno spicchio del proprio Io. Se pensiamo che siamo solo all'inizio della nuova generazione, non vogliamo nemmeno immaginare dove Turn 10, in particolare, possa arrivare. Ed al momento non si può far altro che esprimere sinceri complimenti!

Forza Motorsport 5 Forza Motorsport 5 è uno tra i titoli più pronti e stupefacenti di questa Next Gen in arrivo. La passione sfrenata del team per il mondo dei motori si vede in maniera ancor più prepotente che in passato, trasudando la gioia di rimettersi in discussione in ambito corsistico da ogni poligono della produzione. Un lavoro veramente coi fiocchi quello svolto da Turn 10, capace di dare un ulteriore giro di vite all’aspetto simulativo ed inserire una feature importantissima come Drivatar, in grado di cambiare radicalmente il modo d’intendere le gare in single player. Se Dan Greenvalt e i suoi riusciranno finalmente ad implementare condizioni atmosferiche variabili e gare endurance (per ora le bocche sono cucite) ecco che la strada verso la perfezione ridurrà drasticamente il numero dei suoi gradini. Al momento, in ogni caso, non possiamo far altro che sperare; dal canto nostro, noi di Everyeye.it non manchermo di aggiornarvi quotidianamente da questa pazzesca E3 2013.

Che voto dai a: Forza Motorsport 5

Media Voto Utenti
Voti totali: 28
7.6
nd