RIME Oggi alle ore 17:00

Giochiamo in diretta con il nuovo gioco di Tequila Works!

Hands on Goodbye Deponia

La popolare serie di Daedalic Entertainment si avvicina all'epilogo: provata per voi la prima ora di gioco.

hands on Goodbye Deponia
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
Alessandro Trufolo Alessandro Trufolo ha visto la sua prima schermata di Game Over in età precoce: per il trauma, è cresciuto inserendo cartucce e dischi vari in qualsiasi console o computer gli capitasse a tiro. Quando ha deciso che di videogiochi voleva anche scriverne e parlarne, il dramma si è completato. Aiutatelo a superarlo su Facebook, Twitter e Google+.

Fan avvisato, mezzo salvato. Questo è quello che devono aver pensato i designer di Daedalic Entertainment nello scegliere il nome del terzo, ed ultimo, capitolo della fortunata serie di avventure grafiche ambientate nel bizzarro mondo di Deponia. E' giunto infatti il momento di salutare per sempre (forse, chi lo sa) Rufus, Goal, Cletus e tutti i personaggi che ci hanno accompagnato in questa trilogia e che tanti appassionati hanno saputo conquistare dal 2012 ad oggi. Come da tradizione, però, non c'è spazio per malinconici saluti, ne tantomeno tempo per zuccherosi convenevoli, perché Goodbye Deponia comincia esattamente dove avevamo lasciato i nostri eroi: nel bel mezzo di una rocambolesca fuga per lasciare il pianeta/discarica, che le malvagie forze dell'Organon complottano per distruggere il giorno seguente. A meno di clamorosi colpi di scena, dopo aver testato la prima ora abbondante di gioco della nuova avventura Daedalic, possiamo anche confermare che quanto vivremo durante il corso del gioco sarà uno degli addii più comici e divertenti che una trilogia videoludica possa offrire, in perfetto stile Deponia.

DEPONIA, ADDIO

La formula alla base di questa nuova iterazione delle avventure della sgangherata banda di eroi di Deponia non sembra infatti essere stata cambiata: dialoghi demenziali, situazioni folli e una pungente comicità sono sempre al centro di una struttura che mantiene invariati i capisaldi del suo successo. In quest'ottica trovano ancora spazio enigmi dalle dinamiche semplici, ma spesso caratterizzati da una generale mancanza di logica e concretezza nella loro natura. Pur non raggiungendo le celebri vette dei polli di gomma con carrucole annesse, le spiazzanti richieste degli enigmi potrebbero come sempre far storcere il naso ad i fan più intransigenti ed amanti del realismo, ma, per tutti gli altri, le situazioni che verranno a crearsi durante la loro risoluzione saranno spesso in grado di strappare una genuina risata. Faranno il loro ritorno in grande stile anche i particolari minigames conosciuti nei precedenti episodi: attivati in situazioni ad hoc, queste digressioni ludiche si potranno presentare sia sotto forma di 'enigmi negli enigmi' oppure di vere e proprie prove di abilità, andando a spezzare il normale ritmo dell'azione e diversificandone le dinamiche.

"Trovano ancora spazio enigmi dalle dinamiche semplici, ma spesso caratterizzati da una generale mancanza di logica e concretezza."

Il codice preview a nostra disposizione ha evidenziato anche un nuovo aspetto strutturale, che speriamo nel gioco completo venga pienamente esplorato, ovvero la presenza di ben tre 'declinazioni' di Rufus, protagonista incontrastato della serie, che apre a nuove possibilità di gameplay: oltre Cletus, il ben noto sosia ed acerrimo nemico del nostro eroe, avremo infatti a che fare con un ulteriore 'alter ego' di Rufus (di cui non riveliamo l'identità per evitare spoiler ai fan della serie), aprendo ad opportunità che la versione dimostrativa sfrutta solo nel caso di una serie di brillanti enigmi improntati sullo scambio d'identità, ma che dimostrano un indubbio potenziale. Resta da vedere quanto di questo verrà sfruttato nella versione finale, magari concedendo al giocatore la possibilità di controllare ognuno dei diversi 'protagonisti' in differenti situazioni, ma questo potrà essere svelato solo in sede di recensione (ormai imminente).
Da buon capitolo conclusivo della trilogia, a livello narrativo, grande importanza sembra essere stata posta nello svelare gli ultimi risvolti ed aspetti caratteriali dei personaggi, a questo punto della serie già ben caratterizzati e delineati, senza perdere l'occasione per inserire la consueta sfilata di deliranti soggetti che accompagneranno/ostacoleranno il cammino di Rufus e compagni nei modi più bizzarri.
Come da tradizione Daedalic, ritorna in grande stile anche un motore grafico che a livello artistico promette di bissare i già alti standard dei capitoli precedenti, con un design delle ambientazioni, dei personaggi ed alcune scelte stilistiche a sottolineare una qualità del disegno di primissimo piano.


Goodbye Deponia In questo Ottobre già carico di grandi appuntamenti videoludici, un piccolo spazio nell'agenda di tutti gli appassionati di avventure grafiche sarà obbligatoriamente occupato dall'uscita di Goodbye Deponia. Previsto per il 15 Ottobre, l'ultimo capitolo delle avventure di Rufus e soci promette di offrire una degna conclusione ad una serie che può ormai contare su una solidissima fanbase, offrendo la consueta formula di comicità ed enigmi bizzarri tanto apprezzata nei capitoli precedenti. Goodbye Deponia sembra quindi rimanere saldo nel solco della tradizione, strizzando però l'occhio ad alcune novità che la versione preview da noi testata permette di intravedere solamente, rimandando il giudizio finale su eventuali innovazioni all'ormai prossima recensione. Tutti i fan sono quindi avvisati: tenete pronti i vostri bagagli, perché il viaggio per lasciare Deponia è ormai dietro l'angolo, e per Rufus e soci si prospetta più burrascoso che mai e pieno di sorprese.

Che voto dai a: Goodbye Deponia

Media Voto Utenti
Voti totali: 10
8
nd