Rocket League Adesso online

Giochiamo in diretta con Rocket League!

Hands on Guild Wars 2 - Shadow of the Mad King

Tyria si tinge di rosso e vi trasporta in un Halloween più tenebroso che mai. Siete pronti per il ritorno del Mad King?

hands on Guild Wars 2 - Shadow of the Mad King
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
Alessandro Sordelli inizia la sua avventura videoludica ereditando un leggendario Commodore 64 a cassette magnetiche, computer che gli apre le porte ai giochi di ruolo e tutto ciò che è fantascienza. Pur nutrendo da sempre un particolare amore per la piattaforma PC, non disdegna il panorama console. E' in giro su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Sebbene Halloween sia entrato nel nostro calendario solo da pochi anni, la notte del 31 ottobre è ormai riconociuta anche in Italia come il momento dell'anno per esorcizzare la paura dell'ignoto e dell'occulto. Negli MMO orientali, non è insolito festeggiare questi momenti con degli eventi in game costruiti ad hoc, generalmente con costumi e armature in tema e competizioni ispirate alla festività stessa. Seppur sviluppatore occidentale con sede a Washington, ArenaNet è forte di questa tradizione asiatica, forse per contaminazione (in)diretta del publisher NCSOFT, un produttore che ha comunque gettato delle importanti fondamenta per il franchise Guild Wars. Per avere un piccolo assaggio di questo succoso update di Halloween, che avrà come titolo Shadow of the Mad King, ArenaNet ci ha gentilmente offerto un account di prova su un server di sviluppo, comprendente un personaggio di livello 80 - per l'esattezza un warrior Charr - con un full equipment e 3500 gemme per gli acquisti; in parole povere, tutto quel che ci serviva per provare con mano le feature di questo aggiornamento.

DOLCETTO O SCHERZETTO?

500 anni fa, Thorn il Re Pazzo governava su tutta Kryta con tirannia e cieca ferocia. Fatto a pezzi dai suoi stessi uomini, il suo spirito è tornato, per portare terrore e pestilenza in tutto il mondo. Come avrete certamente intuito dall'introduzione o come saprete per esperienza, non è la prima volta che Guild Wars incontra Halloween. Già il primo capitolo di questa saga fantasy vantava una festa tutta speciale in occasione della settimana più tenebrosa d'autunno. Esattamente come per gli anni scorsi con il precedente episodio, l'evento Shadow of the Mad King durerà poco più di una settimana - per l'esattezza 8 giorni - suddiviso in 4 atti pieni di mistero e orrore, chiudendo i battenti il primo di novembre, in un gran finale col botto. Non parliamo di un vero aggiornamento del gioco quindi, quanto di contenuti esclusivi che nulla invidiano ad un vero e proprio add-on.
L'impostazione di base rimane identica a quella che ricordiamo, con microeventi sparsi per la mappa e situazioni strampalate per far festa con il popolo di Tyria. Naturalmente ne è passato di tempo, 7 anni per l'esattezza, e i ragazzi di ArenaNet hanno fatto grandi progressi, in particolar modo sotto il profilo grafico, grazie ad un engine eccezionale ed un level design di altissimo livello.

A sette anni di distanza, i due eventi a confronto. (Clicca l'immagine per ingrandire)

L'evento di Halloween di Guild Wars 2 è raccontato attraverso una serie di missioni e incarichi in tema: tutto parte dalla città di Lion's Arch, il cuore pulsante di Kryta ed epicentro di Halloween, diramandosi poi per le varie regioni che compongono la mappa di gioco. La trama viene portata avanti grazie alla struttura ludica che tutti ben conosciamo, con eventi dinamici, mob killing, item searching e l'immancabile dungeon crawnling. Ricordiamo che i mini-dungeon hanno la struttura e l'impostazione dei normali dungeon, pur essendo parte integrante delle aree esplorabili, quindi non a mappa istanziata. Senza anticiparvi nulla per non togliervi il gusto della sorpresa, vi diciamo solo che avrete modo di godervi delle sequenze di gioco in pieno stile horror, ma con situazioni e feeling tipici di Guild Wars 2. Esattamente come per gli episodi precedenti del franchise, il tutto si trasforma in una complessa caccia al tesoro, una corsa alla ricerca del prossimo indizio e della pagina successiva del libro del Mad King. Naturalmente, per fare ciò inconteremo fantasmi, zombie, mummie e altre creature dell'oltretomba che ci guideranno nella lunga ricerca, oppure si frapporranno tra noi e il nostro obiettivo.
Naturalmente non possono mancare le attività alternative: si possono intagliare le zucche per esempio, una pratica poco conosciuta da noi ma molto in voga nelle terre dove Halloween è tradizione. Nella grande piazza di Arco del Leone, un intagliatore di zucche altezzoso e non molto cortese, ci chiede se abbiamo mai provato a intagliare zucche: al nostro "no" come risposta, questo ci allontana con fare snob, invitandoci a tornare quando avremo intagliato almeno uno dei grossi frutti arancioni. Dopo aver inciso la prima faccia su una zucca, l'artigiano ci rivela la presenza di numerose zucche nascoste nel mondo di Tyria, tutte da intagliare per ottenere il prestigioso titolo di Mastro Intagliatore. Questo è un semplice esempio di come ArenaNet si sia sbizzarrita ad inserire eventi e attività ludiche d'ogni genere, per il puro e semplice scopo di divertire i giocatori con piccoli diversivi.
Espolorando le mappe di gioco è possibile imbattersi nelle cosiddette Mistery Door, delle vere e proprie porte misteriose che spuntano nel nulla, e fanno la loro comparsa nel bel mezzo dell'ambientazione per divertire i giocatori con situazioni al limite dell'assurdo. Bussando a questi pesanti portoni di legno, appaiono ragni di plastica e scheletri fluorescenti, da combattere per ottenere simpatiche ricompense. La moneta di scambio dell'evento sono i candy corn, dei dolcetti che possiamo ottenere completando le varie attività di Halloween e raramente trovare nei loot dei nemici. Infine abbiamo il Costume Brawl, una modaliltà PvP completamente libera e non soggetta a vincoli d'istanza, che mette i giocatori l'uno contro l'altro con l'ausilio di toys e finto equipaggiamento, come guantoni da box, spade di legno e scope magiche.

QUESTO È HALLOWEEN!

Ciò che più caratterizza questo nuovo aggiornamento di Guild Wars 2 sono le incredibili ambientazioni realizzate in occasione dell'evento. La location principale di questo tenebroso Halloween è Lion's Arch, completamente addobbato per l'occasione, esattamente come avveniva in passato, nel precedente episodio di Guild Wars: al posto di un cielo limpido e terso, abbiamo una volta celeste cupa e piena di nubi minacciose, con una luna piena che illumina il cielo come a voler richiamare lupi e licantropi della zona. La città è ricca di decorazioni, come le immancabili Jack-o' Lantern intagliate nelle zucche, le candele sospese nell'aria che aggiungono misticismo e magia, ma anche i pipistrelli luminosi appesi a testa in giù al posto delle consuetudinarie lanterne.
Al centro della città c'è il grande calderone ribollente, che trasforma in scheletri scricchiolanti coloro che ci saltano dentro.
Anche l'Heart of the Myst è stato profondamente customizzato in occasione di Halloween, con un risultato che ha del sorprendente, persino più evocativo rispetto ad Arco del Leone. In questo caso i PNG sono stati sostituiti da scheletri e fantasmi degli stessi, mentre è stato rivisto il mood generale grazie all'inserimento di nuovi elementi nello scenario. Così abbiamo degli alberi rinsecchiti e contorti in pieno stile burtoniano, tenebrosi spaventapasseri, pipistrelli che svolazzano qua e là, oltre ad una nebbia verdognola che crea davvero un'atmosfera unica.
La festività ci mette anche a disposizione un sacco di equipaggiamento in stile come lo scudo The Mad Moon, o l'arco Arachnophobia. I giocatori della vecchia scuola ricorderanno certamente l'assenzio e le numerose pozioni di Halloween: nel contesto odierno troviamo tutta una serie di infusi e beveroni, in grado di trasformare il nostro beniamino in una creatura del regno dei morti, come un fantasma - il classico lenzuolo volante dei cartoni animati - in uno scheletro oppure in zombie. Non potevano mancare le novità dai mercanti, che ci vendono ricette stagionali disponibili solo per pochi giorni, anche se non ci è stato possibile testare la feature dato che il nostro pre-made character non aveva punti sulle skill lavorative.

Guild Wars 2 Con Shadow of the Mad King ArenaNet colpisce ancora, regalandoci colore e brio senza costi aggiuntivi, e senza chiedere nulla ai giocatori se non divertirsi a più non posso, per una settimana all'insegna del "trick or treat". L'anteprima di cui abbiamo goduto in questi tre giorni ci ha regalato tanto divertimento e risate, ma siamo sicuri che sarà ancora più divertente sui normali server di gioco, con l'intero popolo di Guild Wars per condividere avventure e battaglie in costume. Mentre continuiamo a intagliare zucche, ci prepariamo alla neve, con i suoi pupazzi e le snowball fight: il Natale è più vicino che mai.