What Remains of Edith Finch Oggi alle ore 16:00

Giochiamo in diretta con questa avventura dalle tinte oscure

Hands on Hawken su Steam

Il gioco di Adhesive Games si aggiorna, approdando finalmente sulla piattaforma digitale di Valve.

hands on Hawken su Steam
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Alessandro Sordelli inizia la sua avventura videoludica ereditando un leggendario Commodore 64 a cassette magnetiche, computer che gli apre le porte ai giochi di ruolo e tutto ciò che è fantascienza. Pur nutrendo da sempre un particolare amore per la piattaforma PC, non disdegna il panorama console. E' in giro su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Sebbene il free-to-play non riesca ancora a convincere alcuni giocatori fidelizzati ad un mercato più "classico" e tradizionalista, alcuni recenti release sono state capaci di far cambiare idea anche agli utenti più "cocciuti" e meno avvezzi al nuovo modo di giocare. Hawken è senza dubbio uno dei giochi che hanno modificato il trend, insieme a tanti MMO già disponibili sul mercato e ad un mondo console che ha iniziato ad approcciare il nuovo business model. Sviluppato da Adhesive Games e distribuito da Meteor Entertainment, il videogioco in questione ci porterà in un distopico futuro nel quale la guerra si combatte a bordo di potenti mech da guerra, ognuno dotato di caratteristiche uniche e incredibili.
A pochissimi giorni dalla release di Titanfall, torniamo a parlare di uno dei più interessanti first person shooter multiplayer only, titolo esclusivo per piattaforma PC Windows.

LO SBARCO SU STEAM

Prima che qualcuno punti il dito ed urli al plagio, vogliamo precisare che Hawken è un gioco in sviluppo da molto prima che si sapesse dell'esistenza di Titanfall. Non solo: il gioco è a disposizione del pubblico - prima in versione alpha e poi in versione beta - da circa un anno e mezzo. Noi lo provammo per la prima volta in occasione di E3 2012; in seguito militammo sui primissimi server della beta, monitorando costantemente la situazione, per un gioco che, non lo si può negare, dimostra grandi potenzialità oggi come allora. Tornando all'inevitabile paragone con il gioco di Respawn Entertainment, confermiamo una volta per tutte che parliamo di due giochi molto diversi tra loro, con ritmi di gioco profondamente differenti ed un gameplay difficilmente accostabile.
Il recente sbarco sulla piattaforma di Valve, Steam, ha dato grande visibilità al prodotto di Meteor Entertainment, un'unione che, all'atto pratico, si traduce in tantissimi nuovi account e una sfilza di nuovi giocatori attivi. Ce ne accorgiamo subito per via di una considerevole riduzione dei tempi d'attesa anche sulle modalità meno apprezzate dal pubblico, quelle per le quali in passato accadeva di non trovare sufficiente numero di player a formare una squadra di gioco completa. Come per la precedente fase di beta, in aggiunta al mech standard con il quale partiremo, avremo possibilità di utilizzare per un periodo di tempo limitato anche tre advanced model presi direttamente dallo store in-game, così che il nuovo giocatore possa avere un quadro completo del gioco e delle sue caratteristiche, senza dover mettere mano al portafogli o senza necessità di guadagnare crediti per acquistare nuovi mech.

NUOVO UPDATE: BETA 1.0.6

L'ultimo grosso update è stato rilasciato da Adhesive Games lo scorso ottobre (l'ultima volta che abbiamo scritto del gioco era agosto, a pochi giorni dalla kermesse di Colonia), mentre nel corso dei mesi successivi sono stati resi disponibili alcuni aggiornamenti minori e piccoli tweak, atti a migliorare ulteriormente le prestazioni sulle macchine meno prestanti, sistemando inoltre qualche sporadico bug. Dal punto di vista dell'ottimizzazione è stato fatto molto; ce ne siamo accorti anche noi che, equipaggiando una scheda grafica di fascia alta, godiamo di un framerate ancor più stabile con effetti particellari e di fisica non più gravosi sull'hardware come in occasione delle prime beta build. La partnership con NVIDIA ha dato evidentemente buoni frutti e la cosa gioverà tanto ai giocatori in possesso dei gaming rig più performanti e costosi, quanto alle soluzioni hardware più modeste e quindi ai giocatori occasionali in cerca di un po' di sano divertimento. La principale e più interessante novità aggiunta proprio con l'update di fine ottobre è senza dubbio la modalità co-op, che ricalcando l'ormai classico format Horde (o Orda se preferite, quello reso celebre da Gears of War e ora immancabile per ogni shooter online che si rispetti), ci catapulta in un'arena nella quale dovremo rottamare tonnellate e tonnellate di robot e bot. Le ondate sono 25 in tutto, e ad ogni nuovo turno gli spawn point richiameranno un numero sempre maggiore di mech e droni volanti, con mob sempre più agguerriti e resistenti. L'aspetto più interessante di questa modalità è che i nemici non verranno introdotti nell'arena seguendo uno script prestabilito, ma attraverso un sistema di selezione casuale degli spawn portal capace di rendere ogni match diverso dai precedenti, con variabili di gioco inedite e stimolanti. Sebbene ci sia ancora qualche lavoro da fare sulla IA dei bot, dobbiamo dare atto della bontà di questa nuova modalità cooperativa.
Con il gioco co-op Adhesive Games approfitta per presentare il nuovo mech Predator. Il riferimento al noto personaggio del cinema non è certo un caso, perché Predator ha la capacità speciale di rendersi completamente invisibile così da nascondersi agli occhi del nemico, tendendo pericolose e letali imboscate al primo ignaro a portata di tiro. Parliamo di un robot di Classe-B Medio, che utilizza un flack cannon come arma primaria e un lancia-mine come bocca di fuoco secondaria. La sua capacità di celarsi all'avversario è compensata da un carapace sottile e poco resistente, che costringerà il giocatore a evitare gli scontri ravvicinati o l'incontro con più di un nemico per volta. Con l'arrivo del nuovo mech giungono ovviamente nuove armi e perks per la customizzazione, così come gli immancabili cosmetici e chassis art.

Hawken Il free-to-play di Adhesive Games è senza riserve uno dei migliori esponenti del suo genere, eguagliato in profondità solo dalle migliori produzioni tripla A first person shooter. Ad un comparto tecnico davvero sbalorditivo, basato su Unreal Engine 3, si affianca un gameplay al cardiopalma, avvincente e ritmato. Il giocatore alle prime armi dovrà inizialmente fare i conti con un sistema di controllo ben diverso rispetto a quello cui è stato abituato, ma una volta presa la mano il divertimento è davvero assicurato. La formula freemium non è mai invasiva e lascia totale libertà al giocatore di fronte allo schermo, senza mai avvantaggiare i player che investono soldi veri (niente pay-to-win quindi, e un market che mette sostanzialmente a disposizione solo i cosiddetti cosmetics). Qualche cosa ancora da rivedere sul sistema di controllo e di bilanciamento del combattimento, e un parco mappe decisamente spoglio che speriamo di veder presto infoltito con nuovi scenari e inedite ambientazioni. Le quattro modalità di gioco e la co-op mode invece, sono già in grado di garantire sufficiente divertimento e rigiocabilità. Se siete a disposizione di un PC adatto al gaming e portate lo shooter in prima persona nel cuore, Hawken è una tappa fondamentale nonché gioco che saprà conquistarvi. Se volete saggiarne le enormi potenzialità, potete prendere visione del nostro ultimo video gameplay.

Che voto dai a: Hawken

Media Voto Utenti
Voti totali: 54
7.5
nd