MvC Infinite (Schiaccisempre) Adesso online

Schiaccisempre ci introduce al mondo del picchiaduro Capcom!

Hands on Hearthstone: Heroes of Warcraft

Il free-to-play di Blizzard apre le porte al pubblico!

hands on Hearthstone: Heroes of Warcraft
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPad
  • Pc
Alessandro Sordelli inizia la sua avventura videoludica ereditando un leggendario Commodore 64 a cassette magnetiche, computer che gli apre le porte ai giochi di ruolo e tutto ciò che è fantascienza. Pur nutrendo da sempre un particolare amore per la piattaforma PC, non disdegna il panorama console. E' in giro su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Quello che solo un anno fa ci sembrava un progetto rischioso e azzardato, oggi è forse il titolo più innovativo, promettente e curioso sviluppato da Blizzard Entertainment negli ultimi anni. Hearthstone: Heroes of Warcraft ha fatto discutere molto non solo per il concept in sé, quanto per via delle nuove politiche business dell'azienda con sede ad Irvine. Parliamo infatti del primo gioco free-to-play rilasciato dai creatori di World of Warcraft, da sempre fedeli ad un modello con canone mensile e alle tradizionali produzioni retail. Dopo vari mesi in closed beta, il free-to-play made in Blizzard raggiunge finalmente il grande pubblico, scontrandosi non solo con gli hardcore gamers e i fan del franchise, ma anche con un'utenza casual che potrebbe rivelarsi persino più pignola e puntigliosa, sollevando questioni relative alla semplicità d'approccio del gioco o alla stessa natura free-to-play. Vediamo le ultime novità del gioco di carte collezionabili più chiacchierato del momento.

FINALMENTE OPEN BETA!

Blizzard ha ufficialmente aperto i cancelli della beta pubblica lo scorso 22 gennaio. È la fase nella quale Blizzard appronterà le ultimissime modifiche, apprestandosi quindi a testare i server in previsione del lancio ufficiale, come confermato anche dalla parole di Jason Chayes nel corso della nostra recente intervista. Il nostro approccio con la open beta non è poi stato molto diverso da quello avvenuto con la prova a porte chiuse, ed ha confermato, una volta per tutte, l'eccezionale qualità di un digital card game che promette di diventare il solido punto di riferimento del genere. La modalità Addestramento ci permette di prendere confidenza con le meccaniche di gioco e con i nove mazzi prefabbricati, mentre scegliendo Gioco sfideremo un giocatore in carne ed ossa, selezionato per noi dall'ottimo sistema di matchmaking.

"I più recenti aggiornamenti hanno visto alcune creature cambiare statistiche, costo in gemme e abilità."

A queste due modalità si aggiunge l'Arena, che offre interessanti ricompense ai giocatori che sapranno sconfiggere gli avversari in 3 match di tipo booster draft. Al momento sono disponibili 447 carte, di cui 180 appartenenti al cosiddetto Set Base e 267 del Set Avanzato: le prime le sbloccheremo giocando nella modalità allenamento utilizzando i prebuild deck, mentre le altre le troveremo scartando i booster pack. L'aggiunta di nuove carte, inedite abilità e un notevole bilanciamento generale del gameplay, sono stati in grado di colmare molte delle lacune del sistema di gioco, risanando i dubbi sollevati nel corso del precedente hands-on. Il tutto, lo precisiamo anche in questo frangente, è condito da una grafica coloratissima e da personaggi scanzonati e irriverenti, doppiati anche in lingua italiana con le voci che già caratterizzano World of Warcraft.
In aggiunta ad un gameplay davvero frizzante e divertente, la open beta di Hearthstone si mette in mostra con delle trovate davvero intriganti che siamo sicuri sapranno irretire moltissimi giocatori e appassionati di collectible card game. Tra le cose maggiormente interessanti annoveriamo il crafting, che ci permette di riciclare le carte che non utilizziamo o che non ci interessano, così da poter recuperare Gold o Polvere Arcana (Arcane Dust) e costruire le carte che invece ci servono per mettere insieme un deck adeguato alla competizione. La cosa è ovviamente più facile a dirsi che a farsi, perché per ogni carta che vorremo forgiare si renderà indispensabile disincantarne 4 con lo stesso grado di rarità. Un altra interessante aggiunta sono le Golden Card. Nonostante Hearthstone non metta a disposizione degli utenti un sistema di scambio o compravendita delle carte, il team di Blizzard ha pensato bene di inserire degli speciali esemplari "rivestiti" di una patina d'oro e da decorazioni barocche. Sono il corrispettivo delle cosiddette foil di Magic: the Gathering e naturalmente, se riciclate, permettono di recuparare ingenti quantità di risorse.

UPDATE E AGGIORNAMENTI

I continui aggiornamenti alla card list e il costante bilanciamento del sistema di gioco, hanno finalmente reso possibile godere di un gameplay più competitivo, divertente ma soprattutto la costruzione di brillanti tattiche di gioco affinando la pratica del deck building. Mentre scriviamo questo articolo, il client di gioco è disponibile nella versione 1.0.0.4482. I più recenti aggiornamenti hanno visto alcune creature cambiare statistiche, costo in gemme e abilità. Sin dalle prime fasi closed beta era possibile dedicare anima e corpo alla costruzione di mazzi tematici o di potenti combo; ma ora, grazie ad un'open beta in grado di abbracciare un'utenza ampia e stratificata quindi alla community di pro gamer, possiamo finalmente saggiare le vere potenzialità di Hearthstone.
Osservando attentamente i deck dei giocatori primi in ladder, scorgiamo tre archetipi di mazzo. Il primo - uno di quelli di più facile approccio - è l'Aggro. Si tratta di un deck che utilizza i minion come principale strumento per ferire l'avversario, un mazzo per lo più composto da card dal basso costo in gemme e da poche magie di supporto. A seguire troviamo i Control deck, che al contrario fanno largo utilizzo delle magie, lasciando le creature in secondo piano (spesso le creature sono dei semplici diversivi o dei meri strumenti di difesa). In ultimo troviamo i mazzi Combo, che hanno un grande fascino e possono essere davvero distruttivi: l'unico problema è che pescare le carte sbagliate rischia di portare ad una rapida e irrimediabile sconfitta. Inoltre basta poco perché l'avversario ci colga in contropiede annullando il nostro vantaggio.

LA SCENA E-SPORT

Già nel corso della scorsa closed beta ci fu modo di saggiare le potenzialità di Hearthstone nell'ambito dell'e-sport: anche la divisione nazionale della Electronic Sports League aveva ad esso dedicato alcuni tornei, con grande interesse da parte del pubblico più disparato. Adesso che siamo finalmente approdati alla fase open e che il codice si presenta in forma smagliante, pseudo-definitiva, finalmente Blizzard prende in mano le redini della competizione per espandere i propri orizzonti. Qualche giorno fa è iniziata la Test Season 3: tutti i giocatori sono stati resettati al livello 25 e ripartiranno da principio verso la conquista delle prime posizioni della ladder. Attraverso il sito web ufficiale è possibile restare sempre aggiornati sulla situazione globale e quindi sui migliori giocatori di Hearthstone del globo. Generalmente la lista viene aggiornata una volta a settimana, ma è auspicabile l'arrivo di uno strumento apposito con aggiornamenti live (magari all'interno del client di gioco). I giocatori alla ricerca di consigli di gioco possono invece restare sintonizzati sul canale ufficiale di Twitch dedicato ad Hearthstone, che offre streaming delle migliori partite giocate e quindi una panoramica davvero completa di quando accade nell'attuale circuito torneistico del titolo Blizzard.

Hearthstone: Heroes of Warcraft Il free-to-play di Blizzard Entertainment promette grandi cose. Non parliamo solo di strepitoso successo tra i casual gamer e di grandi numeri in termini d’utenza, ma anche e soprattutto di curiose prospettive nell’ambito dell’e-sport, un universo in continua espansione nel quale Blizzard già si muove bene con il franchise di Starcraft, e che presto s’ingrandirà con Hearthstone e con il futuro Heroes of the Storm. Gli ultimi aggiornamenti ci hanno confermato, una volta per tutte, le incredibili potenzialità del primo free-to-play made in Blizzard: gli spigoli più duri sono stati smussati e la release ormai vicina. Non possiamo che consigliarvi di buttarvi in una delle esperienze online più curiose e divertenti degli ultimi anni, da giocare contro gli amici in un duello all’ultima carta.

Che voto dai a: Hearthstone: Heroes of Warcraft

Media Voto Utenti
Voti totali: 29
7.6
nd