GCom10

Hands on inFAMOUS 2

inFamous 2 svela le sue carte alla GamesCom 2010

hands on inFAMOUS 2
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Ps3

Mostrato a porte chiuse già allo scorso E3, inFamous 2 è una delle esclusive più importanti che arriveranno su Playstation 3 nel corso della prossima stagione. I Sucker Punch, che già con il primo titolo avevano bilanciato piuttosto bene libera esplorazione, action e scelte morali, stanno portando il loro franchise a un livello completamente nuovo, senza modificarne i paradigmi ludici di base ma correggendo alcuni dei difetti evidenziati dalla fanbase.

Nella tranquillità di una presentazione a porte chiuse organizzata da Sony, Brian Fleming, cofondatore di Sucker Punch, ci ha mostrato un livello totalmente inedito, nonché il nuovo “vecchio” Cole, riportato, dopo gli eccessi della versione E3, a uno stile più tradizionale; il nostro protagonista non è più il ragazzo aggressivo e forse troppo arrogante del primo episodio, ma un uomo consapevole dei suoi poteri e della sua missione. inFamous 2, infatti, si apre fin da subito con tutti i poteri che abbiamo imparato a conoscere nel primo episodio, senza limite alcuno. Non ci sarà nulla di simile alle acque dello Stige che cancellano i poteri divini o alla Samus Aran che all’inizio di ogni gioco trova il suo equipaggiamento sparso nei pianeti che visita, anzi, il primo impatto con il gioco è molto violento dovendo sopravvivere subito a un attacco della misteriosa “Bestia”, antagonista sommo e vero deus ex machina della vicenda di Cole e soci. Fin da subito dovremo essere consapevoli che il nostro unico obiettivo sarà diventare sempre più forti e con l’avanzare della storia scopriremo lati sempre più oscuri sia di New Marais (la nuova città in cui è ambientato il gioco, ispirata a New Orleans) che del protagonista stesso, schiacciato fra le sue colpe e il suo nuovo ruolo superumano.
La demo mostrataci inizia in un parco dove Cole sta subendo violenti attacchi da parte di alcuni teppisti, la prima cosa che salta all’occhio è una nuova arma, soprannominata The Ham, una specie di gigantesco diapason elettrificato che useremo per effettuare devastanti attacchi corpo a corpo. Rispetto al primo titolo, ma anche rispetto alla maggioranza degli action game attualmente sul mercato, l’interazione ambientale raggiunge nuove vette: colpendo una struttura di legno la vedremo prendere fuoco e collassare su se stessa fra le fiamme, mentre le colonne di cemento che chiudono un gazebo richiederanno più di un colpo prima di cedere. Addirittura la vegetazione è dinamica, lanciando un nemico contro un albero vedremo i rami tremare e le foglie cadere, mentre se solleveremo un’auto per scaraventarla in un palazzo rischieremo di creare una reazione a catena di esplosioni capace di uccidere anche noi. New Marais è viva, e anche Cole ha beneficiato di un deciso svecchiamento per quanto riguarda le animazioni, ora effettuate per la maggior parte in motion capture. La presa diretta delle mosse di arti marziali da al gioco una fisicità pregna di realismo; usando l’Ham si ha davvero la sensazione di combattere brandendo una sbarra d’acciaio pesante svariati chili, mentre la lotta corpo a corpo ha l’eleganza delle migliori arti marziali.
Il sistema di scelta fra bene e male su cui si basava la vicenda del primo inFamous torna ma è diventato meno macchinoso, ogni nostra azione potrà modificare la trama, senza più la necessità di arrivare a punti preimpostati della trama. In questo modo non solo i bivi si moltiplicano, trasformandosi in complicatissimi incroci, ma anziché avere solo due finali possibili, inFamous 2 si apre a una quantità di conclusioni decisamente superiore di cui però gli sviluppatori non hanno voluto parlare. New Marais, palesemente debitrice dello stile neobarocco della Luisiana e soprattutto della mitica New Orleans che riempiva le cronache mondane prima di Katrina, è grande più o meno come Empire City ma l’aumento di dettaglio e, soprattutto, la complessità architettonica degli edifici, permettono di passare molto più tempo a esplorare i tetti e le strade. Dimenticate i paesaggi da giungla metropolitana del gioco precedente, nel nuovo inFamous dovremo saltare fra guglie, case basse e vicoli sul fiume, modificando radicalmente il nostro rapporto con la città. Naturalmente alcuni elementi di base sono rimasti uguali, come il grind sui cavi della luce o lo scontro fra gang rivali, così come la possibilità di accettare subquest da alcuni NPC. Una delle maggiori novità di questa build “tedesca” è stato un nuovo nemico, chiamato Ravature, una specie di abominio composto dai corpi consunti di tantissimi corrotti (gli esseri umani che sono stati contaminati dall’acqua avvelenata), capace di fuggire nel sottosuolo ed attaccarci di sorpresa. Lo scontro non è stato per niente semplice e ha richiesto una certa abilità sia nell’uso dei poteri elettrici (per immobilizzare il nemico) sia con l’interazione ambientale, dato che la mostruosità ha smesso di inseguirci solo dopo aver ricevuto diverse automobili sul muso.
Nella session di Q&A successiva alla conclusione della demo abbiamo potuto chiedere a Brian Fleming cosa ne pensasse di Move o dell’uso del 3D: “In realtà non ci abbiamo ancora pensato” , ha detto, ”per ora siamo concentrati sul raffinamento dei controlli attuali e ci sembra precoce pensare a Move, non escludo che potremo supportarlo in futuro, ma per ora non abbiamo piani in proposito” . Riguardo il 3D, invece “Sony possiede alcune tecnologie straordinarie ma non siamo ancora certi di poterle sfruttare, anche qui, vi diremo qualcosa di più a ridosso della data d’uscita ”. Sulla possibilità che Cole apprenda nuovi poteri oltre all’elettricità: “Bhe, mentirei se dicessi che non ci abbiamo pensato, per ora stiamo facendo degli esperimenti, se ci soddisferanno appieno ci farà molto piacere mischiare le potenzialità di Cole con gli altri elementi naturali”. Una delle caratteristiche più acclamate sia del primo gioco che della Demo losangelina furono le famose cut scenes in stile comic americano, tutte in due dimensioni, strutturate come un fumetto DC o Marvel, “Naturalmente torneranno, ma le abbiamo riviste in una maniera davvero intrigante: ma c’è un effetto profondità dato dalle texture a tre dimensioni applicate sui modelli bidimensionali, è quasi un 2.5D, ma vi assicuro che funziona molto bene!”.

inFAMOUS 2 inFamous 2 si candida ad essere uno dei maggiori successi della prossima stagione ludica. Questa preview qui alla GamesCom ha confermato le già ottime impressioni che avevamo avuto all’E3; Sucker Punch, pur non snaturando il suo concept di base ha saputo fare tesoro dei consigli dell’utenza ed espandere quanto di buono c’era nell’idea del gioco originale. Il prossimo anno sapremo se l’attesa sarà ripagata, continuate a seguirci.

Che voto dai a: inFAMOUS 2

Media Voto Utenti
Voti totali: 123
8.1
nd