Pro Evolution Soccer 2018 Oggi alle ore 16:00

Giochiamo in diretta con la beta del nuovo gioco Konami!

Gamesweek

Hands on Injustice: Gods Among Us

Nuova prova per il picchiaduro NetherRealm alla Gamesweek

hands on Injustice: Gods Among Us
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • iPhone
  • iPad
  • Wii U
  • PS4
 Roberto de Luca Roberto de Luca scopre il meraviglioso mondo dei videogame quando nel 1996 suo padre gli regala una Playstation nuova fiammante. Grande appassionato di qualsiasi cosa riguardi gli zombie, adora gli sparatutto in soggettiva, i tatuaggi ed il buon vino. Lo potete trovare su Facebook e su Google Plus.

Il nuovo entusiasmante picchiaduro targato Warner Bros. è tornato a mostrarsi alla Gamesweek di Milano con nuovi personaggi giocabili e nuove ambientazioni rispetto alla demo proposta alla Gamescom di Colonia. Dopo lo straordinario successo di Batman Arkham Asylum e Batman Arkham City, Warner Bros. Games torna a focalizzarsi sullo straordinario mondo a fumetti della DC, ma questa volta porta sullo schermo tutti i personaggi più famosi, riuniti per un picchiaduro dai toni decisamente epici. Gli sviluppatori di NetherRealm Studios sono gli stessi dell'ultimo capitolo della saga Mortal Kombat, le cui peculiarità traspaiono limpidamente anche in Injustice, seppur con qualche differenza da non sottovalutare.

Potere Smisurato

Nonostante il roster non vastissimo presente nella demo aperta al pubblico (quello definitivo conterà ben 25 personaggi, più probabili DLC) siamo riusciti a testare il combat-system di alcune nuove personalità come Nightwing e Cyborg, ritornando anche sui già testati Batman, Harley Quinn e Solomon Grundy. Si comincia con Nightwing, uno dei personaggi più controversi dell'universo DC. Le caratteristiche del giustiziere sono indubbiamente quelle di un combattente molto agile e veloce, che ritroviamo perfettamente specchiate attraverso movenze feline ed ampie possibilità di salto, che aprono naturalmente molteplici possibilità di combo per l'eroe mascherato. La spinta contro ostacoli interattivi è uno dei marchi di fabbrica di Nightwing che, dall'alto, può sferrare un potente "doppio calcio rovesciato" in grado di gettare al suolo qualsiasi avversario.

"Gli stage sono direttamente presi dalle più famose ambientazioni a fumetti, tutte meticolosamente realizzate per rievocare gli immortali scorci impressi nella mente e nel cuore di ogni fan del mondo DC"

Anche con i piedi perterra, tuttavia, il nostro sarà una vera e propria minaccia per qualsiasi avversario: anzitutto per l'imprevedibilità dei suoi colpi. A saltare immediatamente all'occhio sono le armi che il paladino porta con se: si parte da due bastoni da combattimento "alla Robin", leggeri ed ideali per sfruttare tutta la rapidità del personaggio e concatenare combo molto pericolose e capaci di sfruttare il rimbalzo a terra o ai bordi dell'arena per numerose hit extra in juggling. Non bastasse, i due bastoni possono sprigionare una potente carica elettrica, utile sia per stordire i nemici che per creare un proiettile energetico da lanciare addosso all'avversario. Se l'azione rapida e mirata della doppia arma non dovesse avere successo Nightwing avrà la possibilità di unire quelle che comprenderemo presto essere le due metà di un bastone ben più pericoloso. Al cambio di stance offensiva corrisponderà un corposo mutamento nelle dinamiche d'attacco, che si faranno più acrobatiche, spettacolari e potenti ma leggermente meno rapide. Bisognerà dunque ben ponderare (anche a seconda del matchup) quale delle possibiltà offensive sfruttare e quando. Cyborg è un combattente molto diverso, potente e massiccio e, proprio per questo, saldamente ancorato a terra. Qui la potenza e la forza bruta sono tutto: non dovremo pensare di poter schivare agilmente i colpi avversari e controbattere in maniera mirata; si tratterà d'incassare quanto necessario e restituire il tutto con gli interessi raddoppiati. Per produrre gli effetti desiderati sull'avversario Cyborg avrà prima di tutto a disposizione i cannoni in cui potrà trasfomare le sue braccia bioniche: una serie di proiettili energetici per colpire l'avversario dalla distanza e mantenerlo sufficentemente deconcentrato da permettergli di avvicinarsi, magari sfruttando il rampino. Quest'ultimo, già in queste primissime sessioni di gameplay, pare davvero utilissimo, sia per spostarsi all'interno dell'ambientazione che per sfruttare ostacoli ed oggetti d'ogni genere, che Cyborg scaglierà grazie alla sua brutale forza fisica. Immancabile, da questo punto di vista, anche una nutrita serie di combo in juggling, ottenibili sfruttando rimbalzi e la facoltà di proiettarsi verso l'avversario (o tirarlo verso di se) sfruttando l'utile strumento. A proposito di strumenti non dobbiamo assolutamente dimenticare le altre "armi non convenzionali" a disposizione dell'eroe, che partiranno dalla facoltà di lanciare delle speciali granate di prossimità sul terreno di gioco. Anche in questo caso, grazie ad esplosioni combinate al momento giusto, saremo in grado di "sollevare" l'avversario per continuare una combo.

Pad alla mano è impossibile dunque non notare lo stesso feeling di Mortal Kombat, la cui velocità e fluidità durante gli scontri è perfettamente riproposta in Injustice. Ogni personaggio possiede un set di attacchi e abilità uniche, prese direttamente dall'universo bidimensionale del fumetto, per caratterizzarne ulteriormente le personalità (in molti casi disturbate!): oltre ai già citati Harley Quinn è in grado di lanciare piccoli pacchetti-bomba o utilizzare una potente pistola come attacco a distanza, mentre Superman può polverizzare il nemico con potenti raggi laser emanati dai bulbi oculari. La disposizione dei comandi sul pad favorisce l'utilizzo delle mosse peculiari grazie a tasti dedicati (il tasto B per gli attacchi speciali ed il tasto RB per le prese), suggerendo un approccio sicuramente più immediato per godere appieno della spettacolarità del titolo, ma forse un po' troppo intuitivo per i puristi del genere. Ogni personaggio possiede poi una barra speciale, in grado di caricarsi grazie a combo di almeno 3 colpi eseguiti con successo; una volta piena, attraverso la pressione dei tasti dorsali, il protagonista è in grado di liberare l'energia accumulata, realizzando una mossa speciale introdotta da un filmato in-game altamente spettacolare. Nonostante non siano potenti quanto lascino sperare, le mosse speciali di Injustice sono il vero fiore all'occhiello della produzione, tutte realizzate nei minimi dettagli e in grado di ricalcare minuziosamente le qualità di ciascun personaggio. Impossibile non abbozzare un sorriso guardando Flash che compie il famigerato "giro introno al mondo in un secondo" per colpire l'avversario con un gancio micidiale; o Solomon Grundy estrarsi una lapide dal petto per spaccarla in testa al nemico. Alcune di queste special favoriscono il juggling: come nel più classico dei picchiaduro infatti, anche in Injustice potrete continuare a martoriare il rivale mentre è totalmente inerme a mezz'aria, facendogli perdere parecchia energia a patto di concatenare con il giusto tempismo le movenze. L'abilità nello sfruttare questi particolari momenti di gioco starà però non solo nel giocatore, quanto anche nel lottatore selezionato, la cui rapidità d'attacco sarà indispensabile. Sarà difficile eseguire una serie attacchi concatenati con Solomon Grundy, che seppur capace di ferire gravemente risulta impacciato nei movimenti; diversamente il già citato Nightwing sarà completamente proiettato alla veloce contatenazione d'attacchi. In Injustice, insomma, ogni personaggio è bilanciato tenendo conto deille sue capacità e caratteristiche fisiche.

Gli stage sono direttamente presi dalle più famose ambientazioni a fumetti, tutte meticolosamente realizzate per rievocare gli immortali scorci impressi nella mente e nel cuore di ogni fan del mondo DC. Un grande lavoro è stato svolto a questo proposito per permettere ai giocatori un alto grado d'interazione proprio con le arene. Durante la progressione dello scontro, data l'innegabile potenza delle due parti coinvolte, l'ambiente circostante ne subirà direttamente le conseguenze: macigni crolleranno dai soffitti andando a colpire oggetti inanimati sullo sfondo, vetri si infrangeranno e pericolose crepe si apriranno sul pavimento, cambiando in tempo reale le possibilità di approccio allo duello. In alcuni stage inoltre sarà possibile distruggere un'estremità per rivelare una parte inedita del livello, dove i due contendenti potranno continuare ad azzuffarsi. Ma non è tutto: in precisi punti degli stage, premendo il tasto LB, sarà possibile interagire direttamente con lo scenario, attivando una delle tantissime interazioni presenti e cogliendo di sorpresa il nemico con attacchi inaspettati: ad esempio utilizzando il sistema di difesa missilistica costruito da Bruce Wayne all'interno della Bat-caverna. Peccato che nella demo fossero presenti solamente due arene (per'altro molto simili tra loro); davvero troppo poche per avere un'idea precisa su cosa aspettarci ad Aprile. Trattandosi di scontri a round singolo -seppur con due barre d'energia- la precisione e la velocità d'esecuzione saranno fattori fondamentali per portare a casa la vittoria, data la totale assenza di qualsiasi interruzione. Ogni giocatore dovrà studiare attentamente il terreno circostante, cercando di trarne vantaggio e allo stesso tempo riconoscere le abilità avversarie, annotando mentalmente eventuali punti deboli e sfruttandoli di conseguenza a proprio favore. Purtroppo nessuna novità è stata ancora divulgata riguardo la modalità multiplayer online, sicuramente implementata nel titolo ma della quale ancora si ignorano le specifiche. Si spera ovviamente che il net code utilizzato da Injustice sia migliore di quello visto in Mortal Kombat, del tutto incapace di sostenere i match online a causa dei continui problemi legati alla latenza.

Injustice: Gods Among Us L’ottima caratterizzazione dei personaggi, l’alto tasso di interazione con l’ambiente circostante e il gameplay ben strutturato rendono Injustice un titolo appetibile e atteso non solo dai fedelissimi delle serie a fumetti, ma da tutti i fan del genere picchiaduro, che ritroveranno nel titolo NetherRealm tutte le peculiarità apprezzate in Mortal Kombat. I “nuovi” personaggi testati in questa demo rivelano diverse peculiarità, che prospettano per Injustice un gameplay davvero molto vario ed entusiasmante. Non resta che aspettare nuove informazioni, che siamo sicuri trapeleranno nei prossimi mesi, sperando si focalizzino sulle eventuali modalità secondarie che potrebbero arricchire ulteriormente l’offerta del gioco. Nel frattempo continuate a seguirci su Everyeye.it.

Che voto dai a: Injustice: Gods Among Us

Media Voto Utenti
Voti totali: 63
7.4
nd