Q&A: Domande e Risposte Oggi alle ore 16:00

Francesco e Alessandro rispondono ai vostri dubbi

Xbox One Lancio

Hands on Kinect Sports Rivals

Uno sguardo sul nuovo sportivo arcade di Microsoft, questa volta più accurato e preciso grazie al nuovo Kinect

hands on Kinect Sports Rivals
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox One
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Kinect Sports Rivals arriverà su Xbox One soltanto la prossima primavera, con sei discipline pronte ad entusiasmare tutti i fan del motion gaming. Al lancio della sua nuova console Next-Gen, tuttavia, Microsoft non poteva fare a meno di concedere ai più piccoli, e a tutti coloro che vogliono sperimentare le nuove funzionalità di Kinect 2.0, almeno una breve e coloratissima demo.
Dal Marketplace è quindi possibile scaricare gratuitamente la “Pre-Season” del gioco: una sorta di demo che include soltanto la prima del sestetto di attività che troveremo nel pacchetto completo. Dimenticatevi quindi Bowling, Rock Climbing, Calcio, Tennis e Tiro al Bersaglio: per scaldarci e agitarci in salotto la Pre-Season ci mette invece in sella alle moto d'acqua.
Ovviamente questa versione è ben lungi dal rappresentare la qualità del prodotto finale, ma è più che sufficiente per fare un primo “giro di prova” e vedere come se la cava il nuovo Kinect.

ALLE PRESE CON KINECT 2.0

La Pre-Season di Kinect Sports Rivals mette fin da subito in evidenza quale sarà lo stile della produzione. I menù sono sgargianti e coloratissimi, e già nella schermata iniziale veniamo accolti dalle note di un brano che più pop non si può. Del resto Kinect Sports e più in generale il motion gaming targato Microsoft hanno sempre dialogato benissimo con l'idea di un intrattenimento spiccatamente popolare. Non fa eccezione questo capitolo Next-Gen della saga sportiva, che si presenta ai nastri di partenza con modelli dei personaggi molto stilizzati e dalle forme abbastanza caricaturali, che sembrano usciti da un film d'animazione in computer grafica.
Il titolo non perde tempo e ci informa che possiamo provare una sola disciplina, mettendoci immediatamente di fronte al tutorial che spiega il sistema per controllare la nostra moto d'acqua.
A Kinect Sports Rivlas si gioca come sempre in piedi, e nel caso del Jetski dobbiamo tendere le mani avanti come se le stessimo poggiando sul manubrio della moto d'acqua. La rinnovata efficacia della periferica nel catturare i movimenti permette di accelerare semplicemente chiudendo la mano destra, come se stessimo agendo sulla manopola del gas. Per ruotare la moto bisogna poi tirare un braccio verso il corpo, e possiamo aiutarci con il busto per eseguire le curve più strette.

"Questo capitolo Next-Gen della saga sportiva si presenta ai nastri di partenza con modelli dei personaggi molto stilizzati e dalle forme abbastanza caricaturali, che sembrano usciti da un film d'animazione in computer grafica."

In aria, possiamo inclinarci avanti e indietro per eseguire front e backflip, e rimpinguare così l'indicatore del turbo. Per attivare lo sprint possiamo decidere se usare la voce oppure più semplicemente battere il piede destro.
Insomma, un control scheme tutto sommato prevedibile, che vogliamo subito provare sul campo.
Prima di iniziare notiamo che purtroppo non è possibile effettuare le calibrazioni di Kinect direttamente in-game. Dobbiamo quindi premere il tasto Home, mettere l'applicazione in Background e cercare il menù delle opzioni, dove possiamo controllare il posizionamento della telecamera e vedere cosa sta rilevando. Per fortuna la gestione del multitasking è molto rapida, e l'operazione risulta veloce: speriamo però che, soprattutto per la comodità dei meno esperti, la versione finale di Kinect Sports Rivals abbia un'opzione integrata fra i suoi menù.
Accedendo alla schermata di calibrazione, in ogni caso, si resta subito meravigliati dal qualità della lente che “cattura” i vostri movimenti. L'immagine è finalmente nitida, e premendo sul pulsante “cos'altro vede Kinect” notiamo che la periferica riesce ha un sensore ad infrarossi e rileva in maniera molto precisa anche le varie zone cromatiche. Questo fa sì che anche in condizioni di illuminazione non perfette e indipendentemente dal colore dello sfondo, Kinect sappia sempre dove siete. Paradossalmente il sensore sembra dare qualche problema quando l'illuminazione è molto intensa, probabilmente per via del disturbo che si viene a creare nell'immagine infrarossa. L'ottica ha comunque un campo di visione nettamente superiore, e riesce ad inquadrare al meglio il giocatore anche senza il bisogno di grandi spazi: magari non lo userete in camera, ma adesso meno di due metri sono più che sufficienti per giocare.

Terminate le calibrazioni torniamo alla gara e ci gettiamo in pista. Veniamo accolti da un gioco che non abbiamo timore di definire “brillante” anche sul fronte tecnico. Pur senza esagerare, Kinect Sports Rivals mostra nettamente quanto sia importante la risoluzione nativa a 1080p, che il titolo Rare riesce a gestire senza problemi. La nitidezza dell'immagine, la pulizia e la quantità dei dettagli apprezzabili segna uno stacco apprezzabile rispetto ai risultati del vecchio episodio. L'unica pista in cui possiamo gareggiare ci porta nel bel mezzo di un cimitero delle barche, con il relitto di una nave issato da un enorme gru e altri che invece galleggiano di fianco alle pericolosissime mine.
La gara si svolte a checkpoint, e le sensazioni sono più che buone. Bisogna stare bene attenti a non andare contro alle onde a testa bassa, e ogni sezione del tracciato presenta zone aperte, percorsi multipli, scorciatoie. Il Track Design è insomma interessante, la fisica dell'acqua più che buona, il contesto colorato e piacevole.

"Il Track Design è interessante, la fisica dell'acqua più che buona, il contesto colorato e piacevole."

Sembra quasi di essere tornati ai tempi di Waverace. E' un peccato poi che, come sempre, il motion controller non ci garantisca la stessa precisione di un pad. Kinect legge bene i vostri movimenti, non perde nessuna curva e rileva al meglio l'apertura e la chiusura della mano “poggiata sul gas”. Ma quando si arriva alle regolazioni di fino, ovviamente non possiamo aspettarci miracoli. C'è anche da dire che la posizione da tenere in gara è abbastanza innaturale, e dopo appena due giri le spalle cominciano a dolere un po': ma magari siete amanti del fitness.
In generale questa disciplina si è rivelata divertente e ben sviluppata, e speriamo che la versione finale abbia un numero di piste adeguato. Per il momento l'unica cosa che si può fare è continuare a gareggiare per scalare le Leaderboard, attendere che mensilmente vengano indette nuove sfide (una bell'idea per tenere impegnata la community), ed accumulare punti con cui sbloccare vestiti ed accessori per il nostro alter ego (gli avatar sembrano integralmente dimenticati).

Kinect Sports Rivals La Pre-Season di Kinect Sports Rivals ha il compito preciso di darci un'idea dello stile del gioco e della precisione di Kinect 2.0. La periferica, grazie ad una nuova ottica, richiede molto meno spazio per giocare e risulta finalmente interessante anche per gli spazi casalinghi più ridotti; svolge inolte un ottimo lavoro nell'interpretazione degli input motori. Ma nonostante la sua incredibile precisione (riesce persino a distinguere i movimenti delle dita), è proprio l'idea del controllo motorio che ha già dimostrato tutti i suoi limiti, rivelandosi adeguata soprattutto per passatempi disimpegnati. E Kinect Sports Rivals vuol essere proprio questo: l'ennesima raccolta sportiva, caratterizzata per fortuna da uno stile fresco e brillante, ed anche da un colpo d'occhio - se non rivoluzionario - quantomeno piacevole. Aspettiamo il pacchetto completo per la primavera del 2014.

Che voto dai a: Kinect Sports Rivals

Media Voto Utenti
Voti totali: 7
4.9
nd