E3 2011

Hands on Kinect Star Wars

Arrivano le guerre stellari a colpi di Kinect!

hands on Kinect Star Wars
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
Andrea Schwendimann Andrea Schwendimann nasce smontando un 486DX e divorando qualsiasi videogame da allora in avanti. Non ha resistito a nessuna piattaforma, appassionandosi a qualsiasi genere, pur prediligendo gli FPS, gli action-adventure, gli RPG e l'hardware da gaming in ogni declinazione. Lo trovate su Facebook, su Steam e su Google Plus.

E' tempo di impugnare le spade laser e brandirle per davvero. Questo il punto cruciale su cui si basa Kinect Star Wars, titolo sviluppato da Terminal Reality per gli studi Microsoft e presentato in pompa magna all'ultimo E3.
Nel corso della kermesse losangelina ci siamo avvicinati molto titubanti al nuovo progetto, con un certo disagio dovuto soprattutto alla poca efficacia delle prime presentazioni filmate (che sembravano sottolineare anche notevoli problemi di Lag). Eppure, fortunatamente, la prova di ha in parte rassicurati.

La modalità co-op per due giocatori su Kinect si è mostrata in più di un'occasione sullo show-floor Microsoft, in seguito ad un'evidente miglioria nel software di gestione del motion-controller. Più volte da Redmond, in seguito alle critiche mosse verso moltissimi titoli che fin dagli albori mostravano incertezze sostanziali, han dichiarato che si trattava solo di sviluppare meglio i programmi di gestione della periferica, e che l'hardware andava benissimo così com'era. Dopo aver giocato a Dance Central 2 e Kinect Star Wars dobbiamo ammettere che i lungimiranti padri del marchio Xbox, per ora, avevano ragione. In coppia di fronte allo schermo, a 3 metri di distanza, è iniziato un livello in split-screen verticale. Un salto è occorso per dare il via all'azione che vedeva i nostri due Jedi affrontare diversi robot a schermo: l'impatto inziale tutto sommato è stato piuttosto intuitivo. Scimmiottando con il pugno destro l'impugnatura della mitica arma, il tempo di risposta di entrambi i personaggi è stato sorprendentemente preciso per entrambi gli arti superiori. Oltre ai vari fendenti, le mosse includono: un salto per balzare alle spalle dei nemici; il palmo aperto frontale per effettuare il Force Press e scaravantare i nemici lontano; un passo in avanti per spostarsi negli scenari. Avete letto bene: in Kinect Star Wars avremo un controllo minimo - seppur limitato - sul movimento negli ambienti ristretti di gioco. Non si perde affatto la sensazione di trovarsi su solidi binari, ma quanto meno ne si allevia il peso permettendo al giocatore pochi timidi passi in una singola direzione, dato che la telecamera si sposta solo sul piano parallelo al terreno e si gira automaticamente verso nuovi avversari una volta sconfitto un gruppo. La meccanica di base sicuramente c'è e funziona, tanto che intravediamo delle potenzialità in questo discusso titolo.
Il comparto strettamente tecnico lascia però parecchio a desiderare, a partire dalla grafica davvero troppo spartana, fino ad arrivare al ragdoll e alle collisioni imprecise.

Considerato che Kinect Star Wars sarà basato interamente sui combattimenti con le colorate spade che tutti consociamo, Terminal Reality ha poi ancora parecchio da lavorare per sistemare soprattutto quest'ultimo aspetto. Ma almeno a livello quantitativo, è difficile lamentarsi: ci saranno ovviamente diversi tipi di nemici e altre mosse nel repertorio di ogni Jedi che durante l'avventura potranno essere sbloccate, in diversi "destini" da seguire come veri e propri skill-tree. Non sappiamo però se potremo darci al lato oscuro, cosa che sarebbe quanto mai gradita, ma su cui non nutriamo molta speranza, date le dichiarazioni. Sono state confermate anche sezioni a bordo di Speeder e X-Wing, per un titolo che si prospetta comunque interessante da seguire, poichè l'unico per Kinect con un barlume di profondità nel gameplay, insieme a Fable The Journey e Dance Central. Potremmo definire questo trittico il pioniere di una promessa rivoluzione controller-free che sta tardando ad arrivare.

Kinect Star Wars Kinect Star Wars ha suscitato certamente il nostro interesse, scrollandosi in parte di dosso i pregiudizi che lo attanagliavano dopo l'inquietante presentazione dell'anno scorso. C'è ancora molto da lavorare negli studi di Terminal Reality, ma lo scoglio della lag è stato superato ed è opportuno guardare oltre. Si scorgono scintille di pura esaltazione in ipotetici scontri contro altri Jedi, skill-tree che sbloccano nuove mosse o sezioni interattive co-op che vadano al di là dello sconfiggere da soli una manciata di robot, anche se per ora tutto rimane solo abbozzato. Bisognerà migliorare in modo netto le collisioni tra la spada e tutto il resto, in modo da permettere un feeling nei movimenti che, fosse anche un po' abbozzato a causa dell'impossibilità di impugnare fisicamente qualcosa che ricordi un'elsa, potrebbe risultare quanto mai coinvolgente.