Pro Evolution Soccer 2018 Oggi alle ore 16:00

Giochiamo in diretta con la beta del nuovo gioco Konami!

Hands on King's Bounty: Dark Side

Il lato oscuro degli strategici

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc

Dopo il successo di King’s Bounty e dei suoi molteplici seguiti, la piccola casa di sviluppo russa Katauri Interactive è pronta a dare una svolta al suo brand, portandoci ad esplorare i meandri più malvagi e oscuri del suo lore.
La saga nata negli anni novanta grazie alla software house New World Computing ha visto il suo primo remake nel 2008, proprio ad opera di Katauri. Grazie ad una rinnovata grafica 3D e ad un solido gameplay. King's Bounty: The Legend è riuscito a suscitare l’interesse di numerosi appassionati. Da quel momento ad oggi sono uscite numerose espansioni standalone, tra cui ricordiamo il riuscito Armored Princess, e finalmente è in dirittura d'arrivo Dark Side.
Disponibile in versione early access sulla piattaforma Steam, King’s Bounty: Dark Side ci vedrà intenti combattere fianco a fianco con le forze del male: uno spunto decisamente interessante che potrebbe rinfrescare una serie che ha bisogno di innovazioni se vuole stare al passo con il mercato videoludico odierno.

“IL LATO OSCURO E’ PIU’ SEDUCENTE” (cit. Yoda, episodio V)

La nuova creatura Katauri Interactive mette a disposizione ben tre campagne single player attraverso le quali potremo vivere le gesta di orchi, demoni e vampiri. All'inizio dell'avventura, le forze del male non se la passano di certo bene: l’orda orchesca è stata sbaragliata dalle armate umane mentre i demoni sono stati messi alle strette dagli elfi. Neanche i succhiasangue possono stare tranquilli, visto che i contadini hanno imbracciato i forconi rivoltandosi contro il castello del signore dei vampiri. Dal punto di vista della trama King’s Bounty: Dark Side non brilla di certo per originalità: basteranno pochi minuti di gioco per comprende che la main quest scade nel solito cliché che ruota attorno sopravvivenza della specie minacciata da una forza superiore. L’unica cosa che cambia è il fatto che i protagonisti sono i cattivi. Anche dal punto di vista della sceneggiatura, tuttavia, i dialoghi (solamente in lingua inglese) sono scialbi e privi di mordente. Ne risulta che i tre personaggi protagonisti della vicenda appaiono senza spessore e, anche a causa di alcune battute poco indovinate, traspare persino una sorta di buonismo che stona con l’ambientazione dai toni cupi, e con le premesse che dovrebbero vederci temibili generali a capo di un’armata delle tenebre. Il titolo naturalmente non è ancora giunto alla sua versione finale, ma dubitiamo fortemente che la software house possa fare repentini cambi di rotta sulla trama, in uno stadio di sviluppo così avanzato.

Sotto il profilo del gameplay, Dark Side rimane ancorato saldamente alle meccaniche che hanno contribuito al successo dei suoi predecessori. Saremo al comando di un eroe le cui abilità, grazie ai punti esperienza guadagnati sul campo di battaglia, potranno incrementare l’efficienza delle proprie truppe o delle magie che potrà lanciare contro lo schieramento nemico. Durante il nostro girovagare per la mappa di gioco abbiamo potuto reclutare soldati smarriti, incontrare mercanti e parlare con i signorotti dei castelli locali, sbloccando così quest secondarie o accedendo ai negozi. Quando si incontra un nemico verremo automaticamente lanciati nella fase a turni dove una griglia trasforma in una sorta di scacchiera il campo di battaglia. Il nostro eroe non prenderà direttamente parte allo scontro, ma sarà in grado di lanciare diverse magie di supporto alle nostre armate sul campo. La parte più interessante di King’s Bounty: Dark Side è proprio il tipo di esercito che avremo a disposizione costituito da: zombie, goblin, agguerritissimi orchi, elementali di fuoco e molto altro ancora, da schierare contro le forze del bene.
Durante la nostra prova, la fase di combattimento si è rivelata davvero ben riuscita, pur non discostandosi troppo dai capitoli precedenti. Tuttavia mettersi a capo di un simile esercito ha fatto emergere il lato oscuro del titolo, facendoci in parte dimenticare le lacune della sceneggiatura. Come in ogni strategico a turni che si rispetti, dovremo ponderare accuratamente ogni mossa per minimizzare le perdite ed inferire duri colpi all’avversario. Ogni unità presenta delle abilità secondarie da sfruttare all’occorrenza; gli zombie, ad esempio, possono correre coprendo così una distanza maggiore per muoversi, gli orchi invece possono sferrare un feroce fendente falciando più nemici in un colpo solo; i goblin sono in grado di razziare preziose monete d’oro dai cadaveri e gli elementali di fuoco si telestrasportano in prossimità dei nemici, avvolgendoli in una micidiale esplosione.

Durante il nostro girovagare potremo incappare in qualche uovo di ragno o di serpente, farli schiudere e rimpinguare così le fila dei caduti. Tuttavia sarà fondamentale anche prestare attenzione all’equipaggiamento del nostro eroe, che servirà ad aumentare le statistiche dei suoi seguaci. Il valore “leadership” richiede una particolare attenzione in quanto esso rappresenta l’influenza del condottiero sui suoi sottoposti: avere una bassa leadership significa veder girovagare senza controllo le proprie truppe sul campo di battaglia, senza la possibilità di impartirgli ordini diretti. Il giocatore non dovrà quindi solo cercare di schierare sul campo i guerrieri più forti e temibili, ma trovare un giusto compromesso per assicurarsi il controllo totale della battaglia. Con il progredire del tempo sarà pressoché obbligatorio scegliere se specializzarsi nella magia in modo da supportare le truppe con bonus e malus, oppure percorrere la via delle arti guerriere, scegliendo se avere un’armata molto numerosa ma debole o al contrario pochi ma validi soldati.
Insomma sotto il profilo tattico/strategico questo Dark Side ha carattere da vendere, e di certo non sfigura con le produzioni passate della saga. Anche se il gioco non propone innovazioni sostanziali, la moltitudine di nuove unità costituisce indubbiamente un valore aggiunto per gli appassionati alla saga.

BUONO O CATTIVO E’ SOLO UN PUNTO DI VISTA

King’s Bounty: Dark Side sfrutta una versione aggiornata del motore grafico che anima la saga sin dal suo debutto del 2008. Nonostante si tratti di un titolo early acces e quindi ancora in fase di sviluppo, l’impatto visivo non è certo dei migliori, ed appare indietro almeno di una generazione. A partire dai modelli poligonali di protagonisti e comprimari, che non risultano propriamente ricchi, si arriva fino ad un’effettistica ormai surclassata anche dalle produzioni indie moderne. Naturalmente le nostre impressioni si basano su una versione non definitiva del prodotto, e quindi c’è la possibilità che gli sviluppatori apportino qualche miglioramento prima della data di rilascio ufficiale.
Al momento della nostra prova il titolo gira in 1080p al massimo del dettaglio, sul nostro I5 con una gtx 560ti, senza cali di framerate.

Suoni e musiche risultano campionati discretamente, rientrando nella media delle produzioni di questo tipo senza tuttavia eccellere. Al momento non vi è traccia di alcun doppiaggio e, come anticipato, i dialoghi tra personaggi si volgono solo tramite qualche linea di testo disponibile solo in lingua inglese.

King's Bounty: Dark Side La nostra prova di King’s Bounty: Dark Side evidenzia gli alti e bassi della produzione. Spiace ad esempio trovare una trama che, nonostante sfrutti un’ambientazione decisamente interessante, non riesce ad emergere ed anzi appare banalotta. Sicuramente la possibilità di giocare dalla parte delle forze del male potrebbe essere sufficiente per attirare i fan più accaniti della saga e, visto il prezzo contenuto, magari anche qualche curioso che vi si vuole avvicinare per la prima volta: anche perchè a livello strategico, il titolo propone un gameplay solido e riuscito, sebbene non innovativo. Per il giudizio finale, vi rimandiamo alla nostra futura recensione, quando il titolo sarà ufficialmente pronto per il rilascio.

Che voto dai a: King's Bounty: Dark Side

Media Voto Utenti
Voti totali: 3
6.7
nd

Altri contenuti per King's Bounty: Dark Side