GCom10

Hands on Kirby's Epic Yarn

Una prova a base di spago, bottoni e perline sullo showfloor Nintendo della GamesCom

hands on Kirby's Epic Yarn
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Wii

Tra i giochi presenti sullo showfloor Nintendo della gamescom 2010 non potevano mancare i cavalli di battaglia che rendono roseo il futuro del Wii, specie per gli appassionati di vecchia data. Fra un embrionale Zelda ed un ormai completato Metroid, accanto ad un Donkey Kong in piena forma, abbiamo trovato Kirby e abbiamo potuto provare con mano il nuovo gameplay e soprattutto il sorprendente stile grafico utilizzato dal titolo.
La demo presente consisteva in tre diversi livelli. Il primo era poco più di un tutorial in cui il giocatore veniva addestrato sull'utilizzo del Wiimoto in posizione orizzontale (a mo' di pad del NES) al fine di eseguire le mosse del repertorio della palla rosa. Accanto ad azioni classiche, come il trasformarsi in pietra a mezz'aria per piombare con violenza sui nemici, troviamo diverse differenze rispetto al gameplay a cui siamo abituati. Kirby non è più in grado di volare a piacimento, ma potrà planare dopo un salto premendo nuovamente il tasto; inoltre è scomparsa del tutto la facoltà di ingoiare i popri nemici a favore dell'introduzione di un nuovo potentissiomo strumento: un pezzo di spago! Il filo in questione ci permette di sbarazzarci dei nemici avvolgendoli, ed in alcuni casi di appropriarcene sotto forma di oggetti da lanciare; lo spago può essere usato come una fune per dondolarsi intorno ad un perno, per afferrare oggetti e trascinarli oppure a modificare la natura dello stage che si sta affrontando. Ciò avviene ad esempio quando si afferra una zip e la si tira finche il tessuto ai due capi non si rivolta scoprendo nuove piattafomer, o quando si tira un pezzettino di filo sporgente con l'effetto di ripiegare il mondo su se stesso facendo scomparire degli ostacoli insormontabili. Le azioni che abbiamo potuto provare sono solo le più generiche di una rosa che sicuramente sarà in grado di sorprenderci in più di uno stage.
Il secondo livello provato era un classico stage platform che solitamente compare in un titolo dedicato a Kirby, oltre a salti e piattaforme abbiamo trovato i nuovi elementi del gameplay già cictati )la possibilità in alcuni punti di modificare lo stage) e numerosi oggetti da recuperare, nascosti sotto alcune toppe da scucir via grazie al nostro spago. Per aumentare il punteggio a fine stage, lo scopo era quello di raccogliere il più possibile degli oggetti che sulle prime sembravano gemme preziose, ma in realtà erano delle perline dalle varie forme da infilare nel filo di cotone presente nella parte alta dello schermo. A variare il gameplay ci pensava inoltre la trasformazione di Kirby in un enorme robot cingolato: in questo caso, oltre ai controlli classici avevamo la possibilità di utilizzare le armi del mech inclinando il Wiimote per dare la giusta direzione di fuoco.
L'ultimo livello presente non era altro che un boss fight dei più classici. L'enorme drago da affrontare era in grado di allontanaci sbattendo le ali, sputare palle di fuoco, colpirci con la sua lingua appuntita e scomparire dallo schermo per poi cadere in picchiata cercando di colpirci. Il giocatore doveva aspettare il momento giusto per avvolgere il suo filo intorno al punto debole del drago e tirare in modo da danneggiarlo; i più abili inoltre potevano raccogliere al volo una delle palle di fuoco e lanciarla contro lo stesso punto debole per far sì che il mostro vomitasse una grande quantità di perline.
Tutta la nostra prova è stata eseguita giocando in due contemporaneamente. La rivoluzionaria strada del platoform in multi simultaneo perfezionata da New Super Mario Bros. Wii è stata seguita da Kirby, che può essere affiancato da un compagno di avventure blu dotato degli stessi identici poteri. I due possono interagire saltando uno sopra l'altro (senza disturbarsi neanche un po', al contrario di quanto accadeva nel titolo di Mario) o afferrandosi e lanciandosi per danneggiare i nemici. L'unica differenza fra i due deriva dalla gestione della telecamera, la quale rimane sempre ancorata intorno al protagonista del gioco: se il compagno si allontana troppo finendo fuori dalla schermo viene immediatamente riportato accanto a Kirby. Il multiplayer di Kirby's Epic Yarn sembra ottimamente implementato e soprattutto non farà storcere il naso a chi aveva considerato New Super Mario Bros. Wii un gioco troppo caciarone, in cui la precisione e la tecnica del giocatore venivano sacrificate a favore di un divertimento più casual; in questo caso l'interazione fra i personaggi non porterà a inaspettate cadute in un burrone o una corsa ad accaparrarsi il power up più vicino, bensì ad una proficua collaborazione per individuare tutti i segreti dello stage e per liberarsi dei nemici.
L'ultimo argomento da trattare è senz'altro quello che riguarda la grafica del gioco. Lo stile artistico adottato (che alcuni fanno risalire ad uno spot pubblicitario giapponese per il Kirby dell'era 8-bit) è semplicemente sensazionale, e non manca di stupire il giocatore ad ogni piè sospinto. Dall'incredibilmente espressivo sprite del protagonista alla realizzazione di un qualsiasi elemento dell'ambiente tutto diverte, incanta e denota una cura per il particolare a livelli maniacali, sempre sviscerando il tema del “cucito a mano”. Le chicche da riportare, anche solo per i pochi minuti della demo, sarebbero troppe, quindi ci limitiamo a citare alcuni esempi. Quando i giocatori entrano all'interno di un castello o qualsiasi altro ambiente, non fanno altro che passare sotto uno strato di stoffa segnalando la loro presenza con un rigonfiamento; bene, in questo caso le piattaforme (che sarebbero invisibili) sono individuate da alcune cutiture che uniscono i vari livelli di tessuto. O ancora, la superficie dell'acqua che fa da sfondo alla sfida col drago è rappresentata da diversi fili di spago disposti orizzontalmente, che si increspano in maniera tecnicamente pregevole quando il boss ci si tuffa dentro.

Kirby e la stoffa dell'eroe Kirby è finalmente tornato ed dimostra di essere in piena forma. L'ottimo impatto iniziale dato da uno stile visivo ispirato come pochi è supportato da un gameplay che, pur rimanendo fedele ai canoni della serie, ha introdotto delle novità decisamente interessanti. Insomma, gli appassionati della simpatica palla rosa non possono far altro che aspettare con trepidazione il ritorno del loro beniamino, che (da quanto abbiamo potuto osservare) difficilmente potrà deluderli.

Che voto dai a: Kirby e la stoffa dell'eroe

Media Voto Utenti
Voti totali: 58
7.3
nd