GCom09

Hands on Lego Rock Band

Provato il rhythm game dedicato al mondo LEGO

hands on Lego Rock Band
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • DS
  • Xbox 360
  • Wii
  • Ps3

È innegabile che negli ultimi anni i titoli appartenenti al genere rhythm game, specie quelli da giocare con apposite periferiche simili agli strumenti reali, abbiano conosciuto una vera e propria età dell'oro, con milioni di copie vendute e incassi da capogiro. Altrettanto evidente è però l'avvicinarsi ad un livello di saturazione, visto il pesante sfruttamento dei brand più famosi e la quantità di plastica che si sta accumulando nelle case degli appassionati.
Seguendo le orme di Nintendo, le due principali contendenti di questo mercato hanno intrapreso la strada dell'allargamento del pubblico, strizzando un occhio a quei casual gamer che trovano i vari Rock Band e Guitar Hero troppo difficili e aggressivi per i loro gusti. Dunque, se Activision propone Band Hero, Harmonix risponde con LEGO Rock Band.

Rock the block!

Nello stand della Warner Bros. Interactive (publisher del gioco) alla gamescom di Colonia abbiamo potuto provare LEGO Rock Band nella comodità di una saletta insonorizzata e pienamente attrezzata. Mettiamo in chiaro innanzitutto che nelle meccaniche di gioco fondamentali, il titolo non si discosta in alcun modo dalla serie principale. Impugnato uno dei controller a forma di chitarra, accomodatisi dietro alla batteria o afferrato un microfono, il compito è quello di eseguire la canzone scelta suonando col giusto ritmo le note che scorrono sullo schermo. Proprio l'immutata struttura del gameplay fa sì che il gioco non venga venduto con delle periferiche a lui dedicate, ma sia compatibile con tutti i controller presenti in commercio.
La differenza sostanziale rispetto alla serie principale risiede nell'approccio che LEGO Rock Band adotta. Il titolo è evidentemente dedicato ad un pubblico eterogeneo (non ci riferiamo solo ai più piccoli, ma anche a chi ha meno dimestichezza con i videogame) vista la presenza di un ulteriore livello di difficoltà ancora più semplice di quello Facile. Per di più non è possibile fallire una canzone: il peggio che possa capitare è di portare a termine il brano avendo però perso alcuni dei propri blocchi, la valuta con cui acquistare i vari elementi extra del gioco.
Il comparto grafico, in pieno stile LEGO, è fantasioso e coloratissimo. Oltre a tutta una serie di indicatori a schermo in pieno stile “mattoncino”, le rockstar che impersoneremo saranno i famosi omini blocchettosi, ovviamente personalizzabili nei modi più disparati: oltre a pezzi dal chiaro stile rock potremo agghindare i nostri personaggi da indiani, cavalieri e tutte le figure più impensabili. L'aspetto creativo è del resto tutt'altro che secondario. Oltre a personalizzare gli artisti potremo creare i nostri fan, le groupie e perfino i mezzi di trasporto della band (autobus, aerei, razzi spaziali...). Particolari anche le location in cui esibirsi, legate a particolari missioni che formano una sorta di storyline per il gioco. Per fare qualche esempio, i nostri eroi saranno impegnati ad abbattere un palazzo a colpi di rock o dovranno suonare a bordo di un elicottero mentre fuggono da un robot gigante.
Le canzoni che abbiamo potuto provare in prima persona sono Song 2 dei Blur e Girls and Boys dei Good Charlotte, che si aggiungono ad una tracklist formata in massima parte da canzoni immediatamente riconoscibili dal grande pubblico. Fra le altre segnaliamo Accidentally In Love dei Counting Crows, Ghostbusters di Ray Parker e l'immortale We Will Rock You dei Queen.
Purtroppo non presente alla fiera, segnaliamo l'esistenza di una versione di LEGO Rock Band dedicata al Nintendo DS. Rinunciando ad utilizzare periferiche aggiuntive, il titolo presenterà meccaniche simili a quelle viste in Rock Band Unplugged (titolo pubblicato per PSP) utilizzando come unico mezzo di input il touchscreen della console. La mossa di Harmonix in questo caso è decisamente astuta, visto che a differenza del diretto rivale (Guitar Hero On Tour) il gioco sarà utilizzabile anche dai possessori di DSi.

Lego Rock Band LEGO Rock Band non introduce nessuna novità sostanziale nell'ambito dei rhythm game, e probabilmente non avrà un grosso appeal sugli appassionati del genere, ma senza dubbi avvicinerà al brand di Harmonix un nuovo pubblico, formato dai più giovani e da chi cerca un divertimento più immediato e spensierato. Concludendo, non una rivoluzione, ma un buon titolo da giocare insieme agli amici meno addentro al mondo di Rock Band.