Hands on Mass Effect 3 - Omega DLC

Provato allo showcase londinese il contenuto più corposo per Mass Effect 3

hands on Mass Effect 3 - Omega DLC
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Wii U
  • Pc
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Omega sarà il più corposo DLC mai rilasciato nella storia di Mass Effect, e sarà interamente pensato per il Single Player. Basta questa consapevolezza per mandare in fibrillazione un visibilio di Fan, che delle mappe aggiuntive per l'online non sapevano proprio che farsene. Finalmente Bioware ascolta i feedback di chi ha sempre considerato la saga Sci-fi più famosa dell'universo videoludico un'esperienza importante soprattutto dal punto di vista narrativo ed emotivo, apprezzando ovviamente anche le dinamiche da Third Person Shooter, ma senza trovarle adeguate ad un contesto che mettesse in disparte lo storytelling e si focalizzasse sugli scontri multigiocatore.
Nasce così Omega, Add-On content pronto a rivitalizzare l'interesse del pubblico, facendoci vivere una nuova avventura a bordo della Normandy.

Un DLC diverso

Omega è un DLC che si distingue potentemente anche dagli altri pacchetti d'espansione Single Player rilasciati per Mass Effect 3 o per i precedenti capitoli. Chi ha frequentato a lungo la saga Bioware sa quale fossero le caratteristiche delle mini-avventure a pagamento apparse sulle piattaforme di distribuzione digitale: personaggi o veicoli aggiuntivi, da poter utilizzare magari nel corso di tutta l'avventura, ma sezioni di gioco molto ridotte e stringate.
Omega cambia le carte in tavola: propone ben cinque ore di Gameplay inedito, collocato in una parentesi narrativa che non avrà poi ripercussioni sul resto dell'esperienza. Una struttura insomma più classica, per un DLC che vuole avvicinarsi per concezione agli splendidi Add-On del mai troppo apprezzato Fallout 3.
Questa nuova avventura di Shepard comincia quando il capitano della Normandy decide di aiutare Aria T'Loak a riprendere possesso di Omega, il "paradiso criminale" in cui si nascondono pirati e predoni dell'intera galassia. Aria, considerata l'intoccabile "regina" di Omega, si trova a dover contrastare l'attacco del generale Petrovsky di Cerberus, che assalta la stazione orbitante per assumerne il diretto controllo.
Il team di sviluppo non ci vuole rivelare altri dettagli sulla trama, ma ci assicura che i fan di Mass Effect saranno compiaciuti dal Plot. Fra Aria e Shepard si verrà a creare un rapporto molto particolare, e soprattutto quei giocatori che avranno scelto di seguire la via dell'Eroe saranno chiamati a prendere scelte davvero importanti. Le emozioni forti non dovrebbero mancare, dunque, ed anche solo esplorare a fondo la stazione Omega, considerata la controparte oscura della Cittadella, potrebbe essere abbastanza per gli appassionati.

"Anche se le nostre peripezie sulla stazione Omega sono durate ben poco, siamo rimasti positivamente impressionati dalla difficoltà di gioco e dal discreto dinamismo degli obiettivi"

Nel corso della nostra prova, tuttavia, abbiamo avuto modo di testare soltanto una breve sequenza, senza esser messi di fronte a nessuna scelta particolarmente impegnativa, ed attraversando una parte molto ridotta della stazione Omega. Il quarto d'ora che abbiamo passato in compagnia del DLC è bastato per mostrarci i nuovi nemici, dei droni da combattimento corazzati con poco senso dell'autoconservazione ma armati di tutto punto, tanto da metterci in difficoltà in qualche occasione. Le dinamiche di gioco di Omega restano ovviamente quelle del capitolo principale, con poche variazioni: gli spunti originali di questo DLC vengono dai due personaggi che accompagneranno Shepard nell'avventura. Oltre ad Aria, infatti, saremo supportati dalla letale Nyreen, il cui arrivo rappresenta un evento epocale per la saga di Mass Effect. Si tratta infatti della prima Turian femmina avvistata dai giocatori nello smisurato universo creato da Bioware. Come potete vedere dagli scatti in galleria, il suo look è piuttosto minaccioso, anche se forse in campo Nyreen risulta il personaggio forse meno utile.
Aria, grazie alle sue abilità Biotiche, riesce a contenere l'irruenza degli avversari. La sua abilità sicuramente più interessante è il "Latch", una sorta di lazo energetico che permette di tirare a se un avversario, sbilanciandolo. Il contraccolpo può infliggere molti danni, se l'abilità è opportunamente potenziata, lasciando per altro il nemico sulla linea di tiro: quel che serve per finirlo con una raffica precisa.
Nyreen ha invece la possibilità di proteggersi con uno scudo energetico: si tratta di una Skill difficile da utilizzare per coordinare un assalto. Meglio magari concentrarsi su abilità più classiche, come le munizioni incendiarie o criogeniche.
Anche se le nostre peripezie sulla stazione Omega sono durate ben poco, siamo rimasti positivamente impressionati dalla difficoltà di gioco e dal discreto dinamismo degli obiettivi. Certo, perchè Omega risulti una buona espansione ci sarà bisogno anche di intermezzi narrativi e dialoghi interessanti, mentre per il momento abbiamo provato solo sequenze d'azione.
Siamo anche curiosi di scoprire quali nuove armi potremo recuperare nei meandri di Omega. Le nuove bocche, del resto, da fuoco potremo portarle con noi nella galassia, mentre Aria e Nyreen abbandoneranno il comandante Shepard una volta conclusa la missione. Un vero peccato, anche se il team dice che ci sono degli aspetti narrativi che giustificano appieno il loro rifiuto di aderire alla causa.

Mass Effect 3 Omega è un DLC molto classico nella struttura, che si distanzia da tutti gli altri add-on dedicati a Mass Effect 3. Non possiamo far altro che approvare l'idea di proporre una mini avventura slegata da quella principale, soprattutto se gli eventi ci condurranno all'interno delle profondità di Omega e ci faranno conoscere nuovi personaggi di spessore. Così come per il l'avventura di Shepard, la qualità di Omega si misurerà soprattutto grazie alle qualità dell'impianto narrativo e dialogico, che purtroppo non abbiamo potuto esplorare a fondo. Ma entro fine mese tutti i fan potranno mettere piedi sulla colonia di pirati, predoni e assassini. Restate su Everyeye.it per la recensione completa.