Hands on ModNation Racers

Provato con mano l'editor dei tracciati

hands on ModNation Racers
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Ps3
  • PSVita
  • Psp

Annunciato in grande stile nel corso della conferenza Sony dello scorso E3, ModNation Racers ha fatto la sua comparsa anche alla Gamescom 2009, e più recentemente in una Closed Beta che ha permesso di conoscere meglio alcuni degli aspetti essenziali del titolo e testare con mano l'estrema facilità di utilizzo dell'editor dei tracciati e dei personaggi.
ModNation Racers è fondamentalmente un racing game puramente arcade, dallo stile cartoonesco e dal gameplay semplice ed immediato, che ai giocatori meno giovani ricorderà nello stile quel Motor Tonn Gp, opera prima di Kazunori Yamauchi e dei pluripremiati Polyphony Digital.
La novità portata però da United Front Game e sulla quale è sviluppato l'impianto ludico è basata sullo stesso concetto che troviamo in Little Big Planet: Create-Share-Play (ovvero Crea-Condividi-Gioca). Come nel titolo di Media Molecule, anche in questo caso, oltre a una serie di contenuti già pronti per essere giocati, ci viene offerto un ampio tool di strumenti di facile utilizzo, con cui realizzare i nostri personali livelli di gioco (in questo caso tracciati, auto e personaggi) da utilizzare e condividere online con i nostri amici.

Urban Vinyl

Prima di concentrarsi sul gioco vero e proprio è opportuno approfondire il particolare aspetto artistico del titolo Sony. Lo stile dei personaggi e dei loro mezzi è basato sulla corrente artistica dell'Urban Vinyl, sviluppatasi in Giappone nel corso degli anni '90 e utilizzata in modo predominante nella creazioni di action figures da collezione, le cui migliori realizzazioni sono state inoltre esposte nei musei di arte contemporanea di Tokyo e Boston.
Partendo dallo stile grafico dell'Urban Vinyl i designer di United Front Games hanno quindi realizzato una serie di semplici strumenti che in pochi passaggi permettessero al giocatore di creare e personalizzare le proprie action figures e le relative auto.
Si inizia con un pupazzo privo di texture, si passano in rassegna le centinaia di opzioni di scelta per la tipologia e colore della pelle, occhi, bocca, orecchie, capelli, barba, casco, accessori e vestiti e si da vita al proprio personaggio nel giro di pochissimi minuti. Tutte le “vinyl” che vengono applicate sulla struttura dell'action figure sono completamente animate e forniscono alla propria creazione una ulteriore caratterizzazione stilistica. Per rendere ancora più unica la propria opera sono poi disponibili le “Body Decals”, disegni di ogni genere applicabili sui vestiti dei personaggi in centinaia di strati diversi.
La stessa attenzione nella creazione del personaggio è stata data anche alle auto: anche in questo caso si parte da un modello base (sports cars, formula 1, fuoristrada, ecc.) e si passa alla personalizzazione, inserendo appendici aerodinamiche, nuove sospensioni, cerchi, motore, e decorando la carrozzerie con simboli, disegni e accessori.
Sia i personaggi che le auto possono poi essere caricati online sul PSN e condivisi con i propri amici, che potranno scaricarli, utilizzarli o eventualmente modificarli secondo i propri gusti.

Editing

Rivelatrice della cura posta nel progetto è la prova con mano dell'editor di tracciati, che è il vero cuore di ModNation Racers e sul quale United Front Games punta per il successo del proprio titolo. Una semplice interfaccia circolare permette di passare velocemente dall'editor alla prova su strada alla quick race, in modo da poter testare istantaneamente le scelte in fase di design del circuito.
Il terreno di partenza è un'area di media dimensioni completamente piatta, utilizzando le opzioni a disposizione è possibili in pochi secondi realizzare un vero e proprio paesaggio fatto di montagne, canyon rocciosi, laghi o semplici e ondulate colline attraverso le quali stendere il nostro tracciato.
In un paio di minuti si potrebbe già ottenere un semplice circuito con cui gareggiare con gli amici, ma le possibilità di personalizzazione offerte sono tante e tali che si è spinti a customizzare la propria creazione in ogni minimo dettaglio, realizzando scorciatoie secondarie nascoste, posizionando salti, power up e trappole lungo il tracciato, e infine abbellendo l'impatto scenografico della nostra opera con case ed edifici, vegetazione, simpatici animali di vario tipo, barriere e le immancabili tribune con il pubblico a tifare per i partecipanti.
Nel corso della creazione del tracciato è possibile in ogni momento scendere in pista per valutare l'efficacia delle proprie scelte, oppure provare un gara veloce contro la CPU.
Una volta completato il tracciato sarà possibile salvarlo su hard disk e condividerlo tramite il PSN con i propri amici, che potranno scaricarlo e usarlo oppure modificarlo con nuove idee ed esperimenti.
Un recente incontro con Dan Sochan (questo avvenuto in occasione della GamesCom) ci ha permesso di fare qualche ulteriore domanda. Abbiamo chiesto, in particolare, se nella versione finale del gioco sarà prevista la possibilità di realizzare online i tracciati contemporaneamente con i propri amici. Il producer di United Front Games ha effettivamente ammesso che è una delle idee che sono state valutate in fase di game design, ma che rappresenta però una opzione di difficile implementazione. La possibilità di condividere le proprie creazioni con gli amici allevierà però questa mancanza.

Gameplay

Il gameplay del titolo Media Molecule, si è già detto, prende a modello i numerosi Kart Racing ormai disponibili sul mercato. Il controllo e la gestione dell'auto sono estremamente semplici grazie all'utilizzo della leva analogica e dei grilletti del DualShock, a cui si aggiunge il tasto X per mandare in derapata la vettura (occorre tenerlo premuto per continuare a derapare) e i classici pulsanti per l'utilizzo di turbo boost e delle armi che vengono raccolte sul tracciato. L'azione è naturalmente veloce e sufficientemente impegnativa per stimolare il giocatore a migliorare il proprio stile di guida, le auto governate dalla CPU sono parse un po' remissive. Lo scenario di gioco principale sarà quello online contro altri avversari umani e in questo caso la sfida sarà sicuramente appassionante e all'ultimo sorpasso.
Per questa tipologia di titoli è però basilare la fluidità del motore grafico e un frame rate stabile ed elevato, per evitare brutte ripercussioni sul gameplay, ed è da questo punto di vista che al momento l'opera di United Front Games pecca di qualità. Manca infatti di fluidità e presenta un aggiornamento dello schermo ben sotto i 30 quadri al secondo e anche dal punto di vista puramente grafico aliasing e texture di bassa risoluzione non permettono di ottenere risultati positivi.
Naturalmente occorre sottolineare che ModNation Racers è previsto per il 2010 inoltrato e che quindi sono ancora numerosi i mesi che mancano all'uscita. Considerando che il grosso di lavoro riguardante l'editor e l'interfaccia di gioco sembra ormai a buon punto è lecito ritenere che i prossimi mesi saranno utilizzati proprio per migliorare le prestazioni del motore di gioco in modo da ottenere una grafica più curata unita ad un frame rate fluido, stabile ed elevato.

ModNation Racers Il dubbio che all'annuncio del titolo Sony ci era principalmente venuto riguardava proprio la facilità di utilizzo dell'editor: se fosse stato troppo complesso, avrebbe minato seriamente la fruibilità e il successo all'interno della comunità ludica. La prova diretta effettuata alla ci ha permesso di sciogliere positivamente questo dubbio, verificando con mano l'effettiva bontà dei risultati raggiunti in tal senso da parte di United Front Games. Le uniche perplessità rimaste riguardano, come già sottolineato, l'aspetto tecnico, che non si è dimostrato all'altezza delle altre produzioni Sony. Il tempo che manca all'uscita sugli scaffali dei negozi lascia però ampio spazio di intervento e la possibilità di risolvere i problemi di gioventù del titolo.