Hands on Mondiali FIFA Brasile 2014

FIFA 14 si trasforma in occasione dei mondiali

hands on Mondiali FIFA Brasile 2014
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
Alessandro Trufolo Alessandro Trufolo ha visto la sua prima schermata di Game Over in età precoce: per il trauma, è cresciuto inserendo cartucce e dischi vari in qualsiasi console o computer gli capitasse a tiro. Quando ha deciso che di videogiochi voleva anche scriverne e parlarne, il dramma si è completato. Aiutatelo a superarlo su Facebook, Twitter e Google+.

Dopo un'edizione 2010 del tutto da dimenticare per i nostri colori, quella che ci apprestiamo a vivere dal prossimo giugno è una delle manifestazioni più incerte che i Mondiali di calcio FIFA abbiano mai conosciuto. L'unica, granitica, certezza che si ripete, puntuale come ogni quattro anni, è la copertura videoludica dell'evento ad opera della sempre zelante Electronic Arts che, sin dalle schermate iniziali della versione dimostrativa da noi provata in questi giorni, si impegna a trasmettere il feeling colorato e musicale che contraddistinguerà il prossimo torneo mondiale, immergendovi in canzoni ufficiali e menù giallo-oro perfettamente adatti allo scopo, in Mondiali FIFA Brasile 2014.

UN MONDIALE RICCO

Nonostante la nuova facciata, comunque, dietro al tutto batte ancora il cuore delle versioni PS3 e Xbox 360 di FIFA 14, addolcite in fase di controllo palla e nel gioco aereo, qui resi leggermente più intuitivi, ma sempre ancorate al dinamismo ragionato che caratterizza il quattordicesimo capitolo del franchise. Scordatevi, quindi, un arcade puro confezionato per accontentare chi ai videogiochi, soprattutto calcistici, si avvicina solo in occasione dei Mondiali, ma preparatevi piuttosto per una simulazione che può contare sulla collaudatissima IA di sempre nella modalità single-player, e su milioni di veterani in tutto il mondo con i quali sfidarsi sulla rete.
Proprio quest'ultima componente è tra le protagoniste della nuova schermata di gioco iniziale che offre, insieme ad altre, una modalità Online che ci permette di scoprire le classiche, e un po' scontate, sfide 'Amichevole' e 'Mondiali FIFA' (con la quale affrontare l'intero torneo sfidando altri giocatori online), ma ci introduce anche alla modalità multiplayer sicuramente più nuova ed interessante del lotto: 'Destinazione Rio de Janeiro' è infatti un viaggio calcistico lungo le dodici città che ospiteranno le reali partite del Torneo Mondiale, da Manaus a Rio, passando per Belo Horizonte, Fortaleza e molte altre. In ognuna di esse vi saranno messe a disposizione dieci partite, attraverso le quali guadagnare punti e raggiungere una 'quota salvezza' che vi permetterà di partire alla volta della città successiva, fino al raggiungimento della vostra meta finale. Contestualizzate anche le nuove modalità single-player, che che permettono di accedere al torneo sin dalle fasi di qualificazione consentendoci di riscrivere la storia dei vari gironi, sbloccabili mano a mano insieme agli scenari continentali e alle nazionali principali.
Sempre le fasi preliminari del torneo sono protagoniste della modalità 'Destinazione Mondiali FIFA', con la quale affrontare i gironi di qualificazione reali o altri creati ex-novo con un fardello aggiuntivo dettato dalla gestione della forma della propria (ampissima) rosa, attraverso l'allenamento mirato degli elementi meno performanti del gruppo.
'Guida la Nazionale' è invece la versione Estate 2014 della modalità carriera giocatore, nella quale il nostro obiettivo sarà quello di guidare un giovane calciatore di belle speranze alla conquista del Mondiale in veste di capitano della sua Nazionale: la strada verso il successo sarà ovviamente costellata di partite, allenamenti, e posizioni conquistate e perse nelle gerarchie del commissario tecnico, che taglierà periodicamente il numero dei convocati senza permettervi, così, di poter mai abbassare la guardia.

Regina incontrastata delle modalità offline, insieme a 'Calcio d'Inizio' (il quick-play 'amichevole' per antonomasia), rimane però sicuramente l'esplicativa 'Mondiali FIFA 2014': il viaggio del giocatore partirà qui direttamente dalle fasi a gironi ufficiali che si apriranno il prossimo dodici giugno con la sfida inaugurale Brasile-Croazia a San Paolo, e lo accompagneranno attraverso le eliminatorie dirette fino a raggiungere la finale. Cruciale, anche in questo caso, sarà la gestione degli allenamenti e della rosa dal punto di vista fisico, lungo tutta la durata di un torneo, si breve, ma in grado di spremere i nostri giocatori in modo del tutto simile a quanto avviene nella realtà. Non manca, chiaramente, nemmeno l'ormai onnipresente modalità EA Sports Footbal Club, nella quale troveremo un Catalogo che ci permetterà di spendere i punti CFC accumulati durante il gioco, acquistando oggetti come divise storiche e nuove esultanze (in modo del tutto simile alla sua controparte 'per Club'), o potremo semplicemente tentare la scalata alle classifiche mondiali a suon di PE.
Chiudono la consueta e ricchissima carrellata di opzioni la modalità 'Personalizza' che, insieme alla sua vasta gamma di editor per squadre, giocatori e replay, permetterà di scaricare gli aggiornamenti d'obbligo che verranno rilasciati prima, dopo e durante la manifestazione vera e propria.

Tocchi di classe

Se quindi, da un punto di vista di pura ricchezza nell'offerta ludica, Electronic Arts si rivela ancora una volta campionessa della categoria, non da meno rimangono gli sforzi effettuati in un comparto marginale ma importante come quello estetico: ognuno degli stadi che ospiterà le sfide mondiali del Torneo è infatti riproposto con dovizia di particolari, insieme alle esultanze più recenti e caratteristiche dei giocatori, oltre che ad un loro look a volte inedito e ad una nuova coreografia da urlo. Simpatici, in quest'ultimo caso, piccoli tocchi di classe come i 'collegamenti' con le piazze di tutto il mondo, gremite di gente intenta a seguire e commentare le gesta dei propri eroi su maxi-schermo, e che arricchiranno le varie fasi di replay durante le partite.

Decisamente arricchita anche la libreria di animazioni e la già vasta gamma di giocate funamboliche, legate a particolari campioni che ne hanno fatto quasi un marchio di fabbrica nella loro carriera reale: decisamente affascinanti da scovare quanto già notoriamente galvanizzanti da eseguire e sfruttare in partita. Proprio in termini di gameplay, infatti, poco ci sarà da scoprire per chi ha già costruito squadre su squadre in FIFA Ultimate Team o inanellato decine di stagioni nella modalità Carriera, anzi: il controllo della palla e dell'inerzia del proprio giocatore sembrano ripuliti di quella eccessiva ruvidità che ha contraddistinto l'ultimo esponente del franchise calcistico più venduto al mondo, rendendo le dinamiche di gestione della palla più accessibili ma non per questo meno godibili, anche in virtù di una loro maggiore coerenza in un contesto di tornei più brevi ed intensi.

Mondiali FIFA Brasile 2014 Se cercare di immaginare quale sarà la squadra che il prossimo tredici luglio salirà sul gradino più alto del podio, entrando nella storia del Calcio come la ventesima Nazionale Campione del Mondo, è un esercizio difficile quanto non mai, non è altrettanto arduo prevedere quale gioco, nello stesso periodo, dominerà le classifiche di vendita del pianeta. Mondiali FIFA Brasile 2014, d'altronde, sembra già possedere tutte le caratteristiche necessarie per riuscite in questa impresa ormai tradizionale per la serie sportiva di casa Electronic Arts: un gameplay collaudato ma rifinito ed una componente coreografica rivisitata per l'occasione, accompagnano l'abituale e ricca selezione di modalità di gioco tematiche, cucite intorno alla manifestazione sportiva più importante della prossima estate e, a prima vista, in grado di soddisfare ogni esigenza: tanto quelle del fan storico della serie quanto dell'appassionato che vuole rivivere per qualche tempo le gesta dei suoi eroi e compatrioti calcistici. A differenza di quelli reali, il calcio d'inizio dei Mondiali marchiati EA Sports è previsto per il prossimo diciassette aprile: non vi resta quindi che rimanere sintonizzati sulle pagine di Everyeye per scoprire se sarà il caso di staccare in anticipo un biglietto (quantomeno virtuale) per il Brasile.