(Dis)Comfort Zone: Outlast 2 Oggi alle ore 21:00

Primo episodio della dis)Comfort Zone dedicata ad Outlast 2!

Hands on Mortal Kombat

Mortal Kombat debutta su Playstation Vita ricco di nuove modalità

hands on Mortal Kombat
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • PSVita
  • Pc
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Mano a mano che scoprivamo Playstation Vita e vedevamo la sua line up iniziale prendere corpo ci siamo accorti della folta rappresentanza di un genere solitamente schivo rispetto alle console portatili. Complice l'impossibilità di usufruire di sistemi di controllo arcade, i picchiaduro hanno avuto vita difficile sui vari Game Boy e Neo Geo Pocket, anche se il gioiellino SNK seppe in parte sdoganare il genere in piena mobilità.
La seconda console portatile Sony che approderà da noi il 22 Febbraio presenterà al lancio Ultimate Marvel vs Capcom 3 e Blazblue: Continuum Shift EXTEND (la versione 3DS non ci ha convinto più di tanto), mentre nel corso dell'anno attenderemo Street Fighter X Tekken, ormai imminente su Playstation 3 e Xbox 360 (9 Marzo ad essere precisi). La classica ciliegina sulla torta è stato l'annuncio di Mortal Kombat, già saggiato proficuamente l'anno passato, nella rinnovata veste bidimensionale su Playstation 3 e Xbox 360. Inizialmente i dettagli erano molto scarsi e ci aspettavamo un semplice porting, ma dopo averlo provato in gran parte delle sue componenti ci siamo dovuti ricredere: gli sviluppatori di Nether Realm hanno rivisto un numero cospicuo di modalità di gioco in funzione dei sistemi di controllo di Playstation Vita. Laddove i concorrenti Capcom e Arc System Works hanno puntato sopratutto su mosse eseguibili via touch screen pensate per i giocatori casuali, il team di sviluppo di Mortal Kombat si è inventato una miriade di modi per far fruttare a dovere le specificità dell'hardware.
Il picchiaduro non uscirà al lancio, ma giungerà sul finire di Marzo in una data non ancora stabilita ufficialmente.

Mortal Kombat Vita...lity

Mortal Kombat (9) è un picchiaduro dallo scrolling bidimensionale, anche se la realizzazione grafica è totalmente tridimensionale. Scordatevi il gameplay 3d di Mortal Kombat 4 in avanti, ricordatevi piuttosto di come si giocavano i primi tre episodi. Non ci si sposta lateralmente, ma è tutta una questione di tempismo nelle parate (dorsale R); certo, da che mondo è mondo Mortal Kombat è un beat'em up fortemente votato all'attacco come dimostrano i litri di sangue sparsi sul terreno delle arene. Ogni colpo a base di lame, infatti, genera uno schizzo che non solo imbratta il terreno ma lascia anche dei segni evidenti sul corpo del nostro alter ego digitale, quali strappi della tuta, ferite aperte ed escoriazioni.
Il sistema di combattimento si impreziosisce di un insieme molto efficace di Super e mosse speciali. Alla base dello schermo è presente una barra a tre livelli che consentirà l'esecuzione di mosse speciali come ad esempio le breaker, in grado di spezzare la difesa del rivale. È inoltre obbligatorio annoverare le mosse X-Ray di inaudita potenza tali da consumare l'intera barra; l'animazione che richiama una radiografia, sottolineando sopratutto la rottura di ossa e articolazioni, si avvia premendo simultaneamente L e R oppure premendo sul touch screen l'icona corrispondente in basso a destra. L'icona forse è troppo piccola per essere prontamente individuata nella foga del combattimento, ma lo schermo capacitivo rileva senza problemi la nostra pressione.
I match sono sia uno contro uno (Skalata), che due contro due con tanto di mosse in cooperazione che consumano un livello della barra sopra citata. Il personaggio non presente su schermo potrà quindi intervenire con un attacco mirato per poi defilarsi oppure subentrare nel combattimento con una mossa speciale eseguita in collaborazione con il compagno.
Tratto caratteristico della serie sono le Fatality, combinazioni mnemoniche da eseguire al termine del match non per sconfiggere l'avversario ma per umiliarlo platealmente. Ogni personaggio ne possiede almeno due, cui si aggiungono alcune interattive con l'arena prescelta e - novità della versione Playstation Vita - alcune eseguibili via touch screen. Sono abbastanza rare e prevedono un movimento orizzontale o verticale (slash) per poterle eseguire.
La versione portatile in scatola blu includerà gli stessi contenuti della Komplete Edition, in uscita il 2 Marzo su Playstation 3 e Xbox 360, quindi i lottatdistribuiti precedentemente come DLC (Freddy Krueger, Kenshi, Rain e Skarlet) oltre a Kratos di God of War già esclusivo della versione Sony, più una vagonata di skin e costumi da Mortal Kombat (1), Mortal Kombat II e Mortal Kombat III. Non sappiamo se all'interno saranno presenti i coupon per scaricare l'album Mortal Kombat: Songs Inspired by the Warrior e il film Mortal Kombat di Paul W. S. Anderson via Sony Entertainment Network.

Teknikamente

Il porting su un hardware così giovane ha creato diversi problemi a Nether Realm. Anzitutto hanno dovuto ridurre il numero di poligoni per mantenere una fluidità accettabile (60 fps), controbilanciata comunque da una definizione superlativa grazie alla brillantezza dello schermo OLED e dall'inserimento di alcuni elementi aggiuntivi agli scenari che già mostravano una profondità invidiabile.
Il multiplayer è sia in locale che via Wi-Fi. I versus sono limitati, però, agli 1 contro 1, non sono presenti lobby da 8 giocatori, né tag team match a 4 giocatori.

Torri delle Sfide

Chi ha giocato Mortal Kombat lo scorso anno sa quanto è ardua la scalata alla Torre delle Sfide. Sono 300 prove di abilità e grande difficoltà spesso giocate in condizioni particolari tra scontri contro nemici indiavolati difficili da colpire, lotte a testa in giù, scontri in cui l'immagine vira verso il nero pece e finanche combattere senza braccia o senza testa.
A queste prove "convenzionali" se ne aggiungono altre 150 pensate appositamente per la versione Playstation Vita e cucite attorno a touch screen e accelerometri. Ne abbiamo provate una manciata e non vediamo l'ora di scoprire tutte le altre!
Una delle prime è You've got the power, in cui dovrete combattere e al tempo stesso riequilibrare con i sensori di movimento la visuale di gioco che tende ad inclinarsi a destra o a sinistra. In questo caso combattiamo con Sub Zero, la cui mossa celebre teletrasporta il glaciale combattente dietro la schiena dell'avversario: immaginate quindi di utilizzare continuamente questa mossa topica e dover immediatamente ribaltare la pendenza della visuale di gioco. Da mal di testa!
Un'altra sfida inedita è Bloody Mess. L'avversario da sconfiggere è Baraka, ma la cosa particolare è che ad ogni colpo inferto (a noi o al demoniaco rivale) schizzi di sangue si materializzeranno sullo schermo in maniera simile al bonus Calamarcio di Mario Kart 7. Il giocatore dovrà alternare momenti di combattimento con altri in cui spazza via con il dito le macchie, con l'incentivo di riacquistare piano piano porzioni perse della propria barra di energia.
Quindi proseguiamo con Vertigo, dove noi impersoniamo Rain e lottiamo contro la quattrobraccia Sheeva. La complicanza aggiuntiva risiede nel casuale spostamento di inquadratura, a volte leggermente inclinata da un lato, ma nella maggior parte dei casi si ribalta completamente la visuale e i due combattono sottosopra. Per ripristinare la visuale normale bisogna solamente scuotere la console. Come se fosse semplice pensare ad altro nel pieno di un kombattimento mortale!
Abbiamo provato anche Juggle This, un incrocio tra il Missile Command di Atari (A.D. 1980) e il tanto osannato juggling dei picchiaduro moderni. Non si combatte in questa sfida, ma ci si concentra sull'evitare che uno Skorpion piovuto dal cielo non tocchi terra. In che modo? Toccando alcune icone missilistiche disposte lungo la base del campo di battaglia e mantenere così il lottatore sospeso per dieci secondi.
Alcune sfide inedite sono più riuscite di altre, ma questa combinazione tra motion controller, schermo tattile e combat system usuale diverte moltissimo ed è una feature tutt'altro che forzata.

Test Your Balance

Un classico della serie sono le modalità Test your qualcosa, presenti anche in Mortal Kombat (9): Test Your Might propone una sfilza di QTE la cui finalità è quella di spaccare blocchi di pietra con un serie di pugni ben assestati, Test Your Sight ricorda lontanamente il truffaldino gioco delle tre carte, Test Your Strike richiede di distruggere alcuni oggetti impilati uno sopra l'altro e infine Test Your Luck lancia una sfida contro uno sfidante secondo regole speciali definite da una apposita roulette.
La versione Playstation Vita ne aggiunge una quinta assolutamente squisita: Test Your Balance. Di base il giocatore deve restare in equilibrio su una bilancia flessibile al sensore di movimento Six Axis della console. La prima missione chiede molto semplicemente di mantenere il bilanciamento per dieci secondi, pena la caduta all'interno di un baratro sul cui fondo (in maniera random) trovate piranha pronti a divorarvi, affettatrici che vi sminuzzano in mille pezzi oppure un semplice pavimento in muratura sopra cui spiaccicarsi.
Dalla seconda missione le prove cominciano a diventare più complesse tra teste e arti mozzate che bersagliano il lottatore in precario equilibrio oppure la necessità di assumere un certo grado di inclinazione per 3 secondi.
Test Your Balance ha, al contrario di Test Your Luck, pochi punti di contatto con il sistema di combattimento del picchiaduro, ma complice una riuscita caratterizzazione ed un utilizzo sensato degli input della console si dimostra un minigioco ben fatto.

Mortal Kombat Mortal Kombat debutta su Playstation Vita non con un semplice porting del picchiaduro uscito lo scorso anno. Si tratta di una versione cucita attorno alle caratteristiche del portatile Sony, con funzionalità touch screen per eseguire gli X-Ray ed alcune Fatality. Il numero di contenuti è assai elevato grazie alla presenza di tutte le feature della Komplete Edition ed un paio di interessanti modalità personalizzate per Playstation Vita: si tratta di una nuova Torre delle Sfide che propone combattimenti affiancati da attività collaterali via touch screen o sensori di movimento e l'inedito minigioco Test Your Balance. Esce a fine Marzo e se amate i picchiaduro portatili non dovete lasciarvelo sfuggire. Anche se il multiplayer è un po' magro...

Che voto dai a: Mortal Kombat

Media Voto Utenti
Voti totali: 237
8.1
nd