Fortnite (Battle Royale) Oggi alle ore 15:00

Giochiamo in diretta con la modalità Battle Royale!

Hands on MUD - FIM Motocross World Championship

Il mondiale di motocross secondo Milestone

hands on MUD - FIM Motocross World Championship
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • PSVita
  • Pc
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Così, all'improvviso, senza colpo ferire il genere dei titoli di motocross 2d è rinato sui canali di distribuzione digitale. Quel che era stato sommerso dal passaggio alla terza dimensione, dall'Amiga al PC, è ritornato in auge su iPhone, Playstation Store e Live Arcade sottoforma di Trial HD, Joe Danger e molti altri come per caso, un successo sospinto da un incantesimo che non stentiamo a definire arcano.
Ma questi videogiochi, questa teoria di salti e acrobazie impossibili non è mica piaciuta ai tipi di Milestone. C'è il divertimento, ma il feeling è totalmente avulso da un qualsivoglia legame con il campionato mondiale motocross. C'è il tocco arcade, ma per piloti e fan della disciplina il risultato è indigesto. Idem per quanto concerne la serie di THQ MX vs ATV, collassata sul povero sistema di contenuti scaricabili. MUD - FIM Motocross World Championship si aggrappa alla licenza ufficiale per costruire un mix tra tecnicismo e divertimento immediato: in sviluppo da oltre due anni presso gli studi della software house milanese Milestone applica il trattamento videoludico riservato recentemente a Superbike e WRC pur presentando il mondo del motocross sotto una veste meno realistica e più "cool". Per l'occasione la casa tricolore ha sfoderato un nuovo engine onde fronteggiare le molte differenze tra le due ruote su pista e quelle su fango, venendo a patti con le pressioni della licenza e la direzione artistica volutamente più alla mano.
Con una data di uscita fissata indicativamente per Marzo su Playstation 3, Xbox 360 e PC, MUD - FIM Motocross World Championship si è concesso giocabile di recente negli studi Milestone. Ecco le nostre impressioni!

Fun

Se WRC è tecnico, Superbike è veloce, MUD - FIM Motocross World Championship è divertente. Tutto parte da una inedita direzione artistica dei menù di gioco: adesivi, ritagli di carta e look da comic book definiscono arene, piloti e modalità di gioco. Quindi si passa a popolare le arene di gioco, nella realtà spoglie, isolate e povere di dettagli, nel gioco strabordano di coloratissimi elementi a bordo pista; non solo i tracciati hanno subito profonde modifiche per adattarsi ai ritmi del gameplay, ma anche il fondale conosce stravolgimenti impressionati. Lo stage ispirato ai circuiti tedeschi trova posto all'interno di una cava sabbiosa, prevede un ponte mobile, contornato da una mostruosa trivella e - per gradire - un paio di mongolfiere a godersi la gara dall'alto. Simili accorgimenti sono stati studiati per gli altri percorsi provati: quello svedese ad esempio vanta casupole in legno e tronchi appena tagliati lungo il bordo pista, quello brasiliano si snoda tra l'esotica vegetazione della Foresta Amazzonica mentre una coppia di pappagalli ara schiva le moto da cross, quello olandese ovviamente non può fare a meno di tulipani e mulini a vento.
In effetti, nota anche il pilota professionista Davide Guarneri che ha consigliato ripetutamente il team di sviluppo, mentre si gareggia nella realtà il dettaglio del bordo pista è l'ultima cosa cui si presta attenzione, in un videogioco dalla telecamera in terza persona la caratura del bordo pista assume connotati importanti. Specie se è l'elemento privilegiato dell'effetto di motion blur indispensabile per incrementare la sensazione di velocità, resa già ottima da un frame rate molto fluido sopratutto nella versione Playstation 3; specie se, per imposizioni di licenza, anche solo appoggiare il piedino fuori dal tracciato equivale ad uscire da essa el'istantaneo ripescaggio alla Lakitu in Mario Kart. Purtroppo gli sviluppatori hanno le mani legate su questo aspetto piuttosto presente in particolar modo quando si tratta di atterrare dignitosamente dopo un salto parecchio difficile.
A questo e ad altri "capricci" della federazione internazionale Milestone ha posto rimedio tramite il Trick Battle Mode, una feature originariamente pianificata come DLC post-lancio, ma che sarà interamente presente all'interno del disco di gioco. In soldoni si tratta non di gareggiare contro avversari umani, bensì esplorare tre arene ricche di rampe, trampolini, curve a 90° inanellando un punto dopo l'altro e scalare l'ovvia classifica. Le tre arene sono fantasiose e stralunate: una si trova nelle acque spagnole al di sopra di una portaerei, un'altra corre lungo le frastagliate rocce del Grand Canyon e una terza in Repubblica Ceca offre catapulte e altre rampe d'ispirazione medievale. Tale modalità è in sviluppo proprio in queste settimane, per cui non abbiamo potuto saggiare la bontà del level designer e delle varianti al modello di guida.
Di sicuro possiamo rendervi conto delle gare classiche a pagina 2!

Guido Traverso

Il cuore del gameplay adatta il crudo realismo di una competizione sporca...di fango alle dinamiche pretese dalle migliaia di videogiocatori là fuori. Cominciando dal terreno: se quello di Superbike e, ancora prima, Moto GP era puro asfalto, MUD - FIM Motocross World Championship è puro fango e reca con sé una deformazione dinamica. Ovverosia il tracciato modifica la propria forma in tempo reale, al passaggio delle moto avversarie e delle proprie; come un onda sollevata dalla prua di un motoscafo impatta sulla chiglia di quello in scia, così il solco delle due ruote influenza il percorso e la stabilità del mezzo che segue. Tale effetto è più presente in certi circuiti più che in altri risultando assai convincente: probabilmente non perderete il controllo del mezzo con conseguenti ginocchia sbucciati, ma modificherete l'angolazione della moto in curva se un tratto di pista è eccessivamente dissestato dalle gomme altrui o in rettilineo sceglierete il passaggio più spianato.
Eccessive sbandate impediscono di affrontare con sufficiente distensione i salti limitrofi. E' questo l'aspetto rivelatosi maggiormente ispido durante lo sviluppo, vista la complessità nel bilanciare un feeling totalmente disimpegnato alla Joe Danger con il realismo delle gare ufficiali del Motocross World Championship. Il salto accellerando ai piedi delle rampe con conseguente Scrub (la tecnica del piegare la moto in aria per ricevere ulteriore velocità) vede notevoli cambiamenti nella dinamica all'interno del videogioco Milestone: quella che è una pratica ben circoscritta all'interno delle gare reali data la pericolosità dei salti e la congestione delle moto, in MUD - FIM Motocross World Championship è una pratica maggiormente presente per amore di spettacolarità arcade.
L'apposita indicazione "prepare to scrub" compare in prossimità della rampa, quindi un attimo prima di spiccare il gran balzo al centro dello schermo un'icona chiede di premere il tasto X sino a che una barra circolare non è completa: il pilota guadagna quota e con essa un assetto quasi orizzontale della moto da correggere appena prima di toccare terra. Se avrete compiuto correttamente queste indicazioni lo scrub sarà realizzato e si otterrà un momentaneo boost. Occhio, però, alla stabilizzazione del mezzo tutt'altro che un gioco da ragazzi, nonché alle curvature della direzione verso il fuoripista.
C'è molto da lavorare, invece, circa le collisioni tra giocatore ed avversari. Allo stato attuale le moto al contatto praticamente non reagiscono, non vi è differenza in reazione tra una sbandata e un frontale, non è possibile eseguire calcetti tattici per sbilanciare il mezzo laterale (ma questo probabilmente la licenza non lo permetterebbe!). Gli sviluppatori promettono un imminente fix circa questo aspetto. Staremo a vedere!

Motociclisti di tutto il mondo unitevi!

Le modalità sono tante e sufficientemente variegate. All'interno del prodotto sono presenti piloti, tracciati e sponsor delle categorie MX1, la cadetta MX2 e il Motocross of nation cui partecipano team di tre piloti in rappresentanza delle varie nazioni. Tutte e tre sono presenti anche nelle varianti multiplayer online per gare fino a dodici giocatori.
E' presente l'ovvia arcade mode, il già menzionato Trick Battle Arena e il MUD World Tour, manco a farlo apposta la modalità carriera. La storia di quattro "eroi" dalle differenti abilità pronti a scalare la classifica: si va dal metallaro scandinavo Lars Keller all'italiano pazzoide Guido Traverso, passando per qualche graziosa figliola e l'immancabile orientale. La modalità carriera sembra ancora più caricaturale del resto del gioco, per quanto offre buona sostanza e idee interessanti. La longevità è assicurata da oltre sessanta gare, che vanno dalla corsa classica all'eliminazione del corridore in ultima posizione. A contorno delle gare è presente la sezione Equipment dove scegliere il team e la crew pronte ad assisterci dai box o dagli hangar di R&D, customizzare al meglio l'alter ego tra caschi e tute protettive, infine selezionare l'energy drink a noi più congeniale. Gli energy drink conferiscono un turbo in momenti particolari della gara: ciascuno può essere mandato giù una sola volta, ragion per cui è bene berlo nelle giuste circostanze. Ci suggeriscono nelle immediate vicinanze di un salto particolarmente spettacolare in combo con uno scrub "perfetto"...

MUD - FIM Motocross World Championship MUD - FIM Motocross World Championship impone una nuova sfida agli esperti dei racing game in Milestone. La deformazione fisica del tracciato impone una riscrittura pressochè completa del motore grafico di Superbike, mentre l'adrenalina e lo spettacolo del motocross direzionano lo sviluppo verso un tono più arcade e meno tecnico. Definito l'art design, le modalità disponibili su disco e le basi del gameplay, ora non resta altro che accordare tutti gli elementi migliorando la texturizzazione del terreno, il sistema di collisioni e la modalità Trick Battle. La data di uscita è prevista per Marzo su Playstation 3, Xbox 360 e PC.

Che voto dai a: MUD - FIM Motocross World Championship

Media Voto Utenti
Voti totali: 52
6.3
nd