Hands on MXGP - The Official Motocross Videogame

Provata la nuova simulazione di motocross targata Milestone, forte della licenza ufficiale MXGP

hands on MXGP - The Official Motocross Videogame
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • PSVita
  • Pc
  • PS4
Andrea Porta Andrea Porta è un fanatico, divoratore (e occasionalmente critico) di videogame, serie TV, cinema, letteratura sci-fi e fantasy, progressive rock, comics, birre belga, rolling tobacco e molto altro ancora. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Quasi due anni fa, l'ambiente motocross era già stato esplorato da Milestone con MUD, purtroppo senza risultati brillanti. La casa di sviluppo di stanza a Milano ci prova una seconda volta, forte però di una licenza ufficiale e di una filosofia differente. Sebbene MXGP non possa dirsi una rigorosa simulazione, l'approccio è certamente meno arcade, e l'intenzione è chiaramente quella di riprodurre le atmosfere del campionato motocross ufficiale. Recentemente è stata messa a nostra disposizione una versione preliminare del gioco in versione PC, la quale, nonostante un livello di completezza ancora piuttosto arretrato, ci ha permesso di farci un'idea generale della portata del progetto, destinato a risvegliare la nostalgia di tutti gli appassionati di motocross, "orfani" di prodotti dedicati alla disciplina da qualche anno.

Tradizione Milestone

Navigando i menu principali, risulta evidente come Milestone abbia abbinato alla licenza ufficiale MXGP la medesima offerta ludica già sperimentata con quattro capitoli di WRC. Sarà infatti possibile correre gare singole, interi campionati, oppure darsi ad una modalità carriera, che ci vedrà farci strada nell'ambiente crossistico prima come wildcard, al servizio delle scuderie già esistenti, poi creando un proprio marchio. A tenere ordine in quest'ultima parte dell'offerta ludica ci penserà una schermata atta a rappresentare l'ufficio del nostro alter ego, dove come di consueto sarà possibile consultare il calendario con i successivi eventi, controllare un computer contenente email dai colleghi di scuderia, e sfogliare le prime pagine delle riviste di settore, con tutti i nostri ultimi successi.

A prescindere dalla modalità di gioco selezionata, una volta raggiunta la pista sarà possibile decidere se disputare l'intero weekend, oppure solamente le due sessioni di gara finali, per poi scegliere il posizionamento alla griglia. Una volta calati i cancelli, ci si trova a fare i conti con un modello di guida piuttosto inedito per i giochi dedicati al motocross, dove a colpire è l'assenza della frizione, solitamente implementata nei corsistici dedicati alla disciplina. Per affrontare i salti senza poter interrompere la trazione diventa quindi indispensabile padroneggiare sia lo scrub, ossia una violenta inclinazione orizzontale della moto atta ad abbassare il più possibile la traiettoria in volo, sia l'air control, entrambi provvisti di controlli dedicati. Per scrubbare sarà necessario spostare entrambi gli analogici nella medesima direzione laterale non appena le ruote si staccheranno da terra, mentre per controllare la moto in volo basterà mollare l'acceleratore, e poi utilizzare il freno posteriore e il gas per alzare o abbassare il muso. Al momento nel gioco non è presente alcuna forma di tutorial, sebbene l'importanza vitale di queste due meccaniche lo renderebbe desiderabile, soprattutto per coloro magari poco esperti della disciplina crossistica.

Cuore di fango

Il modello di guida adottato da MXGP, come già accennato, rappresenta un gioco d'equilibri tra simulazione e accessibilità. Fa piacere ritrovare nei menu la consueta possibilità di configurare manualmente i singoli aspetti della simulazione, come la separazione tra freno anteriore e posteriore (che vi consigliamo di attivare, in quanto fondamentale per l'air control) e la fisica della moto. Giocando in modalità Professionista, quindi con tutti gli aiuti disattivati, ci si troverà di fronte a una sfida piuttosto impegnativa, con la necessità di dosare attentamente l'apertura del gas e fare grande attenzione agli atterraggi in seguito ai salti. Sebbene la deformazione dinamica del terreno aggiunga senza dubbio un aspetto visivo interessante ai tracciati, quest'ultima non sembra impattare in maniera sensibile sulla guidabilità dei mezzi. Di certo, avrebbe aggiungo un importante elemento strategico alle sessioni di gara, e spiace vederla invece destinata a semplice effetto cosmetico. Naturalmente, le impostazioni di difficoltà permettono di gestire anche l'aggressività dell'intelligenza artificiale avversaria, che per il momento si è rivelata piuttosto impegnativa da affrontare anche al livello Medio (sono in tutto 4), sebbene poco incline ad utilizzare la meccanica dello Scrub.

Purtroppo, quando si ha a che fare con i gruppi di avversari che tendono a formarsi in gara, non si può non notare un sistema di collisioni piuttosto approssimativo, che porta moto e piloti a comportarsi in maniera a volte poco credibile in seguito ad un contatto. Data la natura molto "fisica" della disciplina, la speranza è che questo importante aspetto venga migliorato prima della release.
I tracciati su licenza si sono rivelati ben riprodotti, anch'essi e metà tra realismo e licenze poetiche, e le piccole dimensioni hanno permesso ai ragazzi di Milestone di arricchire il contesto con molto dettagli, tra cartelloni pubblicitari, pubblico animato e tutte le strutture relative al service delle gare. Nel complesso, l'impatto è positivo, sebbene ci sia bisogno di molta ottimizzazione relativamente al pop-up, all'aliasing e alla realizzazione del terreno deformabile, che spesso finisce per "inghiottire" pilota e moto in caso di cadute ai margini del tracciato.

MXGP - The Official Motocross Videogame Le nostre esperienze di gara con MXGP hanno rivelato un prodotto potenzialmente interessante, sebbene ancora molto acerbo dal punto di vista dell'ottimizzazione e della taratura di alcune importanti dinamiche. Diversi bug e mancanze contenutistiche e grafiche portano a sperare che Milestone abbia sufficiente tempo per arrivare alla data d'uscita, fissata per il prossimo 28 marzo su PC, Playstation 3, Xbox 360 e PSVita, con un prodotto esente da vistosi difetti, un qualcosa che potremo valutare solo in fase di recensione. Se così dovesse essere, il modello di guida interessante potrebbe risvegliare l'interesse dei fan del motocross, da lungo tempo all'asciutto di uscite interessanti.

Che voto dai a: MXGP - The Official Motocross Videogame

Media Voto Utenti
Voti totali: 29
7.3
nd