Hands on Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 3

Testata la fase beat'em up della nuova incarnazione digitale di Naruto Uzumaki

hands on Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 3
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
Andrea Vanon Andrea Vanon è appassionato di videogiochi sin dal 1995, quando passava le giornate tra SNES e Game Gear. Da sei anni tra le "penne" e le "voci" di Everyeye.it fagocita qualsiasi produzione con curiosità, mantenendo un’incrollabile fedeltà verso gli sportivi "made in U.S.A.". Lo potete seguire su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

La serie Ultimate Ninja Storm di Naruto è un esempio perfetto di come ogni tie-in da manga o anime dovrebbe essere. Le caratteristiche della produzione CyberConnect2 sono poche, in realtà, ma tutte estremamente curate ed assolutamente funzionali allo scopo - riprodurre le gesta di Naruto &Co sullo schermo. Il dev team, fin dal principio, ha saputo tratteggiare diversi caratteri distintivi, che ha mantenuto ed ampliato nel tempo. Un battle system snello e alla portata di tutti, spettacolari Quick Time Event a replicare esattamente ogni movenza dell'anime ed un favoloso cell shading per veicolare il tutto sono le colonne portanti di Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm. Il quarto capitolo della saga, quel Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 3 in uscita il 7 Marzo per Xbox 360 e Playstation 3, non intende minimamente tradire la sua essenza, puntando ancora una volta su una struttura vincente. Atteso soprattutto dai fan della lunga saga cartacea, il titolo CyberConnect2 si è mostrato oggi a noi di Everyeye.it grazie ad un codice non completo. In attesa della più corposa demo (in arrivo il 19 Febbraio) abbiamo potuto testare soltanto la componente "ad incontri" di Ninja Storm 3, per farci un'idea del battle system. Un solo stage e nove personaggi giocabili ci hanno tenuto compagnia per un paio d'ore abbondanti di test.

Squadra che vince non si cambia

Come molti già sapranno -e come abbiamo detto nel nostro più recente hands on- dal punto di vista narrativo Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 3 prende il via -seguendo l'Anime e non i Manga- dalla conferenza dei cinque Kage, per giungere sino alla Quarta Grande Guerra Ninja attualmente in corso. Ecco spiegato perché nella quarta incarnazione del brand vedremo scorrazzare sui campi di battaglia tutti e nove i Jinchūriki, ovvero i Ninja dentro i cui corpi sono siggillati i potenti Cercoteri. Proprio questi nove, più quattro lottatori a loro collegati, sono stati i protagonisti della nostra prova, svoltasi come anticipato nel solo "Battle Mode".
Una breve carrellata tra i personaggi selezionabili ci ha mostrato una varietà davvero invidiabile - niente, in ogni caso, a confronto con gli ottanta combattenti che avremo a disposizione nella versione definitiva. Andando con ordine questa versione preliminare mette in campo: Naruto, Gaara (in versione Kazekage), Killer Bee, Yugito, Yagura, Rōshi, Han, Utakata, Fū, Darui, Mifune, Hanzō e Sasuke. Ognuno con le sue caratteristiche peculiari di mobilità e potenza. Selezionando Naruto, ad esempio, saremo certi di ottenere un ottimo compromesso tra danno e velocità; viceversa Han o Yugito (per fare due esempi) rappresenteranno l'eccellenza in un campo, deficitando nell'altro. Un approccio di stampo classico al beat'em up, che Naruto Shippuden ha sempre valorizzato aggiungendo quel pizzico di strategia che non guasta mai. A tal proposito, nel pieno rispetto delle dinamiche della saga, ogni combattente avrà uno o due Ninja di supporto. Volendo impersonare Sasuke -in questa demo- potevamo contare su Suigetsu e sul terribile Jūgo; Gaara veniva spalleggiato dai fedelissimi Temari e Kankurō e Naruto da Sakura e Kakashi. Le casistiche "speciali", naturalmente, non mancavano: ad Hanzō si affiancava infatti il solo Kabuto, per un team comunque niente male. Nella versione finale, ovviamente, gli alleati saranno liberamente selezionabili per formare il proprio Dream Team.

"Come ed anche più di ogni sua precedente incarnazione, il prodotto CyberConnect2 ci mostra una fedeltà alla serie animata pressoché totale"

Leggendo queste prime righe verrebbe da pensare che l'intero comparto ludico sia rimasto immutato: in realtà non è esattamente così. Se le dinamiche basiche mantengono rigorosamente fede alla tradizione, sono combinazioni e tecniche più evolute a vedere qualche opportuna modifica, soprattutto (anche se non sempre) in termini di bilanciamento. Abbiamo notato, in primis, l'aggiunta di una barra della salute per i partner: le sei tacche a disposizione scenderanno rapidamente qualora li sfruttassimo con leggerezza, mandandoli a tappeto sino al round successivo. All'opposto, però, il dev team ha rimpinguato le posibilità di juggling, aggiungendo diverse nuove movenze per ciascun personaggio e permettendoci di variare in maniera molto più efficace rispetto al passato le tecniche di assistenza. Prodursi in lunghe e spettacolari combinazioni con i propri partner, invitati a schermo anche contemporaneamente, risulta appagante e, se non complicato in senso stretto, quantomento non immediatamente alla portata di tutti. Sfruttando i partner ed ottimizzando le risorse energetiche potremo persino esibirci in spettacolari tecniche speciali di gruppo, talmente potenti da essere (probabilmente) persino sbilanciate. Non possiamo ancora affermarlo con certezza, ma dalle prime prove il bilanciamento delle tecniche più poderose non ci è parsa, purtroppo, una delle chiavi della produzione.
Rimanendo in tema bilanciamento abbiamo riscontrato un'interessante novità. In occasione delle precedenti incarnazioni di Ultimate Ninja Storm, una delle lamentele più soventi riguardava l'eccessiva potenza dei Ninja esperti nel lancio dei Kunai. Dalla lunga distanza questi erano in grado di fare la differenza, rimanendo praticamente intoccabili ed irraggiungibili. CyberConnect2 ha pensato bene di aggiungere, a tal proposito, una nuova caratteristica allo scatto potenziato col Chakra - l'invulnerabilità. Rimanendo invulnerabili per alcuni secondi si dovrebbe riuscire a raggiungere l'avversario indenni, annullando dunque la schiacciante superiorità. Il condizionale, in ogni caso, è d'obbligo: il roster dedicato alla nostra prova non annoverava nessuno di questi particolarissimi combattenti, dunque non abbiamo potuto ottenere il riscontro con mano.
Proseguendo nelle "piccole novità" troviamo la facoltà di attivare la Tecnica del Risveglio e le Tecniche Supreme in qualsiasi istante della battaglia, senza aspettare di ricevere un ingente quantitativo di danni. Anche in questo caso il dev team ha tentato di equilibrare al meglio le possibilità: nel caso del Risveglio, ad esempio, una parte della barra del Chakra verrà inesorabilmente consumata, impedendo l'accesso successivo alle Jutsu più potenti. Le Tecniche Supreme, invece, avranno tanta più efficacia quanta meno salute sarà rimasta al nemico (consumando, ovviamente, tutto il Chakra). Non sono stati dimenticati nemmeno i lottatori privi di Cercoterio, che potranno sacrificare il Chakra degli alleati per entrare in una "fase berserk", durante la quale ogni attributo risulterà potenziato.

Al di là di quanto descritto, almeno per quanto riguarda il Battle Mode, non ci sono grosse novità. Le caratteristiche che tutti ben conosciamo rimangono immutate: tra i front button un solo pulsante deputato agli attacchi (da combinare con le direzioni per modificare le combo), uno per l'accumulo del Chakra, uno per il lancio dei Kunai e l'ultimo dedicato al salto o alla schivata. Trigger destro e sinistro utilizzati, rispettivamente, per Tecnica della Sostituzione o attivazione di mosse particolari e personalizzate e dorsali dedicati esclusivamente alla chiamata degli alleati. Anche il ritmo dei combattimenti, molto frenetico ed immediato, non muta assolutamente il suo aspetto, così come rimangono invariate le attenzioni alla teatralità. Cut-scene e mini cut-scene si susseguiranno ove possibile, andando a sottolineare la particolare conclusione di una combo molto potente oppure le fasi di una Tecnica Suprema. Da questo punto di vista, scendendo a patti con azioni di tanto in tanto forse troppo guidate, il prodotto CyberConnect2 ci mostra una fedeltà alla serie animata pressoché totale.
L'attinenza altissima alla serie animata viene veicolata in primis da un comparto tecnico dagli standard davvero elevati, capace di mostrare ancora una volta protagonisti e scenari modellati grazie ad un Cell Shading magistrale. Effetti visivi e sottigliezze di contorno apparecchiano un vero e proprio spettacolo per gli occhi per i fan di Naruto. Una meraviglia che tuttavia ci è sembrata soffrire, almeno in questo caso, del peso dell'età di console oramai sulla via del tramonto. Nelle fasi più concitate, infatti, qualche calo di frame rate (piuttosto sporadico a dire il vero) ha inficiato la godibilità dell'azione a schermo, senza tuttavia rovinare il risultato finale. Un difetto che speriamo comunque sia stato risolto in fase di rifinitura, per non macchiare quello che è a tutti gli effetti il miglior anime tie-in sulla piazza.
Tirando le somme da quest'esigua prova abbiamo la riconferma che quello CyberConnect2 è l'ennesimo prodotto dedicato soprattutto ai fan della saga di Masashi Kishimoto, in grado di apprezzare ogni sfumatura e di passare oltre a qualche reiterato difetto. Rimangono, in ogni caso, le buonissime premesse di ogni episodio della serie Ultimate Ninja Storm, che si riflettono in un sistema di combattimento adatto a tutti ed altamente coinvolgente, una foltissima schiera di personaggi ottimamente realizzati ed una longevità difficilissima da trovare al giorno d'oggi.

Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 3 Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 3 è esattamente quello che tutti i fan della saga si aspettano: un adattamento sempre più aderente e sempre più aggiornato rispetto alla saga del giovane Ninja. Qualche tweak al sistema di combattimento e l’aggiunta di un paio di nuove feature potrebbero anche bastare a fare la gioia degli appassionati; dopotutto si tratta forse dell’unico anime tie-ine veramente degno di questo nome. Un prodotto che è stato sempre capace (e lo sarà ancora) di offrire un doppio divertimento: da una parte l’avventura nei panni di Naruto Uzumaki, dall’altra il divertente e spensierato Battle Mode, dove interpretare le Dream Battle meno probabili. Un titolo senza aspettative da blockbuster che, in versione adventure e battle, è momentaneamente riuscito a convincerci.

Che voto dai a: Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 3

Media Voto Utenti
Voti totali: 77
7.4
nd