Q&A: Domande e Risposte Adesso online

Rispondiamo in diretta alle vostre domande e curiosità!

Lucca 2012

Hands on Paper Mario: Sticker Star

Provato al Lucca Comics & Games il nuovo Paper Mario

hands on Paper Mario: Sticker Star
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • 3DS
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Tra le novità sotto il tendone Games di Lucca Comics abbiamo trovato Paper Mario Sticker Star per Nintendo 3DS. Si tratta di una prima volta con il terzo capitolo dell'RPG mariesco, dal momento che sin dall'annuncio quasi tre anni fa Nintendo non lo aveva offerto in forma giocabile. Poco male, siamo ancora in tempo per farci un'idea preliminare in attesa dell'uscita europea fissata al 7 Dicembre: abbiamo provato i primi due mondi di gioco così da impratichirci circa l'esplorazione dell'universo mariesco in forma cartacea ed apprendere i primi rudimenti di combattimento.

Attacca e stacca

Proprio come gli episodi pubblicati su Nintendo 64 e Gamecube, Paper Mario Sticker Star riprende la costruzione del mondo di gioco in forma cartacea. Questo vuol dire che ogni elemento dello scenario è della stessa fattura della carta: sottile, malleabile e all'occorrenza tagliente. Un diorama composto da elementi tridimensionali ma ricavati da superfici bidimensionali, ritagli di fogli oppure curiosi origami.
La peculiare cifra artistica offre agli sviluppatori fantasiose trovate come ad esempio Toad spiegazzati per fornire all'idraulico una scaletta fungosa oppure Goomba che si attorcigliano su loro stessi per attacchi appuntiti. E ancora armadi che si aprono come pop up di un libro per l'infanzia, cespugli pieghevoli e nuvolette che penzolano sorrette da un filo.
Il colpo d'occhio è di tutto rispetto, pulito e spazioso specie sullo schermo del 3DS XL. Il primo livello è un'agile scampagnata nel Regno dei Funghi tra blocchi ? e montagnette arcuate sullo sfondo; il secondo è già più impettito, avvolto dalle sabbie del deserto e a passeggio su dune scivolose. Paesaggi classici che non impensieriscono per nulla i designer Nintendo, praticamente infallibili nel rielaborarli secondo idee sempre frizzanti e originali. Peccato solo che un simile bijou di compenetrazione 2d/3d sia inficiato da una pessima stereoscopia, che non valorizza per niente la profondità di campo.
Naturale prosecuzione del mondo cartaceo bidimensionale sono gli adesivi, autentici protagonisti in Paper Mario Sticker Star. Come hanno fatto a non pensarci prima: le più svariate effigi ben spalmate di soluzione collosa popolano ogni possibile parete del mondo di gioco...e non solo! In soli due livelli abbiamo trovato adesivi in ogni dove, ben visibili e nascosti, adesivi benevoli e pure maligni del tipo che staccandoli crolla addosso a Mario una porta.
A cosa servono gli adesivi? Essi risultano indispensabili tanto nell'esplorazione dei livelli, quanto sopratutto nel combattimento. Vediamo il primo aspetto: può accadere ad esempio che il giocatore si trovi a un punto morto, aspettandosi che una insenatura sia riempita da un ponte o una porta e invece nulla. Facendo un pizzico di backtracking oppure esplorando a fondo l'area circostante di solito si riesce ad "arrangiare qualcosa"; la soluzione nella maggior parte dei casi consiste nel trovare un adesivo speciale, incollarlo sulla porzione di foglio incriminata e proseguire placidamente nell'esplorazione. Assolutamente intrigante!

NYARGLEBARGLE

Gli adesivi aggiungono pepe al combattimento. La struttura è la medesima dei due precedenti episodi, ovvero a turni con una spruzzatina di action. Premendo il tasto di attacco col giusto tempismo si possono raddoppiare se non triplicare i danni, senza però scadere nella ritmica ossessiva dei Mario & Luigi di Alpha Dream.
Presupposto imprescindibile di ogni combattimento sono proprio gli adesivi. Senza di essi il giocatore non può nemmeno competere ad armi pari con i propri nemici. In soldoni, ogni adesivo raccolto corrisponde ad un singolo attacco; il giocatore lo equipaggia con un tocco (il riconoscimento è piuttosto impreciso) oppure mediante la croce direzionale e sprigiona il potere racchiuso nell'adesivo. Si va dai più elementari come il salto o la martellata, passando per quelli dagli effetti leggermente migliori (martelli soporiferi, salti con molla) e per finire gli attacchi capaci di togliere 20 punti vita e oltre come ad esempio un paio di forbici che tagliano di netto la sagoma avversaria oppure l'alito di una capra sui nemici (vedere l'ultimo trailer per credere!).
Ci sono naturalmente anche adesivi curativi primi tra tutti i funghi, ma inspiegabilmente sono in numero minore rispetto a quelli offensivi nonostante l'esigua barra di salute dell'idraulico. Stiamo dicendo che Paper Mario Sticker Star vanta un discreto livello di difficoltà, che costringe il giocatore ad affrontare ogni scontro con la giusta strategia e il giusto bagaglio di adesivi, cercando di attaccare con il giusto tempismo e parare puntualmente le contromosse nemiche. Il gioco guadagna non poco dalla meccanica degli adesivi, se non altro perchè aggiunge una nuova incognita tale da determinare in principio di combattimento un atteggiamento sempre diverso a seconda degli sticker raccolti.
E se per i più reconditi motivi si resta a corto di adesivi? In quel caso tornano utili le monete - le imprescindibili monete! - nascoste negli angoli remoti dello scenario oppure lasciate cadere dai nemici sconfitti. Con queste potrete recarvi negli Shop presenti in ogni città/villaggio e scambiarle con gli adesivi che più vi aggradano...

Paper Mario: Sticker Star Paper Mario Sticker Star si mostra per la prima volta in forma giocabile al Lucca Comics & Games 2012. Un hands-on veloce ha rivelato sopratutto il curioso sistema degli adesivi, imprescindibile tanto nell'esplorazione dei mondi di gioco (ambientazioni molto classiche come il regno dei funghi o il desertico deserto) quanto nelle meccaniche di combattimento a turni. Volendo riassumere il concetto potremmo dire che senza adesivi non si va da nessuna parte. Ci sono adesivi indispensabili per superare gli ostacoli durante l'esplorazione come ad esempio guadare un fiume grazie al ponte da incollare; ci sono adesivi per infliggere danni da salto, da martello, da taglio, da capra ai Goomba e discendenza. Siamo convinti che il livello qualitativo dell'esperienza di gioco sarà definita dal modo con cui gli sviluppatori avranno implementato la meccanica stacca e attacca, come sopratutto l'abbiano diversificata cercando continuamente soluzioni originali e stupefacenti. Lo scopriremo il giorno 7 Dicembre quando l'RPG firmato Nintendo arriverà sugli scaffali nostrani!

Che voto dai a: Paper Mario: Sticker Star

Media Voto Utenti
Voti totali: 20
7
nd