Hands on Payday The Heist 2

Everyeye si da al crimine! Provate in cooperativa le prime missioni di Payday 2

hands on Payday The Heist 2
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Le mappe -sappiatelo- non mentono mai! Avere accesso alla disposizione delle stanze di una gioielleria o conoscere quali guardie hanno in tasca le chiavi d'accesso al caveau di una banca può salvarvi la vita!
E noi ne siamo testimoni: dopo un paio di rapine andate a farsi benedire, ci siamo seduti nel covo per pianificare come si deve il tentativo. Ok, facciamo così e cosà, ci ha detto un nostro collega rapinatore ansioso di prendere il comando, la gloria e forse pure una parte più cospicua degli altri del bottino.
Mannaggia a lui, aveva ragione! L'allarme è scattato qualche minuto dopo, i pass magnetici ci hanno dato l'accesso immediato a tutti i locali della banca saltando a pié pari lo scasso delle serrature e quando il caveau si è aperto, la polizia era appena arrivato sul posto.
Fuggire col malloppo è sempre la parte più difficile di ciascuna rapina. La polizia entra nella banca da tutti i lati, spinge verso l'accerchiamento dei rapinatori, vuole braccarli col calore del piombo e intanto azzannare le loro gambe liberando gli ostaggi, preziosa merce di contrattazione per fuggire sani e salvi!
Per un soffio torniamo tutti e quattro al furgone, vivi ma acciaccati, con altrettanti borsoni gonfi di moneta e monili. Ora che possiamo tirare un sospiro di sollievo, una domanda ci assale: li divideremo equamente?
Così vanno le cose in Payday The Heist 2, seguito dell'inaspettato Payday sviluppato da Overkill (nel frattempo acquistato da Starbreeze), in uscita su Xbox 360, Playstation 3 e PC (via Steam) il 16 Agosto. Ed è solo il primo giorno di (dis)onesto lavoro!

The Italian Job

5-6 volte più grande di Payday The Heist! Più missioni, più armi, upgrade più realistici, abilità più affinate. Payday The Heist 2 è il seguito che la community del videogioco ufficiale del rapinatore di banche, gioiellerie, Apple Store (c'è anche quello!) stava aspettando. Overkill è fiduciosa circa la mole di contenuti portata dal nuovo videogioco: non sarà uno stravolgimento delle meccaniche o l'inserimento di chissà quali feature inedite, eppure i 35 dipendenti dello studio di Stoccolma hanno lavorato decisamente ben nell'ultimo anno e mezzo.
Annusando i feedback degli utenti, gli sviluppatori hanno rimosso molti degli script che condizionavano l'intelligenza artificiale del predecessore ed hanno potenziato le strategie stealth. Ci viene detto che è possibile portare a termine una rapina senza far scattare allarmi, impensierire telecamere o destare sospetti tra le guardie; noi ci crediamo, anche se alla prova con mano sembra così facile essere beccati e poi sparare a tutto quello che si muove in stile Call of Duty onde salvare la pellaccia. Senza dubbio con l'equipaggiamento giusto e una buona dose di pazienza sembra possibile agire stealth, ma il vantaggio in termini di denaro e punti esperienza il gioco varrà la candela?
Tra gli aspetti potenziati a dovere nel predecessore troviamo un minimo background narrativo tra un giorno e l'altro di rapine, utile sopratutto per creare un contesto tra la squadra di rapinatori e dare un senso all'upgrade delle abilità portato ai massimi livelli. Nella demo provata avevamo a disposizione punti a migliaia, così che nel giro di una partita abbiamo potuto testare l'intero parco abilità a disposizione del Mastermind.

La sorte (nella personificazione della postazione scelta casualmente!) ci ha dato in mano il manipolatore, il ladro delle retrovie, quello né troppo agile né troppo accurato nella mira, ma capace di tenere in saccocia una discreta scorta di Medikit. O piuttosto mandare a morte gli altre e darsela a gambe non appena il colpo va male!
L'intero skill tree è grossomodo focalizzato sulla distribuzione dei kit di pronto soccorso, lasciando intendere come ciascun rapinatore sia costretto a specializzarsi in un settore specifico. Difatti, tutti e quattro sono in grado di svolgere qualunque compito, dall'aprire una serratura al cecchinare un ufficiale di polizia, ciò che varia è la velocità e precisione di esecuzione di un'azione, o piuttosto la disponibilità o meno nel trasportare determinati oggetti. Ad esempio, nella demo testata il sottoscritto avendo il borsone colmo di Medikit era impossibilitato dal trascinare un altro fagotto contente il trapano grazie al quale forzare la serratura del caveau!
Il divertimento regalato da Payday The Heist 2 risiede anche e sopratutto nella generazione random di ciascuna missione. Ogni location, infatti, vede la propria topografia trasformarsi ad ogni partita: la posizione delle chiavi cambia, anche lo stesso caveau è da un'altra parte, può capitare addirittura che vi sia una serratura in più ripsetto al tentativo precedente o anche che non vi sia alcun dollaro contante. E allora ecco i rapinatori costretti a scassinare le cassette di sicurezza in cerca di oro, gioielli, denaro contante e...toast al formaggio!

Intervista a David Goldfarb

David Goldfarb, director di Payday The Heist 2, ricoprì il ruolo di Lead Designer in DICE dirigendo progetti parecchio acclamati come Battlefield 3 e Bad Company 2. Due anni fa ha abbandonato la prestigiosa sussidiaria di EA, perchè si sentiva stanco e poco stimolato nel creare videogiochi così "grandi". Di quell'esperienza a creare FPS resta un delizioso easter egg, scoperto guarda caso proprio un paio di giorni prima del suo press tour in giro per il mondo a promuovere Payday The Heist 2!
Insieme ad altri sviluppatori svedesi ha fondato Overkill Software con la quale ha realizzato in men che non si dica Payday. Solo successivamente è arrivata l'offerta di acquisizione da parte di Starbreeze (Riddick, Syndicate) e il consolidamento dello staff produttivo, giunto oggigiorno a 35 unità.
Un numero che soddisfa Goldfarb, convinto che i mega-studios come appunto DICE siano destinati all'estinzione, ingabbiati come sono nell'organizzazione e nella pianificazione si dimenticano di impostare la cosa più importante: creare giochi. In futuro sopravviveranno solo quelli piccoli, perchè "sei sempre vicino a tutti i tuoi colleghi, puoi comunicare con loro facilmente e velocemente. Puoi assumerti rischi maggiori e iniziare un nuovo videogioco in poco tempo". Non sono propriamente indie, ma poco ci manca!
Parlando con Goldfarb del suo prossimo videogioco, Payday The Heist 2, abbiamo convenuto nell'evidenziare come caratteristica principale il fatto che non vi sia alcun tutorial, né suggerimento, ma che ogni cosa si impari con l'esperienza. "Proprio come in Monster Hunter o Dark Souls!".
Il divertimento è l'obiettivo prefissatosi dal team di sviluppo: attorno a questo concetto ha costruito l'intera esperienza cooperativa, azzerato qualsiasi indicazione su come portare a termine le rapine e sopratutto si è infischiato di qualsiasi implicazione morale. Sapete com'è, un gioco con protagonisti un quartetto di ladri è il videogioco perfetto per essere spiattellato sulla pagina di Panorama! Ma Goldfarb non è minimamente preoccupato di ciò, anzi è sicuro che la città fittizia e la mancanza di un nome e un volto ai personaggi di gioco siano deterrenti sufficienti per qualunque giornalista in cerca del prossimo videogioco compromettente!

Payday 2 Payday The Heist 2 ci ha fatto divertire grazie al suo gameplay esigente e votato alla cooperazione. Ciascuna missioni chiede a quattro giocatori di organizzare una rapina in banca o ad una gioielleria, studiando le mappe della location, selezionando accuratamente l'equipaggiamento e le abilità per ciascuno dei membri del gruppo; quindi tocca intrufolarci con furbizia, mettere a tacere i civili presenti, individuare il caveau (la cui posizione non è mai la medesima!) e rimandare il più in là possibile l'incontro con la polizia richiamata dall'allarme scattato! Un gioco difficile, costruito attorno ai trial & error, divertente con gli amici e sempre stimolante! Quando potremo indossare la maschera? Dal 16 Agosto su Playstation 3, Xbox 360 e PC!