Q&A Domande e Risposte Oggi alle ore 16:00

Rispondiamo in diretta a tutte le vostre domande e curiosità

E3 2013

Hands on Pikmin 3

All’E3 abbiamo provato una modalità multiplayer del nuovo capitolo della saga

hands on Pikmin 3
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Wii U
Lorenzo Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Nonostante le promesse in risposta ai reclami dei fai, il Wii U si appresta a vivere una seconda parte del 2013 tutt’altro che esaltante. L’ultimo Nintendo Direct, andato in onda a ridosso dell’apertura ufficiale dello show floor dell’E3 non è stato avaro di novità, ma ha lesinato brutte notizie circa un ritardo di pubblicazione di molti titoli first party. Se dunque il 2014 promette di essere ben più allettante ed emozionante, a tenere alto il morale dei Nintendo-fan in quest’estate ormai in procinto di iniziare ci penserà Pikmin 3.
Grazie a una divertentissima demo presente allo stand dell’E3 della Grande N ci siamo divertiti a sfidarci in una delle modalità competitive che saranno presenti nel disco di gioco. Restituiti Wiimote e GamePad alla standista di turno, al termine della partita, nonostante la cocente sconfitta rimediata abbiamo provato un profondo e rassicurante senso di felicità: Pikmin 3 potrebbe non limitarsi a proporci uno story mode appagante ed esaltante, ma parrebbe anche profilarsi come un titolo imperdibile per tutti gli amanti del multiplayer.

Pikmin e lotte fratricide

Prima di entrare nello specifico dell’hands-on, qualche nuova informazione rilasciata durante l’ultimo Nintendo Direct in merito al gioco. Dal punto di vista della trama, questa volta il Capitano Olimar verrà sostituito da ben tre astronauti, Alph, Brittany e Charlie, tutti appartenenti all’ormai famoso (e misterioso) pianeta Koppai. La loro patria è sull’orlo della catastrofe e proprio per questo sono stati inviati nello spazio profondo alla ricerca di cibo. Il loro compito sarà quindi quello di recuperare frutta o, meglio, semi con cui risollevare l’agricoltura.
Nonostante Pikmin 3 non imponga un numero di giornate entro cui portare a termine la missione come faceva il primo capitolo, il gioco permetterà agli utenti di ricominciare l’avventura in uno specifico giorno per rimediare a un errore commesso.
Dal punto di vista delle novità, oltre alla già nota nuova razza Roccia, ne è stata mostrata una nuova che avrà l’abilità di volare. Il GamePad mostrerà sempre la mappa e toccando le rispettive icone si potrà cambiare al volo il personaggio controllato tra i tre disponibili.

Il punto di partenza di Bingo Board, questo il nome della modalità presentata sullo show floor, è naturalmente sempre lo stesso: controllando uno dei personaggi di cui sopra, dovrete farvi aiutare dai minuscoli e ubbidienti Pikmin per combattere i pericolosi predatori che infestano la mappa e recuperare oggetti di diverso peso e dimensioni.
Anche le nozioni di base non cambiano di una virgola. A seconda del colore, ogni Pikmin gode di abilità speciali, come la nota resistenza al fuoco di quelli rossi o la capacità di respirare sott’acqua di quelli blu, e solo grazie ad un’attenta pianificazione strategica si può sperare di abbattere tutti gli ostacoli lungo il percorso e sconfiggere i nemici senza subire troppe perdite. Rinfoltire le fila del nostro mini-esercito è un'urgenza spesso impellente, e lo si può fare riportando alla base i cadaveri dei predatori abbattuti o i fiori trovati i giro.
Bingo Board fonda le sue radici in queste meccaniche, che rilegge alla luce di un obiettivo da raggiungere prima dell’avversario. Nell’angolo in basso a destra dello schermo, ogni partecipante avrà una scheda divisa in caselle. Ad ognuna di esse corrisponde un oggetto reperibile all’interno dello scenario di turno. Vince chi per primo ne recupera abbastanza per completare una riga o una colonna.
Regole insomma semplicissime, che sviluppano una competizione accesissima e donano all’azione un ritmo piuttosto sostenuto.
La prima cosa da fare è consultare il GamePad, a cui entrambi gli utenti possono dare un'occhiata. I giocatori, muniti di Wiimote e Nunchuk, possono quindi consultare un'unica mappa che, oltre a mostrare le conformità dello scenario e alcuni dei nemici e ostacoli presenti sul percorso, non fa mistero dell’ubicazione dei vari item utili alla causa. Segnarsi i più vicini è solo il primo tassello di una strategia che va composta al volo, perdendo il minor tempo possibile.
Con la stessa fretta e rapidità bisogna esplorare i dintorni del campo base, alla ricerca dei fiori con cui ampliare il proprio esercito senza rischiare la vita delle unità. Non appena il gruppo è abbastanza nutrito, ci si scontra per forza di cose con i primi mostri e si entra in possesso di alcuni oggetti. Nella demo avevamo a disposizione solo Pikmin blu: ideali per esplorare anche i fondali dei laghetti limitrofi, ma piuttosto deboli negli scontri, tanto che ogni scaramuccia ha decimato il nostro contingente. L’azione ha tuttavia subito un netto incremento in termini di difficoltà, ritmo e divertimento non appena siamo entrati in contatto con l’esercito del videogiocatore avversario, mentre tentavamo il recupero di un oggetto ambito da entrambi. Lanciati i rispettivi Pikmin, questi hanno iniziato una lotta fratricida senza esclusione di colpi. Non solo: raggiunto l’item hanno iniziato a contenderselo spostandolo ora da una parte ora dall’altra, a seconda della loro (momentanea) superiorità numerica. Alla testa di un esercito sensibilmente meno copioso, siamo stati testimoni di un vero e proprio massacro: non solo ci siamo visti soffiare il tesoro da sotto al naso, ma siamo anche stati costretti a una rovinosa ritirata per non cedere sotto i colpi dei fastidiosissimi Pikmin lanciati contro il nostro stesso avatar.
Fine della partita? Quasi. Nell’angolo superiore dello schermo era infatti presente un altro indicatore. Raccogliendo delle ciliegie sarà possibile accedere a una serie di poteri speciali. Si tratta di piogge di massi che cadranno sulle teste dei Pikmin avversari, piuttosto che di scariche elettriche utili per metterli fuori gioco per una manciata di secondi. Utilizzare questo genere di power-up con tempismo e strategia può realmente rimettere in discussione uno scontro già deciso. Purtroppo nel nostro caso ciò non è stato sufficiente. Pur impensierito da una mortale tempesta di massi, il nostro contendente non si è scomposto e con tremendo cinismo ha proseguito nella sua caccia e raccolta agli oggetti, mentre il sottoscritto era ancora alle prese con il rinfoltimento dell’esercito.


Dopo l’inevitabile game over siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla semplicità ed efficacia di Bingo Board. La partita non ci ha rubato che una decina di minuti, ma il divertimento è stato talmente alto che avremmo voluto chiedere immediatamente una rivincita. Nintendo sembra insomma sulla giusta direzione per dotare Pikmin 3 anche di un multiplayer convincente e avvincente. Ci auguriamo che nel pacchetto finale siano presenti altre modalità oltre a quella presentata, ciascuna con un numero di mappe all’altezza della situazione.
In ultima analisi, merita una breve menzione anche il motore grafico del gioco. Lodato sin dal primo incontro, anche in split-screen Pikmin 3 appare delizioso, coloratissimo e definito. Naturalmente si nota un leggero calo del dettaglio, ma dall’altra parte è giusto sottolineare come non siamo stati testimoni di alcun rallentamento, neanche durante le fasi più concitate.

Pikmin 3 Pikmin 3 continua a convincerci e a deliziarci ad ogni incontro. Se finora avevamo speso numerose lodi sul single player, che non apporterà cambiamenti alla riuscitissima formula dei prequel ma accorti upgrade, all’E3 abbiamo potuto apprezzare anche un piccolo spicchio del multiplayer. Bingo Board si è dimostrata una modalità azzeccatissima grazie a un ritmo forsennato che vi spingerà a sfruttare al meglio le vostre capacità da provetti strateghi. Resta ancora qualche dubbio attorno al progetto, ma per la fortuna di tutti i possessori di un Wii U la data di pubblicazione è ormai prossima: il 26 luglio (o qualche giorno prima) sapremo dirvi con esattezza cosa ne pensiamo dell’ultima fatica di Miyamoto grazie alla nostra recensione.

Che voto dai a: Pikmin 3

Media Voto Utenti
Voti totali: 19
8.4
nd