Phantom Dust Oggi alle ore 21:00

Giochiamo in diretta con l'edizione remaster di Phantom Dust

E3 2014

Hands on Splatoon

Una vera e propria esplosione di colori nel nuovo sparatutto multiplayer per Wii U

hands on Splatoon
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Wii U
Alessandro Trufolo Alessandro Trufolo ha visto la sua prima schermata di Game Over in età precoce: per il trauma, è cresciuto inserendo cartucce e dischi vari in qualsiasi console o computer gli capitasse a tiro. Quando ha deciso che di videogiochi voleva anche scriverne e parlarne, il dramma si è completato. Aiutatelo a superarlo su Facebook, Twitter e Google+.

Se trovare una vera vincitrice dell'E3 tra le tre grandi produttrici di hardware è quest'anno un'impresa più ardua del solito, quella che dalla fiera losangelina ha tratto maggior beneficio in termini di immagine è probabilmente Nintendo: finalmente impegnata a soddisfare i desideri di un'utenza WiiU in astinenza di titoli di peso, la casa di Kyoto si è concessa anche il lusso di abbandonare temporaneamente la sua tradizionale politica legata ai sequel per mostrare al mondo ben due nuove ed importanti IP: sebbene a prima vista Code Name: S.T.E.A.M. (per Nintendo 3DS) e Splatoon potrebbero sembrare ad anni luce di distanza tra loro, i due nuovi franchise Nintendo condividono in realtà un dettaglio che potrebbe rivelarsi significativo nei piani futuri della Grande N.

CALA-MODERN WARFARE

L'apertura al genere shooter presente in entrambi i giochi, infatti, dimostra come la capacità di ascoltare ed analizzare il mercato da parte di Nintendo non versi nello stesso stato di crisi che stanno invece attraversando i suoi conti in banca. Trattandosi dell'azienda che ha creato Mario, Kirby e Zelda, un genere violento per antonomasia è stato declinato qui in una maniera ovviamente più funzionale al pubblico di riferimento: nel caso di Splatoon, tutto questo si traduce nella sostituzione di armi automatiche e mezzi d'assalto con dei più consoni fucili a vernice, e nell'introduzione di meccaniche e idee originali all'interno della sua struttura di gioco. A conti fatti, quindi, Splatoon si gioca come un tradizionale third person shooter arena quattro-contro-quattro, se non fosse che invece di uccisioni e frag varie lo scopo principale della nostra squadra sarà quello di verniciare quanta più superficie delle mappe possibile, ovviamente con i colori del nostro team. Durante le partite, insomma, il giocatore sarà impegnato in una una sorta di corsa contro il tempo all'interno di mappe contraddistinte da due precisi punti di partenza e respawn, ognuno legato ad una specifica squadra: addentrarsi in un territorio nemico monocromatico per riportarlo verso tonalità più simili alla nostra si è rivelato, nella demo giocabile presso lo stand Nintendo, ben più divertente ed impegnativo di quanto il concept basilare possa far pensare.

La mappa messa a disposizione da questa versione dimostrativa, infatti, propone un già ottimo level design, composto da numerosi corridoi, spiazzi e diverse altezze utili per sfruttare le strategie di attacco pianificate insieme ai propri tre compagni di squadra. La prima caratteristica inedita di questo Splatoon, invece, è data dalla possibilità di trasformare (in qualsiasi momento) il proprio avatar in un calamaro, tramite la pressione del tasto ZL: tramutandoci in un carinissimo cefalopode, ed immergendoci in pozzanghere di vernice del nostro stesso colore, potremo ricaricare la scorta di tintura a disposizione del nostro fucile, e muoverci ad una velocità decisamente superiore a quanto non faremmo in modalità umana. L'esatto opposto, invece, accadrà nel caso in cui la nostra immersione avvenga all'interno di un colore diverso dal nostro, con un significativo rallentamento della velocità. Questa capacità permetterà inoltre di oltrepassare ostacoli posizionati all'interno della mappa (semplicemente colorandone la superficie sottostante ed oltrepassandoli in immersione), aprendo numerose possibilità per i level designer Nintendo. Non solo pareti, pavimenti ed oggetti, comunque, potranno entrare a far parte degli obiettivi dei nostri fucili a vernice: colorare sufficientemente un avversario, infatti, ne causerà una 'morte' che garantirà ai giocatori dei punteggi bonus a fine partita. Molto interessante, in questo caso, è la possibilità di saltare automaticamente dal punto di respawn alle coordinate di un nostro alleato, semplicemente toccandone la posizione sulla mappa disponibile sul touch screen del GamePad. Sempre il controller di Wii U sarà protagonista di un altro elemento caratteristico di Splatoon: il sistema di puntamento, infatti, passa attraverso il giroscopio integrato nella periferica, con gli stick analogici deputati allo spostamento di avatar e telecamera. Nel complesso, il control scheme necessita di un minimo periodo di rodaggio per poter essere assimilato, ma già dopo pochi minuti di gioco impartire dei comandi diventerà naturale.

Convincente anche sotto il profilo tecnico, Splatoon non ha mai mostrato alcun segno di cedimento durante la gestione degli otto giocatori lungo le mappe, nemmeno durante le situazioni più affollate e cromaticamente più dinamiche, con una resa della vernice assolutamente convincente ed un design generale completamente intriso della tradizionale 'magia Nintendo'; per scoprire se proprio quest'ultima sarà sufficiente a far digerire anche ad una platea di non appassionati un genere generalmente indigesto ai giocatori meno esperti, Everyeye seguirà ogni passo di questa nuova esclusiva per Wii U.

Splatoon Nuova IP Nintendo indirizzata ai fan del multiplayer, Splatoon porta il concetto di 'esplosione di colori' ad un livello del tutto nuovo: nonostante la conquista delle mappe sia qui infatti semplicemente cromatica, il livello di sfida e divertimento presentatoci dalle due sessioni dimostrative alle quali abbiamo potuto partecipare è subito apparso assuefacente come nella migliore tradizione della casa di Kyoto. In attesa di altri dettagli su ulteriori modalità di gioco, il nuovo titolo sviluppato da Nintendo EAD, in arrivo i primi mesi del prossimo anno, è già entrato nella lista dei desideri della redazione di Everyeye.

Che voto dai a: Splatoon

Media Voto Utenti
Voti totali: 40
8.4
nd