Pro Evolution Soccer 2018 Adesso online

Giochiamo in diretta con la beta del nuovo gioco Konami!

Hands on StarCraft 2 Beta

Un primo sguardo al nuovo Battle.net per il capolavoro annunciato Starcraft 2!

hands on StarCraft 2 Beta
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
Andrea Schwendimann Andrea Schwendimann nasce smontando un 486DX e divorando qualsiasi videogame da allora in avanti. Non ha resistito a nessuna piattaforma, appassionandosi a qualsiasi genere, pur prediligendo gli FPS, gli action-adventure, gli RPG e l'hardware da gaming in ogni declinazione. Lo trovate su Facebook, su Steam e su Google Plus.

Mentre ci avvicianiamo sempre di più all'uscita del nuovo episodio della saga di Starcraft, Blizzard ha dato il via a una closed beta a inviti per testare la rinnovata piattaforma Battle.net e il comparto multiplayer del suo nuovo titolo. Starcraft: Wings of Liberty sarà il primo di tre episodi stand-alone dedicati ciascuno a una delle tre razze giocabili ed è previsto per la metà di quest'anno. In questo articolo diamo un primo sguardo a come si è evoluto il multiplayer dello strategico più giocato nella storia dei videogame.

Battle.net reloaded

Già molto è stato detto riguardo a Starcraft 2 e a come sarà strutturato. Meno invece su come verrà implementato il comparto online che sarà un elemento importantissimo su cui Blizzard sta puntando molte delle sue carte. Battle.net è stata la prima vera piattaforma dedicata all'online gaming di massa della storia dei videogiochi e per questo siamo ansiosi di vedere come si è evoluta. Connettendoci ai server Blizzard dovremo innanzitutto creare un nostro avatar che somiglia molto, in questo caso, a un account che si può creare su un qualsiasi forum della rete. Dato un nome e cambiata l'immagine del profilo tra quelle disponibili, dovremo anche scegliere il nome di un ID, ovvero una sorta di nickname identificativo dell'account da cui stiamo accedendo e tramite cui stiamo giocando col nostro avatar. Ognuno avrà quindi di fatto due identificativi: uno relativo al personaggio con cui stiamo effettivamente giocando e uno che permetterà a tutti i nostri amici online di vedere chi siamo anche nel caso cambiassimo il primo. Entrando ora invece più nella sostanza della piattaforma online, le feature introdotte sono particolarmente succose. Innanzitutto avremo la possibilità di crearci una lista di amici con cui chattare e impostare nuove partite in rapidi click del mouse. Anche se per ora non è stato ancora definito bene come, questa lista comprenderà quella che gli utenti Blizzard hanno creato in World of Warcraft per cui potremo interagire tra i due giochi in maniera continua, ma i dettagli per ora su questa interessante novità non sono ben chiari. Tramite la lista degli amici potremo creare dei veri e propri party di persone in modo da chattare insieme e lanciare le sessioni di gioco come un unico uomo. Le opzioni delle partite sono anch'esse interessanti. Dal menu selezioneremo dapprima se gicoare single-player o multi e in seguito, per quest'ultima, una fra cinque modalità: 1v1, 2v2, 3v3, 4v4 e Free for All. La modalità Free for All metterà fino a 8 giocatori tutti contro tutti per vedere chi avrà la meglio sugli altri. Da sottolineare in questo caso la possibilità in-game di creare delle alleanze momentanee per avere ragione degli avversari. Le altre opzioni di Battle.net riguardano delle dettagliate statistiche per ogni avatar, con tanto di percentuali di vittorie e sconfitte suddivise sotto alcuni criteri, come partite classificate (ladder), razze, mappe e molto altro; la modalità replay dove potremo analizzare in maniera dettagliatissima le partite che abbiamo svolto, per capire i nostri errori sia visualmente in stile cinematografico, sia tramite un log file degli eventi che tutti i giocatori presenti nella partita hanno svolto in ordine cronologico, ovvero quali unità hanno costruito, come si sono mossi e in quale momento. Gli altri pannelli riguardano la gestione del gioco, gli achievement sbloccati finora e quelli sbloccabili, una generica denominata Social, per ora non disponibile ma che presumiamo riguardi le stanze in cui chattare con altri, e una dedicata totalmente alle ladder, ovvero le competizioni classificate online. Insomma, il comparto online per ora è agli albori ma già permette di dire che le cose sono state fatte in grande stile data la mole di opzioni e il livello di dettaglio raggiunto nella gestione del proprio profilo. Infine menzioniamo la voice chat integrata direttamente in-game e il sistema di Matchmaking basato sulle statistiche finora raggiunte.

E' necessario rinnovare?

Per quanto riguarda il vero e proprio gameplay, abbiamo constatato come non ci siano state grandi modifiche all'impianto di gioco con cui Starcraft è diventato così popolare. Le tre storiche razze della saga tornano rivedute e corrette, con una serie di nuove unità ciacuna e un'identità più marcata rispetto al precedente capitolo. Gli zerg sono più insettoidi che mai e puntano tutto sulla quantità e il lavoro di squadra; i Terran sono invece estremamente mobili e in generale molto bilanciati tra unità a distanza e in corpo a corpo sia su terra che in aria; i Protoss invece puntano tutto sulla qualità delle loro unità e vantano la flotta stellare più potente tra le tre razze, basandosi ora moltissimo sulla particolare caratteristica di occultamento e teletrasporto delle proprie truppe. In definitiva non vediamo alcun radicale cambiamento sul fronte del gameplay, sebbene siano state introdotte nuove opzioni ai tech-tree e alle abilità delle truppe. Per ora non è possibile rimappare i comandi di default, ma speriamo che Blizzard implementi questa possibilità per dare spazio ai giocatori più esigenti. L'impressione generale, da vecchi giocatori, è di un avvincente tuffo nel passato e di una generale esaltazione per quello che mamma Blizzard ha nel cassetto per tutti noi strateghi dello spazio. Questa fase di Beta durerà fino a poco prima del lancio ufficiale e sarà suddivisa in diversi step, ancora non annunciati da Blizzard. I rumor sulla rete vogliono che a breve sarà rilasciato un editor per creare le mappe e condividerle direttamente in-game, come da tradizione. Sapremo essere più precisi nel corposo hands-on che vi aspetta su queste pagine nelle prossime settimane.

StarCraft II Battle.net torna a pieno regime in questa closed Beta e lo fa in pompa magna. Le features implementate e quelle che vedremo implementare nei prossimi mesi non lasciano dubbi: Starcraft 2 offrirà un comparto multiplayer di altissimo livello, con competizioni ufficiali, non ufficiali, co-op single player, partite free for all con alleanze dinamiche, sharing automatico delle mappe custom, suddivisione in diverse leghe competitive e chi più ne ha più ne metta. Il gioco si mostra in forma smagliante, sempre fluido e ricco di dettagli; mentre le razze che ci hanno accompagnato in questi lunghi anni di attesa tornano più agguerrite che mai. Infine questi mesi di beta porteranno sicuramente a miglioramenti sostanziali per quanto riguarda il bilanciamento e già annunciati da Blizzard (ora come ora alcune unità, come i Roach zerg, sono un pò troppo sbilanciate e saranno presi provvidementi a riguardo). La strada scelta, quella del perfezionamento piuttosto che della novità e dell'innovazione, rende di certo felici i numerosi apassionati, ma forse qualche rischio in più poteva essere corso per svecchiare un pò alcune dinamiche di gioco (come la telecamera e le risorse da accumulare). Senza però dare giudizi affretati, siamo fiduciosi in un titolo che già ora risulta estremamente divertente e ben confezionato e non lascia spazio a dubbi: Starcraft è tornato ed è tronato da re indiscusso dei giochi Real Time Strategy.

Che voto dai a: StarCraft II

Media Voto Utenti
Voti totali: 212
8.5
nd