CAPTIVATE 2012

Hands on Street Fighter X TEKKEN

Tutti i nuovi personaggi della versione portatile

hands on Street Fighter X TEKKEN
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • PSVita
  • Pc
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

In seguito all'uscita di Street Fighter X Tekken si è scatenato un vero e proprio putiferio. Il titolo, lo ribadiamo in questa sede così come abbiamo fatto nella nostra review, ha indubbiamente ottime qualità, ma a far infuriare i giocatori è stata la scoperta di alcuni lottatori esclusi dal roster finale e ugualmente inseriti nel disco di gioco, pronti semmai per essere sbloccati tramite costosi DLC.
Una politica non troppo user friendly, per usare un elegante eufemismo. Nel corso del Captivate, tuttavia, sono emersi nuovi dettagli riguardanti questi personaggi "extra", misteriosamente inclusi nel codice del gioco. Pare proprio che Capcom abbia infatti pianificato -per il momento- un'altra sorte per i dodici combattenti incriminati: invece di rilasciarli uno ad uno sugli store digitali, la software house li ha inseriti tutti quanti nella versione PlayStation Vita, condendo questa edizione portatile di inedite funzionalità Cross Platform, che permetteranno anche ai giocatori Ps3 di utilizzare i lottatori pur non possedendoli direttamente.

Cross Platform

Crediamo che in questa sede, e senza conoscere i tutti dettagli della politica commerciale di Capcom, sia poco elegante mettersi a fare dietrologie. Non sappiamo se l'inserimento dei personaggi extra nella versione PsVita fosse pianificato da tempo, o se in qualche modo l'azienda sia voluta correre ai ripari. E non sappiamo neppure se i dodici nuovi lottatori già tanto chiacchierati saranno primo o poi rilasciati anche su PSN e Xbox Live Marketplace. Nel caso in cui dovessero rimanere contenuti esclusivi per la nuova portatile Sony, saremmo propensi ad ammettere che si tratta di un sistema interessante per spingere anche la versione portatile e, soprattutto, incentivare l'utilizzo del multiplayer online Cross-Platform: una feature solitamente poco esplorata dai giocatori ma che meriterebbe invece più attenzione. Quasi sicuramente una "Ultimate Edition" di Street Fighter X Tekken spunterà nei listini dei rivenditori entro la fine dell'anno, ma almeno in parte l'annuncio di questo Captivate spiega le scelte che erano apparse totalmente impopolari.
Veniamo comunque nel dettaglio quali saranno i lottatori inseriti nell'edizione "tascabile".

"I possessori della versione PlayStation Vita di Street Fighter X Tekken potranno sfidare gli utenti Playstation 3 senza problemi."

Cominciamo dal fronte Street Fighter, che vede tre coppie di personaggi invocati a gran voce dai fan. Sakura e Blanka si presentano in ottima forma, proponendo moveset molto classici e facilmente adattati al contesto di questo picchiaduro. Riapparso in Super Street Fighter IV ma originario del terzo capitolo della saga, arriva anche l'improbabile Dudley, con la sua flemma da gentiluomo ed i guantoni colorati. In coppia con il boxeur più elegante di sempre, eletta quasi per acclamazione, Elena, scomparsa dalle scene dopo il Third Strike. Il suo stile di combattimento, evidentemente ispirato alla capoeira ma con qualche variazione che rende i suoi movimenti flessuosi come quelli di Dhalsim, risulta abbastanza spiazzante al pari di quello del "compagno": la bella principessa colpisce solo con i calci, mentre Dudley -come fu per il collega Balrog- non si azzarda a sferrare un attacco che non sia di braccia.

Chiudono il quadro, anche se nella versione da noi testata non erano giocabili, Guy e Cody, le cui origini, lo ricorderanno i nostalgici delle Sale Giochi, risalgono alla saga Final Fight. Nel cosrso dei mesi che ci separano dall'uscita avremo modo di testare più approfonditamente i set di mosse che caratterizzano questi combattenti. Per quanto riguarda i personaggi della saga Tekken, confermata la presenza di Alisa e Alexander, personaggi relativamente giovani ma molto apprezzati dal pubblico. Purtroppo non abbiamo potuto testare i due protagonisti di Tekken 6 e valutare di conseguenza il loro adattamento. Giocabili erano invece Christie Monteiro e Lei, che si sono distinti per performance piuttosto brillanti. Il poliziotto cinese ha perso ovviamente il sistema delle "stance" che lo ha reso famoso, ma la fluidità degli attacchi (alcuni dei quali totalmente inediti) riporta sul piccolo schermo di PsVita lo stile pulito del suo Kung Fu. Sempre insidiosa Christie, con le lunghe combo di calci e la possibilità i tenersi in equilibrio sulle mani.
Chiude il set di personaggi aggiuntivi la coppia Bryan Fury e Jack X, ma non abbiamo nessun tipo di indizio sul loro stile di combattimento, dal momento che neppure il trailer ufficiale si è soffermato su di loro.

Non sempre comodissimo

Come abbiamo anticipato in apertura, i possessori della versione PlayStation Vita di Street Fighter X Tekken potranno sfidare gli utenti Playstation 3 senza problemi. Il matchmaking cross-platform garantirà anche ai neo acquirenti la sicurezza di trovare sfidanti al proprio livello, indipendentemente dall'attuale diffusione dell'handheld (la cui base installata non è di certo lusinghiera). Anche i giocatori Ps3 trarranno beneficio dal rilascio dell'edizione Vita: nel caso in cui venissero accoppiati con un giocatore in possesso della versione da tasca, vedrebbero automaticamente sbloccati i nuovi combattenti nel menù di selezione del personaggio, e avrebbero dunque la possibilità di selezionarli. Probabilmente senza la possibilità di studiare attentamente i moveset nessun utente veramente competitivo vorrà rischiare, ma si tratta comunque di un'integrazione che ci pare quantomeno interessante. Sempre nel caso in cui questo mutuo rapporto garantisca agli utenti Sony un vantaggio esclusivo, almeno per qualche tempo. Se il pacchetto di personaggi aggiuntivi dovesse essere rilasciato su 360 e Ps3 in contemporanea con il lancio della versione PsVita, troveremmo questa strategia un po' spuntata, a quel punto meno efficace per promuovere la nuova edizione.
Sul fronte del gameplay non si sottolineano ovviamente differenze con la versione principale, di cui potete leggere la recensione a questo indirizzo. E' ovvio però che il control scheme sia profondamente diverso, su Plasytation Vita. Purtroppo la presenza di due soli dorsali rende meno comoda la disposizione degli attacchi: il calcio potente si sferra premendo il grilletto sinistro, e la realizzazione delle Boost Combo diventa sicuramente meno naturale. Anche il fatto che i pulsanti frontali siano così piccoli non aiuta, soprattutto quando si vuole cambiare personaggio: aiuta molto appoggiare la console su un ginocchio, lasciando le dita libere di danzare sui piccoli pulsanti.
In questo adattamento vengono sfruttati anche touchscreen e touchpad, sulle cui superfici trovano spazio sei ampie zone sensibili che fungono da tasti virtuali (quattro agli angoli dello schermo e due ai lati della lamina retrostante). Così come per i tasti L3 e R3 della versione Playstation 3, questi pulsanti sono delle shortcut per eseguire cambi al volo o boost combo. Spesso ricorrere a questi "espedienti" si rivela indispensabile, visti i summenzionati problemi con la mappatura. E' ovvio in generale che, nonostante la precisione dell'adattamento, i possessori della versione portatile dovranno in qualche modo scendere a compromessi. Anche sul fronte tecnico si segnala un colpo d'occhio sempre brillante e che sfrutta ottimamente la potenza della console, ma ovviamente una riduzione della mole poligonale e della qualità delle texture. Così come Ultimate Marvel Vs Capcom, tuttavia, Street Fighter X Tekken mostra una buona fluidità e surclassa tante produzioni portatili.

Supporto Continuo

Parallelamente allo sviluppo della versione PlayStation Vita Capcom ha continuato ad ottimizzare l'edizione per console HD. La patch correttiva già rilasciata è solo la prima di una serie di modifiche e aggiunte che, oltre al supporto per i Tornei ed alle opzioni per studiare attentamente i replay, elimineranno i difetti di stabilità del netcode e rimuoveranno le Combo infinite che sbilanciano alcuni personaggi.
Con un occhio al portafoglio, Capcom rilascerà anche Gem Pack aggiuntivi, al costo di 2 euro. Un prezzo che molti considerano eccessivo a priori, ma che potrebbe rivelarsi interessante per i maniaci dei Beat'em Up. Fra le gemme a disposizione troveremo il Pandora Extend, che permetterà di allungare il tempo in cui, dopo il sacrificio di un personaggio, il compagno sarà estremamente più potente (terminato il conteggio, lo ricordiamo, si perderà il round a meno di non aver ottenuto un K.O.).
La gemma Precise Input, invece, eliminerà tutte le “scorciatoie” inserite volutamente da Capcom per facilitare il lavoro dei giocatori che utilizzano un Pad. In pratica il sistema “chiude un occhio” sull'esecuzione certi movimenti, rendendo più facile l'esecuzione delle special. Gli utenti più puntigliosi però non vogliono che il gioco gli faciliti il lavoro, o corra il rischio di interpretare male i comandi impartiti. Il Precise Input eliminerà tutte le facilitazioni. Non siamo pienamente sicuri che sia giusto far pagare questa opzione, ma staremo a vedere come reagirà la community.
Infine, il Total Guard è una gemma dedicata probabilmente ai neofiti. In posizione neutra, il personaggio che la equipaggerà parerà automaticamente qualsiasi attacco al costo di una tacca della barra delle Special, ed annullerà anche il “Chip Damage”, ovvero quella porzione di danno che supera comunque la guardia. Nel caso in cui il giocatore stia in posizione difensiva, le funzioni della gemma non si attiveranno.

Street Fighter X TEKKEN La versione portatile di Street Fighter X Tekken ha il pregio non solo di essere un porting ben realizzato dell'edizione Home Console, ma anche quello di includere tutti i personaggi originariamente realizzati da Capcom. Interfacciandosi con la PlayStation 3 grazie ad inedite funzionalità Cross Platform, permette di utilizzare i 12 combattenti extra anche a chi non la possiede direttamente. Fosse o non fosse questo il motivo originale per cui Capcom ha inserito i lottatori “tagliati” all'interno del gioco, siamo sicuri che il picchiaduro portatile farà contenti i neo-acquirenti dell'ultima “consolina” Sony, nonostante un control scheme non al top e la necessità di ricorrere a shortcut legare ai tasti virtuali. Nonostante i compromessi necessari per giocare in mobilità, il titolo resta solido e, finalmente, anche completo.

Che voto dai a: Street Fighter X TEKKEN

Media Voto Utenti
Voti totali: 137
7.4
nd