Prey (Parte 2) Adesso online

Francesco torna su Talos-I

Hands on Test Drive Unlimited 2

Provato il racing game "sociale" di Eden Games

hands on Test Drive Unlimited 2
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Non ci vuole grande inventiva per descrivere i punti di forza di un titolo come Test Drive Unlimited. Chiunque è pronto a a distinguere i due pilastri del racing game sviluppato nel 2006 da Eden Game: da un lato, la componente "corsistica", adagiata sui tracciati cittadini (cuore pulsante della serie sin dal capitolo datato 1987), dall'altro gli aspetti "sociali" (acquisto di auto e vestiti). Ma Vince Farquharson, Executive Producer di Atari, ne individua almeno altri due: l'aspetto relativo al collezionismo (legato anche all'assalto al gamerscore), e poi l'esplorazione, il gusto della scoperta calato all'interno di un mondo aperto, solcato da strade e negozi.
Ed è proprio su questi ultimi aspetti che si è insistito particolarmente nell'approcciarsi a Test Drive Unlimited 2; dopo quasi quattro anni di lavoro ci è stata sottoposta una versione in sviluppo avanzato del prodotto, che uscirà nei primi mesi del 2011. Un seguito che è anzitutto la riproposizione della formula del predecessore, ma portata alle estreme conseguenze in ogni suo aspetto.

Non guido solo supercar

Test Drive Unlimited 2 rende ormai obsolete le categorie di single player e multiplayer, che vanno a scomparire per garantire un incedere continuo e fluido dell'esperienza di gioco. Una sola è la mappa di gioco, e si può scegliere se affrontare un testa a testa con gli amici online oppure se dare battaglia all'Intelligenza Artificiale della CPU. Si tratta di un'intuizione già rivelatasi vincente con il primo Unlimited, ma pronta a esplodere fragorosamente nel racing in uscita il prossimo anno, lanciando una sfida nientemeno che a Burnout Paradise.
Gli sviluppatori appaiono particolarmente fiduciosi riguardo alle qualità del proprio titolo (grazie soprattutto ai proficui investimenti del publisher): hanno saputo infatti dettagliare un mondo di gioco di dimensioni immense; vario, pieno di eventi. Farquharson sciorina le esatte dimensioni con prodigiosa memoria: 300 000 chilometri quadrati d'estensione per l'isola che farà da sfondo alle vostre scorrerie, già identificata a suo tempo con la mondana Ibiza, con oltre 900 000 chilometri di strade asfaltate e, novità, sterrate. Già, perchè in Unlimited 2 faranno la comparsa non solo le classiche fuoriserie come Ferrari e Aston Martin, ma anche vetture più comuni, pronte a sacrificare la velocità in nome di una maggiore stabilità e di una solida sicurezza al volante. Quindi alla guida di poderosi SUV si affronteranno anche corse su tracciati extraurbani, un elemento che certo valorizza la varietà dell'offerta corsistica.
Le altre novità di questo seguito non sono da meno. Concessionari, boutique e rivenditori che nel titolo del 2006 si presentavano tramite schermate fisse ora si aprono alla terza dimensione: il giocatore potrà esplorare ciascuno di essi mediante una visuale in prima persona, più intuitiva per interagire con i diversi elementi sensibili.
Da non sottovalutare la presenza di un sistema deputato alla gestione del passaggio giorno/notte e delle condizioni meteorologiche dell'isola delle Baleari, capace di riprodurre con maggiore veridicità l'ambientazione, completamente esplorabile in ossequio alle elementari regole di un free roaming. Al giocatore sarà concesso un opportuno Canale Meteo tra le offerte del plasma che domina il salotto della propria abitazione. Abitazione che sarà liberamente personalizzabile acquistando pezzi di mobilio o riverniciandoli se il colore non ci aggrada. Stessa flessibilità concessa alla nostra persona, negli appositi negozi sparsi per la località turistica: iconici consulenti saranno a nostra disposizione per perfezionare il nostro look tra capigliature ardite, vestiti sgargianti e -dulcis in fundo- piccoli ritocchini estetici. In una sequenza di grande ilarità (voluta?) il famoso corridore si sdraia sul lettino operatorio e una formosa dottoressa gli inietta il botulino necessario per tratteggiare nuovi lineamenti facciali. La chicca risiede nella complessa fasciatura attorno alla scatola cranica posta a fine operazione: il medico raccomanda di mantenerla applicata per alcune ore, e i ragazzi di Eden Games hanno preso in parola tale ammonimento per Test Drive Unlimited 2!

Il fattorino con la Ferrari

Il Sole è al tramonto sopra Ibiza, ma di certo queste non sono le ultime ore della giornata. Anzi, per un universo festaiolo e mondano è appena l'inizio di una notte fatta di danze sfrenate e baccanali assortiti. A bordo piscina un ignaro personaggio si struscia lungo i fianchi di una rossa avvenente, la quale poi decide di convocarlo di diritto nel garage della lussuosa magione. Non per consumare quello che pensate voi, bensì per offrirgli in dono una sfavillante Ferrari come omaggio per il nostro compleanno.
L'eccitazione è tale da rendere doverosa una immediata prova su strada: un rettilineo e sopra di esso una rossa Ferrari, e ancora più su un meraviglioso cielo dalle tonalità rossastre ci ha tanto ricordato i romantici panorami di Outrun.
Ma è troppo bello per essere vero, dico bene? E difatti tutto, dal party in bikini all'asfalto morso dal cavallino, è nient'altro che un parto mentale dell'avatar scelto dal giocatore. Egli è soltanto un fattorino, un autista, un dipendente di quella ragazza tanto generosa che nella vera realtà è il suo capo.
Il nostro hands-on si apre così, con questa articolata cut scene che ingloba al proprio interno anche una prima sequenza di guida. A dispetto del primo Unlimited, la cui trama era pressoché inesistente, il seguito punta ad offrire tutta una serie di scenette capaci di suscitare una certa ilarità e una coesione tra le missioni, ma il risultato è paragonabile alle ingessate battute dei The Sims. Il demerito proviene anche da imprecisa modellazione facciale, migliorata solo di poco rispetto al predecessore. L'intero comparto grafico si dimostra lievemente migliore del primo Unlimited, con un certo disappunto di chi sperava in un imponente dispiegamento di risorse tecnologiche. Sensili migliorie si colgono, però, per quel che riguarda i panorami di gioco, gli edifici urbani così come le alture collinari, decisamente convincenti sia sul piano del colore che su quello del frame rate. Nonostante piccoli cali dovuti alla provvisorietà del codice testato si riscontra una convincente progressione a 60 fps, che è uno degli obiettivi primari per gli sviluppatori di Eden Games. A fronte magari di piccoli downgrade grafici e di texture sottotono, il gameplay deve assolutamente dispiegarsi secondo i tanti sospirati 60 frame per secondo costanti, l'adrenalina deve scorrere copiosa sia che si scelga un approccio arcade ("full assistance"), sia che si opti per una guida sportiva o supersportiva. Provando infine le prime sfide di gioco (gare di abilità tra slalom e guida sul bagnato) abbiamo riscontrato un modello di guida decisamente più esigente di quello del predecessore, tale da aggiungere profondità alla sfida su pista, ora sì pronta a essere insidiosa a ogni curva, a far sudare ogni checkpoint, a frantumare sogni di gloria per ogni impatto.
Questo probabilmente sta ad indicare una perdita del feeling arcade propria di Test Drive Unlimited, che ne aveva garantito una buona immediatezza e un facile apprendimento delle meccaniche: il sequel mantiene inalterata la mappatura dei comandi, ma sembra assumere connotati più da simulazione.

Test Drive Unlimited 2 La sensazione di aver saggiato solo un pezzettino di Test Drive Unlimited 2 è palpabile quando posiamo il joypad. Nonostante la nostra prova su strada ci abbia concesso il lusso di gustare in anteprima un esaustivo antipasto del titolo Atari, di molte delle promesse dei mesi scorsi non si è fatta menzione, segno che nei mesi a venire le novità non mancheranno e si dilegueranno solo in prossimità dell'uscita, fissata per i primi mesi del 2011. Gli sviluppatori si sono mossi bene per espandere quanto di buono offriva il primo Unlimited: un'isola più grande, una maggiore interazione con gli ambienti, più varietà nei modelli automobilistici, un online più potente. Chiediamo soltanto un deciso miglioramento del comparto grafico, apparso solo lievemente migliore di quello proposto nel 2006, e un sensibile bilanciamento del rapporto pad-veicolo.

Che voto dai a: Test Drive Unlimited 2

Media Voto Utenti
Voti totali: 218
7.1
nd