STRAFE Oggi alle ore 17:00

Giochiamo in diretta con Strafe, FPS dallo stile retrò.

E3 2012

Hands on The Amazing Spiderman

L'arrampicamuri torna al Free Roaming. Le side quest mostrate all'e3

hands on The Amazing Spiderman
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • DS
  • Xbox 360
  • Wii
  • Ps3
  • 3DS
  • PSVita
  • Wii U
  • Pc
 Roberto de Luca Roberto de Luca scopre il meraviglioso mondo dei videogame quando nel 1996 suo padre gli regala una Playstation nuova fiammante. Grande appassionato di qualsiasi cosa riguardi gli zombie, adora gli sparatutto in soggettiva, i tatuaggi ed il buon vino. Lo potete trovare su Facebook e su Google Plus.

L'Uomo Ragno è uno dei pochi supereroi a fumetti che è riuscito a passare al mondo dei videogiochi con enorme successo. Activision ha sempre lavorato duramente per ricreare in maniera fedele il mondo dell’arrampicamuri ed i personaggi che ne fanno parte, toccando l’apice con Spider-Man 2 -uscito sugli scaffali nel 2004- che prendeva spunto dall’omonima pellicola cinematografica di quell'anno. Per la prima volta infatti l’Uomo Ragno era in grado di volteggiare liberamente per i grattacieli di Manhattan, sventando i crimini giornalieri e indagando sui misfatti del Dr. Octopus e della Oscorp. Dopo Shattered Dimensions e Edge Of Time -due capitoli videoludici in cui la struttura open-world è stata sostituita da un’avventura molto più lineare- il team di sviluppo Beenox ha sentito la necessità di tornare ai fasti di un tempo, sfruttando per l’occasione la licenza della nuova pellicola dedicata al supereroe Marvel in uscita a Luglio. The Amazing Spider-Man ripercorrerà le vicende del giovane Peter Parker, dalla trasformazione in tessiragnatele fino all'epico scontro con Lizard, il pericolosissimo rettile umanoide che metterà a ferro e fuoco lo stato di New York. Durante la kermesse di Los Angeles abbiamo assistito ad una breve presentazione del gioco in compagnia del team di sviluppo, che ci ha mostrato alcune delle missioni secondarie che potremo compiere nelle vesti di Spidey girovagando per la Grande Mela.

Nuovo Costume, Vecchi Poteri

Il videogioco uscirà quasi con una settimana di anticipo rispetto alla pellicola a cui è ispirato ed essendo ambientato dopo gli avvenimenti raccontati nel film, è possibile incappare in qualche fastidioso spoiler, soprattutto se non si è a conoscenza delle origini di Spider-Man. Ciò nonostante i programmatori hanno assicurato che il titolo avrà una trama scritta apposta per l'occasione che salvaguarderà i giocatori da rivelazioni eccessive. L'impatto visivo è senza precedenti: il nuovo costume del supereroe (ripreso direttamente dal film in uscita) è dettagliato all'inverosmile, con texture di altissimo livello che riproducono riflessi realistici in base alla diversa angolazione della luce. I lancia-ragnatele spiccano ben visibili dai polsi (niente ragnatele organiche per questa volta) e la tensione dei muscoli ad ogni guizzo dell'arrampicamuri fa impallidire qualsiasi produzione passata. Gli sviluppatori ci informano che la Mahnattan presente nel videogioco è stata adattata e ricostruita secondo le particolari esigenze dell'eroe Marvel; come molti sapranno, lo stesso provvedimento fu preso per la prima pellicola di Sam Raimi, il quale aveva esplicitamente richiesto di poter innalzare ulteriormente gli immensi grattacieli di Midtown per permettere al suo Uomo Ragno di esibirsi in spettacolari piroette e volteggi a mezz'aria. The Amazing Spider-Man ripropone esattamente lo stesso principio del regista americano, garantendo ai giocatori una libertà di movimento senza paragoni, con un risultato davvero stupefacente. Con una fluidità invidiabile, il nostro eroe rosso e blu si tuffa dal tetto di un palazzo e incomincia ad ondeggiare di ragnatela in ragnatela, lasciandosi andare ogni tanto a virtuosismi atletici riproposti con estremo realismo. La telecamera -questa volta posta atipicamente di poco al lato della schiena del protagonista, come nel più classico dei survival horror- segue fedelmente tutti i movimenti di Spidey, allontanandosi durante i salti più vertiginosi per riprenderne tutta la magnificenza. L'abbondante utilizzo dell'effetto blur non appena si guadagna velocità in caduta -per evitare con tutta probabilità un calo improvviso del framerate- non risulta mai eccessivo o fastidioso alla vista, troppo concentrata sulle movenze del personaggio principale, che in alcuni casi urlerà in preda all'esaltazione dopo un salto particolarmente spericolato, proprio come ci si aspetterebbe da uno studente qualunque che ha appena scoperto di potersi arrampicare sulle pareti. Attraverso un'esaustiva mappa selezionabile nel menù di pausa, possiamo scorgere tre puntini luminosi, le cui icone stanno ad indicare il tipo di missione secondaria che possiamo compiere: Spidey si lancia immediatamente nella direzione di quella che sembra essere un'aggressione nel bel mezzo del centro cittadino.

Nel tempo che impieghiamo a raggiungere il punto d'interesse ci viene spiegata una delle novità principali della serie, che ha a che fare con gli spostamenti in aria del supereroe: il "Web Rush". Grazie alle sua incredibili abilità, Spider-Man è in grado di selezionare un appiglio a molti metri di distanza, rallentando il tempo per qualche secondo, per poi raggiungerlo premendo un singolo tasto. Una sorta di spostamento rapido che, con il concatenamento di acrobazie preimpostate (differenti in base agli ostacoli trovati durante il tragitto) ci permette di arrivare a destinazione con precisione chirurgica. Una feature di sicuro impatto scenico, ma a nostro avviso di dubbia utilità ai fini del gameplay vero e proprio -se si esclude qualche ispirato momento durante gli scontri- poichè l'obbligo di seguire un determinato flusso di movimenti mal si relaziona al bisogno di libertà tipico dei titoli open world.
Affrontando i malviventi avvistati in precedenza il senso di dejavù derivante da titoli action come Batman Arkham City è istantaneo: la velocità d'esecuzione è ovviamente maggiore rispetto a quella del Cavaliere Oscuro, ma l'anima del combat-system è la stessa. I due tasti adibiti d'attacco possono essere alternati per sviluppare combo sempre più complesse, in grado di mettere KO più nemici contemporaneamente. Inoltre grazie al senso di ragno, Spidey può evitare con il giusto anticipo gli attacchi avversari e contrattaccare con devastanti mosse speciali. La varietà offensiva del nostro eroe non sembra essere vasta come per i precedenti capitoli, ma confidiamo in una possibilità di crescita del personaggio che consenta il successivo sblocco di abilità e attacchi segreti, anche se il team di sviluppo sul momento ha preferito non esprimersi. Non mancano i cosiddetti "web-attack" in grado di disorientare i nemici o disarmare quelli più pericolosi; oppure la "web-spin", interessante new entry che permette di allontanare l'Uomo Ragno da un combattimento spossante utilizzando un rampino improvvisato.

Amichevole ragno di quartiere

Le missioni secondarie visionate non sono nient'altro che la rivisitazione, in chiave next generation, delle missioni da sempre presenti nei capitoli del brand. Fermare intrepidi fuggiaschi a bordo di qualche vettura, impedire il compimento di furti e rapine e persino distruggere sospetti robot iper-tecnologici progettati dalla Oscorp, sono routine a cui siamo abituati da anni. L'aver sfruttato per cinque anni consecutivi lo stesso Supereroe (seppur con alcune apprezzatissime variazioni sul tema, come Shattered Dimensions), riduce di molto la possibilità di portare sugli scaffali un prodotto completamente nuovo. Rivisitato tecnicamente e impreziosito con l'implementazione di numerosi miglioramenti grafici, The Amazing Spider-Man non sembra per il momento offrire un'avventura troppo differente rispetto ai primi capitoli open-world, presentando puntualissime anche le stesse boss-fight.

L'ultima parte della demo era infatti incentrata sul combattimento contro Rhino, uno dei super-cattivi più conosciuti, universalmente ricordato per la sua inguaribile stupidità, che spesso compensa con l'innata brutalità. Anche nel videogioco le carte in tavola non sembrano cambiare e presto ci accorgiamo che il bestione corazzato è tutt'altro che imbattibile. Evitando con il giusto tempismo le sue possenti cariche, Rhino andrà a sbattere con pareti di metallo che lo lasceranno stordito i secondi necessari per colpirlo con una scarica di ragnatele. Basterà ripetere lo stesso procedimento tre volte e il primo boss del gioco cadrà sconfitto in una manciata di minuti. La facilità con cui siamo usciti vincitori dalla boss-fight ci ha lasciato un po' di amaro in bocca: speravamo francamente in un combattimento più impegnativo che permettesse al protagonista di mostrare un parco mosse maggiormente variegato. Trattandosi di una delle prime battaglie che affronteremo nel gioco completo, è probabile che la difficoltà aumenti parallelamente con l'esperienza accumulata da Spidey, ma in generale l'action game di Activision si è sempre distinto per una difficoltà "d'accomodamento", permettendo ai fan più piccoli come ai più navigati di completare l'avventura senza tanti intoppi.
Numerosi saranno infine gli oggetti collezionabili all'interno dell'area di gioco, tra cui spiccano quattro fumetti originali della Marvel, che una volta completati potranno comodamente essere letti su schermo. Inoltre secondo una modalità non ancora ben specificata, sarà possibile impersonare alcuni dei più famosi personaggi del mondo a fumetti di Spider-Man, incluso il suo creatore Stan Lee. Questi non saranno semplici skin sostitutive del costume da ragno, ma veri e propri personaggi dotati di poteri unici.

The Amazing Spiderman The Amazing Spider-Man ripropone le stesse dinamiche a cui Activision ci ha abituati. Il ritorno all'open world è sicuramente una buona notizia per tutti i fan che da tempo agognavano la possibilità di potersi muovere liberamente per la città; la cura e il dettaglio con cui è costruito l'intero ambiente di gioco possono solo suscitare sincera ammirazione. Seppur la sessione dimostrativa a cui abbiamo assistito non presentasse particolari innovazioni, immergendo il giocatore in un contesto virtuale visto e rivisto, va premiato l'impegno dimostrato nei confronti di una produzione non facilissima, che cerca di migliorare costantemente il proprio operato attraverso piccole innovazioni (come il web rush, un ampliamento sostanziale della mappa esplorabile e una trama qualitativamente al di sopra dei capitoli fin'ora usciti). Sperando che il divertimento garantito dalla possibilità di volteggiare come il più esperto degli acrobati non si spenga a causa di una routine troppo noiosa, aspettiamo con ansia l'uscita ufficiale del gioco prevista per il 26 giugno.

Che voto dai a: The Amazing Spiderman

Media Voto Utenti
Voti totali: 139
7.5
nd