Hands on The Incredible Adventures of Van Helsing

A pochi giorni dall'uscita, l'hack'n'slash di Neocore Games si mostra in un'interessante versione giocabile.

hands on The Incredible Adventures of Van Helsing
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc

Nato dalla mente di Bram Stoker, il personaggio di Van Helsing venne originariamente concepito come un professore universitario esperto in occultismo e arti arcane. Nel romanzo originale, il noto professore si sente in dovere di estirpare il male dal mondo, incarnato dal ben noto vampiro, il Conte Dracula. Dal 1897 ad oggi la figura di Van Helsing ha subito moltissime rivisitazioni, specialmente nel mondo del cinema, tra cui quella molto discussa del 2004 interpretata da Hugh Jackman, dove l’impavido professore lascia il posto ad un cacciatore di mostri che segue lo stereotipo del classico eroe hollywoodiano. Ed è proprio a quest’ultima incarnazione del personaggio che gli sviluppatori di Neocore Games si sono ispirati per la realizzazione di The Incredibile Adventure of Van Helsing, riproponendo le avventure dell’ammazzavampiri per eccellenza in un titolo che andrà inevitabilmente a confrontarsi con i grandi competitors del settore, ovvero Diablo e Torchlight.

MY NAME IS HELSING, VAN HELSING

The Incredibile Adventure of Van Helsing vede in realtà come protagonista il figlio del noto occultista, erede della stessa ambizione e determinazione del padre nel voler dare la caccia ai vampiri ed alle oscure creature che insidiano gli innocenti abitanti del paese immaginario di Borgovia, una location situata nell’est Europa di fine XVIII secolo. Proprio come nel film uscito nel 2004, Van Helsing presenta un carattere pomposo e sprezzante del pericolo seguendo i canoni del tipico avventuriero che va a caccia di fortuna ma che alla fine si ritrova inevitabilmente nei guai. Ad accompagnarlo nelle sue “incredibili avventure” sarà un inusuale co-protagonista: uno spettro di nome Lady Katarina, che si rivelerà una valida compagna di ventura grazie alle sue particolari abilità di combattimento. Nonostante le ottime premesse, dobbiamo ammettere che la trama del titolo non ci ha particolarmente impressionato, almeno per quello che concerne la versione di prova testata per l'occasione. Naturalmente la sceneggiatura stessa non si prende troppo sul serio, e non mancano alcuni guizzi interessanti, come una sottile vena Steampunk che riesce in qualche modo a differenziare il titolo. Tuttavia il racconto procede, nel corso dell quest primarie e secondarie che abbiamo potuto provare, senza brillare per originalità, ed i compiti sono piuttosto canonici (cercare una tana di lupi mannari ed uccidere il boss di turno, oppure chiedere ad un gruppo di zingari di togliere una maledizione lanciata ad un povero diavolo).
Con nostra sorpresa abbiamo scoperto che il titolo offre anche un sistema di risposta multipla che accompagnerà i numerosi dialoghi con gli NPC che troveremo lungo la strada. Il problema è che le linee di dialogo troppo spesso conducono ad una singola opzione bipartita, e solo in qualche caso è sono legate a scelte morali importanti (la cui influenza sul plot o sul gameplay è ancora da scoprire).
Storia a parte, i punti di forza di Van Helsing si trovano indubbiamente nel gameplay, che svela un’interessante ricetta che mescola i canoni classici degli hack & slash con una piccola spolverata d'innovazione. Da una parte infatti troviamo un control scheme classico, che promuove una struttura ludica altrettanto standardizzata; dall’altra c’è lo spettro di Lady Katarina che vi seguirà come un’ombra, interamente gestito dalla CPU nella modalità single player. Numerose le opzioni a cui il giocatore può accedere per gestire la comprimaria: oltre alla possibilità di scegliere quali statistiche migliorare ogni volta che si sale di livello, troviamo la gestione del suo inventario, dell’equipaggiamento, il comportamento da tenere in combattimento e soprattutto scegliere se la Lady dovrà ingaggiare combattimenti a distanza oppure ravvicinati.

Anche con il personaggio principale Van Helsing il giocatore sarà obbligato a decidere sin dai primi livelli se instradare il proprio personaggio verso una specializzazione negli attacchi con le armi da fuoco, negli scontri all’arma bianca oppure un via di mezzo tra le due. Gli alberi delle skill da sbloccare e potenziare sono profondamente ramificati e permettono di equipaggiare alcune abilità, come dei colpi speciali che consumeranno il mana, oppure dei veri e propri perks passivi che vengono attivati attraverso il consumo della rabbia che si rigenera ad ogni nemico abbattuto.
Sono proprio questi ultimi il vero spunto innovativo del titolo: permettono al giocatore di sfruttare questi momentanei aumenti di statistiche nelle fasi di gioco più concitate ed avere la meglio su orde interminabili di nemici. Grazie alla personalizzazione dell’interfaccia si possono posizionare con facilità le icone dei perk che si preferiscono, attivandoli tranquillamente con il mouse oppure con la tastiera. Oltretutto la barra spaziatrice permetterà di attivarne tre contemporaneamente e nella nostra prova noi abbiamo scelto di equipaggiarci con un momentaneo aumento del danno di base, la possibilità di rallentare i nemici ed alzare la chance di un colpo critico. E questa è solo una delle moltissime configurazioni che il titolo è in grado di offrire, permettendo al giocatore un elevato livello di personalizzazione del personaggio in base ai propri gusti e strategie.
Seguendo i canoni degli Hack & Slash anche Van Helsing vanta un altissimo numero di nemici da abbattere a suon di click del mouse. La varietà non manca di certo, tanto che abbiamo avuto a che fare con briganti, lupi mannari, soldati meccanizzati e mostri di ogni sorta. Anche in questo titolo sono presenti mob d'elite o campioni particolarmente ostici da abbattere, che però rilasceranno a terra un generoso loot tra monete d’oro ed equipaggiamento. Neocore ha poi prestato particolare attenzione a quest’ultimo aspetto, non solo per la presenza di molti mercanti, ma introducendo persino un semplice sistema di crafting che consente di sacrificare tre oggetti raccolti per crearne uno più potente.

I VAMPIRI VISTI DA VICINO

Dal punto di vista tecnico il gioco si presenta davvero bene nella sua veste grafica, grazie ad un motore grafico capace di animare un mondo di gioco ricco di particolari e molto dettagliato. Le animazioni di personaggi e comprimari sono molto fluide ed i loro modelli vantano un buon numero di poligoni a schermo, specialmente per un Hack & Slash con impostazione della telecamera a visuale isometrica. Qualche incertezza si riscontra in effetti particellari un po’ carenti e soprattutto per la quasi totale assenza di un motore fisico a supporto. Questo aspetto è in netta contrapposizione con il look visivo del titolo e infonde una sgradevole sensazione di “plasticità” al mondo di gioco. Con la nostra configurazione di prova - I5 2500 8 GB di RAM e una GeForce GTX 560 Ti - siamo riusciti a far girare il titolo con tutti i filtri attivati ad una risoluzione di 1920x1080 senza riscontrare cali nel framerate. A questo si aggiunge il comparto audio con una colonna sonora non particolarmente evocativa ma orecchiabile; lo stesso potremmo dire per i campionamenti ambientali. A nostro avviso risulta alquanto sottotono il doppiaggio - esclusivamente in lingua inglese - che sicuramente contribuisce poco alla caratterizzazione dei personaggi.


The Incredible Adventures of Van Helsing The Incredibile Adventure of Van Helsing si è dimostrato un gdr hack'n'slash interessante specialmente sul fronte del gameplay e grazie ad elementi particolari e originali. Infatti, nonostante non si discosti troppo da i canoni del genere, propone comunque alcune piccole innovazioni che potrebbero stimolare chi ha giocato sino alla noia titoli come Diablo o Torchlight ed è alla ricerca di nuove sfide. A fronte di tutto questo il titolo si presenta con un comparto tecnico sorprendente, specialmente per una produzione di questo tipo, anche se nutriamo alcune dubbi per ciò che concerne una fisica scarsamente implementata ed il doppiaggio inglese poco incisivo. Ad ogni modo le nostre prime impressioni sono nel complesso positive, specialmente se si pensa che tra pochi giorni il titolo approderà sui mercati ad un prezzo davvero molto competitivo.

Che voto dai a: The Incredible Adventures of Van Helsing

Media Voto Utenti
Voti totali: 16
7.8
nd