Hands on The Sims 3: Ambitions

Provate per voi le nuovi Ambizioni del titolo Maxis

hands on The Sims 3: Ambitions
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPhone
  • Pc

The Sims è un titolo controverso, amato da milioni di videogiocatori, ma allo stesso modo odiato o semplicemente ignorato da altrettante persone.
Il grande successo del marchio è però sotto gli occhi di tutti, grazie alle vendite impressionanti che si sono registrate sin dal suo esordio, nel lontano 2000, e alla miriade di fan-site che lo supportano.
Questo “simulatore di vita” ha avuto negli anni un notevole salto di qualità, a livello sia tecnico che di contenuti, andando ad aggiungere elementi che lo hanno reso sempre più verosimile e completo.
Una delle poche carenze che il titolo Maxis ha però fin’ora accusato era la possibilità di seguire il proprio Sim al lavoro, molte volte auspicata anche dai fan del titolo ma mai pienamente implementata.
Ecco perché The Sims 3: Ambitions potrebbe rivelarsi come qualcosa di più di una semplice espansione: la sua peculiarità principale sta proprio nel fatto che potremo, finalmente, essere partecipi del lavoro del nostro Sim, svolgendolo in prima persona come mai era stato possibile.
Abbiamo potuto testare con mano una versione quasi completa del nuovo expansion pack, previsto nei negozi per il prossimo 4 Giugno, di cui ora esporremo le nostre prime valutazioni.

Stop ai tempi morti

La prima vera novità proposta una volta avviata la nuova espansione, è la presenza di una nuova città: Twinbrook, creata a puntino per introdurre tutte le aggiunte che Ambitions porterà con sé.
Twinbrook si presenta come molto suggestiva e soprattutto più ampia delle due precedenti cittadine finora presenti nel gioco, provvista infine di tutti i nuovi lotti, più o meno indispensabili per vivere a fondo le nuove esperienze che i nostri Sims potranno affrontare.
Ma, come detto nel paragrafo introduttivo, la vera novità presente in questa seconda espansione è la possibilità di seguire, finalmente, il nostro Sim al lavoro.
Per rendere possibile tutto questo Maxis ha ben pensato di aggiungere una nuova categoria di occupazioni: le professioni.
Scegliere una professione vorrà dire partecipare attivamente alla vita lavorativa del nostro personaggio, con i mezzi e nelle condizioni del caso.
Saranno infatti 5 le nuove occupazioni disponibili, ognuna con le sue particolarità e funzionalità: investigatore privato, progettista architettonico, stilista, vigile del fuoco o cacciatore di fantasmi, con infine la possibilità, mediante la classica carriera medica, di poter portare il nostro Sim in giro per la città ad aiutare a migliorare la salute delle persone che la abitano.
Le meccaniche di gioco presenti una volta intrapresa una professione, variano, come accennato, in base all’occupazione scelta: saremo noi infatti a dover guidare i Sims in giro per la città, ovviamente entro i limiti dei giorni e dell’orario di lavoro assegnatoci, e avremo una paga non più giornaliera, bensì settimanale, che si andrà però ad aggiungere al compenso che avremo per ogni lavoro svolto.
Uscendo in città durante il nostro orario di lavoro e allargando la visuale verremo infatti a conoscenza di tutte quelle persone che hanno bisogno del nostro aiuto, mediante segnalatori appositi, e sarà nostro compito cercare di assecondare tutte le richieste prima di tornare a casa per riposarci.
L’investigatore dovrà così risolvere i suoi casi interrogando le persone o magari rovistando nei cassonetti degli indiziati, il cacciatore di fantasmi entrerà nelle case infestate da spiriti più o meno cattivi, il vigile del fuoco andrà in caserma in attesa di un nuovo incendio da estinguere; mentre lo stilista offrirà i suoi servizi nel nuovo salone di bellezza, il progettista architettonico si muoverà a domicilio per ristrutturare, nei modi e alle condizioni richieste, le case dei cittadini.
Questi sono i compiti ai quali dovremo far fronte, con meccaniche di gioco piuttosto semplici, quasi banali nelle prime fasi di gioco, ma comunque ben implementate e in grado di portare una vera ventata di novità in un brand che sembrava aver potuto dare già tutto quello che era nelle sue possibilità.
La giornata dei nostri Sims sarà infatti “stravolta” dai canoni ai quali eravamo abituati, senza più tempi morti e portando il giocatore a dover essere responsabile di ogni lato della vita del proprio personaggio.
Alcuni dubbi sulla bontà del gameplay però rimangono: la nostra prima esperienza con Ambitions ha infatti evidenziato come la varietà di situazioni possa essere un po’ troppo ripetitiva, forzandoci a volte a dover ripetere spesso le stesse azioni senza poter davvero avere la possibilità di decidere cosa fare, ma limitandoci ad eseguire i nostri compiti in maniera un po’ troppo semplicistica.
Fortunatamente interviene qualche variabile sociale a rendere più intrigante lo svolgimento delle proprie carriere.
Un esempio pratico è rappresentato dall’atteggiamento che decideremo di tenere per domare un incendio, nel caso ovviamente decidessimo di diventar dei pompieri: essere degli efficientissimi vigili del fuoco armati di estintore e accetta ci permetterà di decidere, attraverso delle variabili che verranno analizzate in seguito, le sorti della sfortunata famiglia da salvare. Essere metodici e rapidi nella soppressione di un fuoco ci permetterà di salvaguardare, oltre alla vita dei malcapitati, costosissimi mobili ed elettrodomestici facendoci guadagnare la stima e la fiducia degli abitanti. Al contrario distruggere a caso porte e finestre non farà altro che alimentare le fiamme facendo ingrandire l’incendio causando di conseguenza ingenti danni alla sfortunata abitazione. In tutti i lavori contenuti nell’espansione potremo quindi avanzare facendo carriera, guadagnando quindi sempre di più, o rimanere dei perfetti incapaci odiati e presi in giro dall’intero vicinato. Non solo l’atteggiamento col quale affronteremo gli eventi ci permetterà di portare a termine l’arduo compito assegnatoci di volta in volta. Le variabili che faranno pendere l’ago della bilancia verso il successo o il fallimento sono infatti innumerevoli: il nostro worker dovrà possedere determinate skills attinenti alla sua professione e dovranno essere costantemente allenate e perfezionate attraverso determinate azioni specifiche. Per un inventore giocare a scacchi gli permetterà di migliorare la sua logica, molto spesso non del tutto infallibile, per il pompiere sarà invece importantissimo allenarsi in palestra per permettergli di sfondare serramenti e mettere in salvo la splendida ragazza della porta accanto senza troppa fatica. Decidere di intraprendere un lavoro autonomo ha, come nella vita reale, i suoi vantaggi e svantaggi. Poter non rispettare gli orari di lavoro, o addirittura rifiutare direttamente un incarico, ci permetterà di impegnare il nostro tempo in altri ambiti più divertenti o rilassanti come intraprendere nuove relazioni sentimentali o fare shopping sregolatamente. Tuttavia arredare il nostro ufficio di design o investire il nostro denaro in avanzatissime apparecchiature scientifiche richiederà una buona base economica di partenza. Far fronte a tutte le necessità di vita dei nostri Sim non sarà affatto semplice, in ogni caso infatti ci troveremo a scendere a compromessi lavorativi spesso molto impegnativi e stancanti. L’introduzione di una barra di avanzamento, attraverso un esame statistico delle nostre abilità e comportamenti, ci permetterà di verificare costantemente i progressi della nostra carriera: ben 10 livelli ci separeranno dall’essere un semplice pompiere fino a rivestire il ruolo di capo del dipartimento. La promozione avverrà dopo l’esecuzione, in maniera soddisfacente, di un numero predeterminato di incarichi lavorativi. Scopriremo presto che allenarsi per poter portar a termine velocemente ed efficacemente il nostro lavoro non sarà solo gratificante ma ci permetterà di guadagnare ingenti somme di denaro che ovviamente faranno la nostra felicità e quella di tutti i nostri coinquilini. Abbiamo verificato come, a seconda del tipo di mestiere, ogni minima decisione influenzerà il nostro futuro. Decidere di investigare senza nessuno scrupolo, per esempio irrompendo di notte nell’abitazione dei nostri sospettati e malmenandoli senza scrupoli, non ci premierà affatto: rischieremo solo di esser scoperti o denunciati alle autorità. Scegliamo molto attentamente i nostri metodi e portiamo a termine obiettivi adatti alle nostre competenze. Solo cosi potremo veder crescere il nostro conto in banca per permetterci di viver la vita che più desideriamo.

Non c'è solo il lavoro

Le novità alla base di Ambitions non si limitano però solo all’introduzione delle nuove professioni, bensì tendono ad ampliare ancora di più la vasta gamma di possibilità presenti in The Sims 3.
Oltre all’aggiunta di nuovi oggetti, lotti e vestiti ci sarà infatti la possibilità, grazie all’introduzione di nuove postazioni lavorative, di affinare le nostre capacità di scultori o inventori che potranno diventare, se lo vorremo, dei veri e propri lavori.
Verranno così introdotti i nuovi lotti cittadini, come ad esempio il negozio di oggetti usati, dove mettere in vendita le nostre creazioni, o il deposito di rottami, dove il nostro Sim andrà a caccia di materiali indispensabili per la sua vena creativa.
Il tutto condito dall’introduzione di nuovi tratti caratteriali che ben andranno ad amalgamarsi con tutte le novità presenti in questa seconda espansione.
Se infine aggiungiamo la possibilità, o meglio il dovere, di fare il bucato (ogni volta che si cambierà infatti il nostro personaggio lascerà ora in giro i vestiti sporchi), di acquistare proprietà, private ma anche comunitarie, o di tatuare i nostri Sims, il quadro completo di Ambitions non può che rivelarsi positivo.
Il primo impatto con il nuovo lavoro di Maxis ci lascia quindi più che soddisfatti, ma solo un’analisi approfondita potrà portare una sentenza definitiva sulla bontà della nuova espansione, che sarà effettuata, come sempre, in sede di recensione.

Espansioni a Go-Go?

Nel corso di una recente presentazione, abbiamo avuto occasione di scambiare quattro chiacchiere con l’executive producer di The Sims. Oltre alle canoniche domande sul gameplay della nuova esperienza lavorativa, le cui risposte e delucidazioni sono contenute nel paragrafo precedente, abbiamo cercato di intavolare un discorso sulla politica di EA circa le varie espansioni di The Sims 3 e l’eventuale progettazione di The Sims 4 in un prossimo futuro. Ovviamente, per quanto riguarda lo spinoso tema dell’uscita di un eventuale sequel della simulazione di vita più famosa e giocata nel mondo la risposta è stata piuttosto vaga: ‘probably’. Ciò nonostante ci è stato confermato che, se il materiale a disposizione si rivelerà sufficiente per poter interessare una buona cerchia di utenti, le espansioni previste si aggireranno ancora intorno allo stesso numero dei capitoli precedenti del gioco. Ci sembra quindi verosimile presagire la volontà, da parte del team di sviluppo, di migliorare ulteriormente l’esperienza ludica globale di questo genere. Il contenuto di un expansion pack è infatti materiale molto importante per i fan storici ma ci preme ricordare che può anche rappresentare il punto di svolta per appassionare un bacino di utenza maggiore, prima magari disinteressato al prodotto perché carente di una o più peculiarità.

The Sims 3: Ambitions The Sims 3: Ambitions si pone al pubblico di appassionati come una vera e propria rivoluzione, permettendo finalmente ai giocatori di partecipare attivamente alla vita lavorativa del loro amato, o magari odiato, Sim. Le nuove professioni disponibili danno infatti vita ad un piccolo stravolgimento nel gameplay del titolo, azzerando i tempi morti e rendendo il giocatore, ora più che mai, responsabile delle azioni del proprio personaggio, grazie a meccaniche di gioco che ben si implementano nelle classiche routines della serie, ma che lasciano qualche dubbio sulla loro eccessiva semplicità e sulla poca varietà che sembrano, almeno inizialmente, poter offrire. Se però teniamo conto della moltitudine di contenuti, oltre alle nuove occupazioni lavorative, che questa espansione permette di aggiungere, non possiamo che essere soddisfatti di quello che abbiamo potuto provare, rimandando una valutazione definitiva alla nostra recensione, che fugherà ogni dubbio sulla profondità effettiva del nuovo lavoro Maxis. Stay Tuned!

Che voto dai a: The Sims 3: Ambitions

Media Voto Utenti
Voti totali: 33
7.1
nd