FIFA 18 feat Il Green Oggi alle ore 19:00

Il Green gioca in diretta con FIFA 18!

Hands on Vanquish - Challenge Demo

Provata la seconda demo di Vanquish

hands on Vanquish - Challenge Demo
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
Adriano Della Corte Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Annunciata durante il Tokyo Game Show 2010, è giunta sul PlayStation Network giapponese la seconda demo di Vanquish, lo sparatutto di Platinum Games diretto dal game designer Shinji Mikami. Nella prima versione di prova la software house ci ha mostrato una missione iniziale per introdurci alle principali dinamiche di gioco: l'uso strategico delle coperture, l'utilizzo di veicoli e torrette nemiche, e ovviamente tutte le abilità forniteci dallo speciale esoscheletro ARS (Augmented Reaction Suit), tra cui la possibilità di muoversi ad alta velocità ed entrare in Bullet Time.
La seconda demo ci mostra invece un differente aspetto del promettente titolo: la modalità sfida. In un contesto slegato dalla storia principale, le missioni proposte spingeranno al limite le abilità del giocatore nell'arte del combattimento, rivelando un lato più tattico di Vanquish, che pure non diluisce la frenesia e la velocità delle dinamiche di gioco.

Armi, Robot e Strategia

La demo si svolge all'interno di un'arena di forma rettangolare: un'area di stoccaggio piena di container, macchinari ed alcuni veicoli, devastata da un cratere al centro, che divide in pratica la zona di gioco in due settori collegati solo da corridoi. Il nostro compito sarà quello di sopravvivere e eliminare tutti i nemici che si materializzeranno in 5 ondate distinte, nel minor tempo possibile. Sam Gideon, il protagonista, all'inizio avrà l'equipaggiamento base formato da fucile d'assalto, fucile a pompa, una mitragliatrice pesante e un set di granate esplosive e paralizzanti. Ma l'arena offre alcuni strumenti offensivi, del tutto inediti anche per chi ha giocato alla prima demo di Vanquish. Potremo ad esempio sperimentare il laser d'aggancio, un'arma poco potente, ma capace di agganciare più obiettivi e colpirli contemporaneamente; o ancora una pistola LFE, che non provoca alcun danno, ma che con la sua onda energetica è capace di spiazzare i nemici che intralciano le nostre operazioni. E' anche presente un fucile di precisione: mirando entreremo in una visuale da cecchino, per colpire i punti deboli degli avversari. Infine la presenza del lancia missili garantirà colpi decisi e potenti contro i robot più ostici da eliminare. Le munizioni nell'area sono limitate di numero, ed il giocatore potrà optare tra due scelte tattiche distinte: raccogliendo la stessa arma più volte la potenzierà ma manterrà invariato il numero di munizioni, mentre scegliendo di rimanere con l'assetto base, avrà più munizioni ma l'arma arrecherà ovviamente meno danni. Entrambe le scelte comportano delle conseguenze nella nostra strategia offensiva: se si opta per la mera potenza di fuoco, chi gioca dovrà stare attento ad eseguire colpi mirati e a non sprecare munizioni, mentre scegliendo la quantità, bisognerà far affidamento alle capacità di resistenza sul campo durante gli attacchi dei nemici.
La demo è settata a livello "Normale", ma risulta essere impegnativa fin dai primi momenti di gioco. Come abbiamo potuto appurare durante il primo test, Vanquish non ammette troppi errori da parte del giocatore: chi non riesce a fin da subito a gestire in fretta e al meglio il sistema di coperture perirà in pochi istanti. Non è da meno anche questa seconda esperienza: fin dalla prima orda, che ci mette di fronte ad una trentina di androidi base, dovremo stare attenti a non avanzare troppo ed esporci così al fuoco nemico. Gli avversari sono dotati di armi leggere e pesanti, come mitragliatrici e lancia missili, e rimarranno molto spesso nascosti dai muretti presenti nel livello, ma se feriti in maniera grave, non si preoccuperanno di effettuare attacchi Kamikaze capaci di annientarci in pochi istanti: in questo caso dovremo avere il sangue freddo di mirare e colpire la mina vagante prima dell'impatto. Ma solo una volta sconfitti entreremo nel vero fulcro del gioco. La seconda orda è composta da tre enormi robot, capaci di lanciare missili e proiettili devastanti, in grado di porre fine all'esistenza del protagonista in un sol colpo. La loro posizione triangolata all'interno della mappa renderà inoltre impegnativa la ricerca di una buona copertura, che ci permetta di evitare il fuoco e colpire il nemico. Una buona tattica è quella di riuscire a colpire nei primi istanti i missili lanciati dalle macchine, in modo che la loro esplosione faccia il lavoro sporco al posto nostro. Alcuni di loro, poco prima di essere eliminati, entreranno in modalità Bersek: l'unico modo per farli fuori senza essere colpiti dalla pioggia di proiettili che ci lanceranno addosso sarà sfruttare l'abilità di muoverci ad alta velocità: il Bullet Time ci permette di mirare ai punti deboli dell'avversario in tutta tranquillità, ma anche qui la prontezza di riflessi sarà un requisito fondamentale, visto che l'ARS offrirà il potenziamento solo per un breve intervallo, prima di surriscaldarsi e riportaci alle condizioni iniziali. Al terzo round nuovi nemici metteranno alla prova la nostra buona mira: questi androidi attaccheranno Sam da distanze ravvicinate con una trivella, inoltre con il loro lanciafiamme faranno andare in tilt la nostra tuta ARS, annullando tutte le possibilità di utilizzarne le sue caratteristiche. Un buon metodo per eliminarli rimanendo incolumi è essere estremamente dinamici, preferendo il fuoco a distanza rispetto ad scontri ravvicinati, in cui avremo decisamente la peggio. Al quarto turno ci toccherà affrontare un nuovo tipo di androide, capace di lanciare bombe a grappolo: un'insidia non da poco se non si presta ben attenzione ai nostri spostamenti, mentre ritornerà una vecchia conoscenza della prima demo: due enormi veicoli "bipedi" corazzati compariranno nell'area. Potremo facilmente sfruttarli a nostro favore, eliminando i nemici posti al comando, ed usando poi la mitragliatrice in dotazione per sbarazzarci più facilmente degli ostili ancora presenti. Se sarete sopravvissuti a tutto questo, dovrete solo affrontare l'ultimo turno, in cui verrà proposto un mix di tutto quello visto fino ad ora: rapide coperture, scatti repentini e fasi al ralenty saranno le uniche carte valide per completare la sfida e portare a casa il risultato.

Vanquish Questa seconda Demo di Vanquish conferma tutte le ottime impressioni ricevute in precedenza dal titolo Platinum Games. Mostrando dinamiche decisamente più avanzate rispetto a quelle della prima versione pubblicata da Sega, lo shooter si rivela si frenetico quanto mai, ma questo guscio di pura azione è sorretto da una forte componente strategica, capace di offrire diverse alternative alla gestione degli scontri da parte del giocatore. Magari la curva di difficoltà può salire fin troppo rapidamente, lasciando molto spesso spiazzati: un piccolo neo che potrebbe sconfortare i giocatori più impazienti, ma una volta presa familiarità con i comandi e con l'impalcatura del gameplay, l'esperienza riesce a coinvolgere ed entusiasmare a livelli raramente raggiunti in questa generazione.

Che voto dai a: Vanquish

Media Voto Utenti
Voti totali: 228
7.8
nd