E3 2011

Hands on Wii U Tech Demo

Le tech demo di Wii U presentate da Nintendo a questo E3 2011

hands on Wii U Tech Demo
Articolo a cura di
Adriano Della Corte Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Los Angeles - Nintendo, nella sua corsa per realizzare una nuova piattaforma che possa essere apprezzata da una fascia di pubblico ancora più vasta di quella che ha abbracciato Nintendo Wii, ha annunciato Wii U, nuova console di prossima generazione in arrivo nel 2012. Un annuncio che, lo ammettiamo, ci ha lasciato inizialmente spiazzati. Nintendo, in occasione dell'E3 2011, ha infatti voluto focalizzare tutte le attenzioni solo ed esclusivamente sul controller del nuovo hardware - una novità assoluta sul mercato con il suo schermo da 6 pollici. Nessuna informazione né sui componenti dell'hardware, né su di una line-up ufficiale (escludendo gli annunci di alcuni titoli in arrivo anche su Xbox 360 e PlayStation 3, e la promessa di un nuovo Smash Bros).
Sullo showfloor di Big N all'E3 la compagnia ha voluto offrire poi un assaggio delle funzioni del controller Wii U, con una serie di demo - o "esperienze" come sono state definite da Reggie Fils-Aime - che hanno aperto una finestra su quanto potremo aspettarci dalla nuova home console.

Giardino Giapponese

La prima tech demo testata riproduceva uno splendido giardino giapponese attraverso gli occhi di un piccolo passero. Sul grande schermo questa dimostrazione video ha permesso di assaporare le capacità HD di Wii U (prima console Nintendo in assoluto a supportare il rendering grafico a 1080 p). I riflessi dell'acqua, gli agenti atmosferici come vento e neve e le luci rasentano la perfezione, sebbene qualche piccola imprecisione non manchi nella texturizzazione di alcune superfici. Tutte sbavature di poco conto mentre osserviamo volare petali di ciliegio, ed il piccolo uccellino sorvola quest'angolo di paradiso zen. Mentre sul televisore venivamo incantati dalla potenza grafica di questa tech-demo, sul piccolo schermo del gamepad potevamo osservare a 360° il giardino. Tenendo premuto il grilletto destro, e muovendo contemporaneamente il controller attorno a noi, è stato possibile esplorare visivamente l'ambiente, realizzato con una qualità grafica ben superiore a quella di Nintendo Wii.

Chase Mii

Oltre alla mera potenza grafica, la nuova console promette di offrire un'esperienza di gioco totalmente differente da quanto visto fino ad oggi nei salotti di ogni giocatore. Una di queste possibilità ci viene mostrata con Chase Mii, un minigioco in cui i quattro partecipanti - i cui Mii sono vestiti come dei Toad - devono catturarne un quinto, che impersona Mario. Dopo aver dato una manciata di secondi a Mario per trovare una posizione sicura, i Toad devono osservare sullo schermo TV il vasto labirinto che si staglia loro davanti, e muoversi utilizzando i Wiimote. Il fuggitivo invece può sfruttare lo schermo del controller Wii U per non farsi scovare: sarà l'unico, infatti, a poter avere una visione globale dei movimenti degli altri giocatori, grazie ad una mappa visualizzata in un riquadro sul display del gamepad.
Sebbene il minigame risulti molto semplice nelle dinamiche, appare molto divertente, soprattutto poichè giocato in compagnia. I Toad dovranno comunicare a voce la posizione di Mario, mentre quest'ultimo dovrà mantenere nervi saldi per evitare di essere accerchiato dai suoi inseguitori. Semplice, ma dannatamente efficace!

Battle Mii

Un'altra esperienza multiplayer con Wii U ci è stata offerta tramite Battle Mii, uno shooter in cui tre giocatori impersonano Samus Aran in un'arena chiusa, sfidandosi all'ultimo raggio laser. Due partecipanti impugnano il Wiimote per muoversi e puntare, mentre il terzo, con il gamepad Wii U, controlla i movimenti della navetta spaziale della celebre cacciatrice di taglie intergalattica. Il sistema di controllo dell'astronave si basa sullo sfruttamento del giroscopio interno: ruotandolo intorno a noi cambieremo la direzione in cui punta l'astronave.
Anche questa dimostrazione risulta particolarmente efficace nel mostrare le infinite possibilità di utilizzo del controller Wii U ner modulare l'esperienza multigiocatore.

Super Mario Bros. Mii

Anche l'idraulico baffuto ha voluto proporsi per la nuova console Nintendo, in una demo in cui viene mostrata la capacità di streaming video in tempo reale del Wii U. Super Mario Bros Mii è una build del platform bidimensionale uscito su Nintendo Wii. In questa versione, oltre a Mario, Luigi, e ai due Toad, è possibile vestire i panni dei propri Mii. Le meccaniche di gioco sono rimaste invariate ma il giocatore in possesso del controller Wii U può comodamente giocare guardando l'azione sullo schermo del pad. La trasmissione video avviene in tempo reale, senza alcuna latenza: l'esperienza di gioco è dunque identica a quella tradizionale, fruita tramite lo schermo del nostro salotto.

Shield Pose

La demo realizzata per mostrare le funzionalità della "Shield Pose", ovvero l'utilizzo del controller Wii U posto dinanzi a noi come fosse uno scudo, ci ha visto parare delle frecce lanciateci da una ciurma di pirati fantasma. Un po' come nei minigiochi di Rhythm Heaven, questa dimostrazione richiedeva di andare a ritmo con la musica, per riuscire a parare i dardi lanciati dai nemici. Il capitano della nave incitava i suoi, indicando la direzione di tiro tra destra e sinistra, alto o basso: il giocatore doveva muovere in tempo il controller nelle direzioni indicate per bloccare le frecce visualizzate sullo schermo del pad. Un'esperienza di gioco semplice ma divertente, che culmina nella fase finale del livello, in cui abbiamo dovuto agitare a ritmo di musica il tablet Nintendo, come se fosse una maracas, per caricare il colpo finale e sconfiggere i pirati.

Ghost Recon Online

Nell'area dedicata al Wii U sullo showfloor Nintendo c'è stato spazio anche per presentare Tom Clancy's Ghost Recon: Online, titolo di Ubisoft annunciato poche settimane fa per Personal Computer e ora in arrivo anche per la nuova console Nintendo. Il titolo, uno shooter bellico strategico incentrato esclusivamente sul multiplayer, sfrutta su Wii U le caratteristiche del pad per offrire un nuovo approccio ai combattimenti strategici militari. Il display del controller permette di modificare il nostro equipaggiamento, selezionando i vari componenti semplicemente toccandoli sul touch scren. Ma è soprattutto all'interno delle fasi giocate che il controller scopre tutte le sue carte. Lo schermo mostra la mappa di gioco, osservabile da diverse angolazioni semplicemente inclinando il dispositivo. Su di essa, tramite il semplice tocco, è possibile indicare alla nostra squadra un punto d'interesse, o inviare droidi da ricognizione per ricercare i nemici, evidenziati sulla mappa e sullo schermo della nostra TV. La demo, a dire il vero, non ci è apparsa propriamente adatta a mostrare le qualità tecniche di Wii U. Un frame rate instabile e texture a bassa risoluzione sullo schermo del gamepad mostravano i limiti di un prodotto forse realizzato con troppa fretta e non ottimizzato al meglio per garantire una discreta qualità visiva.

The Legend of Zelda

Non è un caso se abbiamo lasciato come chiusura di questa analisi la tech demo di The Legend of Zelda. Si tratta di una dimostrazione video non giocabile, costruita utilizzando lo stesso registro artistico di Twilight Princess. Questa presentazione risulta sicuramente quella che più di tutte è riuscita a stimolare le corde della nostra immaginazione. Nel filmato interattivo Link si ritrova ad esplorare una grande stanza di un tempio: all'improvviso un enorme ragno ci piomba davanti, e parte un acceso combattimento tra la gigantesca creatura ed il nostro eroe in tunica verde. Il giocatore può interagire con la sequenza filmata attraverso alcuni pulsanti visualizzati sul display touch del controller Wii U. Si può invertire il giorno con la note, in modo che la luce filtrata dalle finestre dell'androne venga sostituita dal fuoco tremolante delle torce disposte nella stanza. L'uso di luci dinamiche modifica nettamente l'ambiente di gioco, che si trasforma in maniera sublime davanti ai nostri occhi. Un altro tasto permette di cambiare la posizione della telecamera, così da guardare la scena da diverse angolazioni; o ancora, è possibile scambiare tra lo schermo TV e quello del pad le immagini in-game e l'HUD: anche sul piccolo display da 6 pollici la scena rimane decisamente affascinante. La demo di The Legend of Zelda su Wii U dimostra finalmente come l'alta definizione possa contribuire a valorizzare degnamente i grandi classici della compagnia. C'è un nuovo Zelda in cantiere per Wii U? Questa tech demo purtroppo non lo può confermare, ma di sicuro ci permette di immaginare come possano apparire le prossime avventure di Link.

Scheda Wii U Siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalle demo tecniche di Wii U. Certo, ben lungi da presentare offerte ludiche complete, le "esperienze" che vivremo da qui ad un anno con la nuova console Nintendo sembrano essere molteplici e tutte davvero originali. Oltre ad esplorare nuovi livelli di interazione, la nuova console sfoggia un comparto tecnico che finalmente di attesta sugli standard odierni. Ovviamente attendiamo con trepidazione l'occasione in cui Nintendo mostrerà i primi titoli.