Hands on World of Tanks Blitz

Provata la closed beta di World of Tanks in versione mobile

hands on World of Tanks Blitz
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Se si vuole convincere i videogiocatori di un free-to-play a mettere mano al portafoglio ed acquistare potenziamenti o nuovi oggetti, bisogna essere onesti proprio con i videogiocatori, mai cercare di ingannarli.
Se li si ascolta senza preconcetti si possono ottenere consigli utili su quale direzione intraprendere per espandere il titolo, ma è ugualmente importante ascoltare quelli che il gioco lo snobbano, non lo scaricano o non lo conoscono.
Morale della favola: a Wargaming ha fruttato moltissimo il debutto su console con la versione Xbox 360 di World of Tanks, ma in potenza potrà dare maggior risalto alla causa del free-to-play bielorusso l'imminente conversione per dispositivi mobile Apple e Android World of Tanks Blitz.
Un anno fa era prossimo alla versione alpha, mentre quando lo abbiamo incrociato nuovamente l'altro giorno a Parigi esso si trovava sul finire della closed beta. Non sarà lanciato in tempi brevi, ma la qualità è già discreta anche se deve scontare una fisiologica riduzione rispetto alla versione PC.

Mobilize!

World of Tanks Blitz propone un approccio totalmente nuovo alle battaglie tra carri armati. Condivide ben poco con la versione PC: non certo l'eccellente motore grafico, né gli stessi server (ne avrà di propri anche per supportare il multiplayer via 3G), neppure il sistema di controllo, men che meno il ritmo di gioco.
L'aspetto tecnico tradisce la necessaria riduzione, ma solo una volta preso parte ad una battaglia si capisce quanto le regole siano cambiate: le partite non durano mai più di 5 minuti, il numero massimo di carri armati é di 7 per fazione e le distanze nelle mappe si fanno pericolosamente vicine.
Il level design è la prima caratteristica ad uscire ridimensionata, con notevoli ripercussioni sul level design delle mappe. Nelle due in cui abbiamo potuto giocare (un fortino nel deserto ed una stazione ferroviaria ai piedi delle Alpi) non abbiamo trovato arbusti ma solide pareti da sfruttare come copertura, dislivelli ridotti al minimo ed una eccessiva vicinanza tra le basi avversarie. Le opzioni tattiche si riducono, o meglio le nuove condizioni impongono al giocatore l'ideazione di nuovi approcci strategici al gameplay.

Per fortuna gli sconti rispetto alla formula su PC sono minimi quando si parla del sistema di controllo. Benché i touch screen capacitivi non posseggano la precisione del mouse, World of Tanks Blitz offre ugualmente una facile e flessibile maneggevolezza del mezzo corazzato.
Si impugna il device in landscape, posizionando il pollice sinistro sul joystick virtuale posto sul lato della schermata. Per aiutare il giocatore è stato introdotta un freccia visuale che mostra la traiettorie del proprio mezzo ad ogni cambio di posizione del dito, fornendo un feedback immediato sul movimento dei cingoli e sulla loro intensità di manovra; la freccia, infatti, parte dal proprio mezzo e si protende in avanti o indietro, curvando lateralmente per mostrare la direzione di avanzamento.
Tutto il resto della schermata - e soprattutto la metà destra - è deputata alla mira: basterà semplicemente far scorrere un dito della mano destra per muovere la propria torretta, cercando quindi di inquadrare il nemico, possibilmente anticipandone le mosse. Sempre sul lato destro sono poi disponibili tasto di fuoco e lo zoom, quest'ultimo rappresentato da un'icona che mostra un binocolo e che risulterà utilissimo per cercare di colpire gli avversari a grande distanza.
Sopratutto per un tablet da 7" quale l'iPad Mini la schermata appare forse troppo congestione dal momento che accoglie tutte le icone visualizzate sul monitor del PC e anche qualcuna in più (lo slider per ruotare il carro armato di 180 gradi).

World of Tanks Blitz Semplicità, velocità e mobilità. World of Tanks Blitz si presenta come una versione pesantemente modificata del F2P giocato da 80 milioni di persone su Internet. Le riduzioni si sentono sopratutto nel numero di opzioni e nell'organizzazione degli scontri multiplayer (scordatevi le sfide coi Bot. L'IA non funziona), mentre fortunatamente il sistema di controllo via touch screen è solo un pelino meno preciso di quello via mouse. A breve il titolo entrerà in fase di Open Beta, preludio ad un sicuro rilascio entro la fine del 2014.