Hands on WRC 4

La simulazione rallystica di Milestone in prova a Milano

hands on WRC 4
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • PSVita
  • Pc
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Celebrare Milestone non vuol dire per forza di cose osannare ogni singolo videogame sfornato dalla software house milanese, ma sottolineare come un gruppo di ragazzi sostenuti dalla passione per il game design siano riusciti con l'appoggio di un esperto imprenditore a farsi un nome nel campo dei racing game, curare per diverse annate simulazioni ufficiali di importanti competizioni sportive ed arrivare al quarto titolo su licenza WRC consecutivo. Perchè se all'evento stampa italiano sono stati invitati anche alcuni giornalisti stranieri, ben assortiti come nazionalità ed immediatamente sodali con i rappresentanti del team di sviluppo, vuol dire che in qualche modo ce l'hai fatta!
WRC 4 arriverà il 25 Ottobre su PC, Xbo 360, Playstation 3 e Playstation Vita. La parola d'ordine quest'anno è realismo, dopo che i fan hanno bocciato abbastanza severamente le stravaganze dell'anno passato e attaccato sopratutto l'aspetto tecnico: Sébastien Pellicano, il game director di origine francese, ha fatto tesoro di queste critiche, ha imposto agli sviluppatori di ripartire da zero in certi comparti e tirato a bordo Lorenzo Bertelli, pilota professionista di rally con la Fiesta RRC.

Piloti e copiloti

In 12 mesi appena di sviluppo il team ha potuto solamente rifinire le modalità già presenti nell'episodio precedente. L'esperienza single player si compone anzitutto di una Modalità Rally in cui disputare gare veloci, selezionando il numero dei giorni di competizione (1 solo o più realisticamente 3 giorni, come avviene di norma ad ogni tappa del campionato WRC), così come disputare un intero Campionato potendo settare a piacimento un gran numero di opzioni.
Giocando da soli il piatto forte è naturalmente la Carriera. Rispetto a WRC 3 Milestone ha preferito non calcare troppo la mano sulla personalizzazione e sull'originalità delle corse proposte, preferendo quell'approccio realistico di cui si parlava in apertura. Una bella notizia?
La filosofia dietro la carriera di quest'anno ruota attorno al pilota e alla sua vita: in maniera simile al World Tour di Virtua Tennis, il giocatore non è tenuto soltanto ad interagire a bordo della vettura bruciando sul tempo gli avversari, ma anche gestire con oculatezza il dietro le quinte. Grazie a numerosi ambienti 3D costruiti ex novo, è possibile sedersi comodamente nel proprio ufficio e selezionare dal computer portatile i contratti migliori, le gare in cui ci sentiamo più forti e relazionarci con gli sponsor; poi si scendere in officina, dove il proprio team di ingegneri e meccanici lavora sulle componenti dell'auto e ci aiuta a selezionare i pezzi migliori, assemblandoli armonicamente sotto il cofano. Forte è la componente multiplayer, integrata ottimamente in ogni ambito di gioco sotto forma di leaderboard costantemente aggiornate. Quando si gareggia con amici "reali", invece, si può scegliere tra l'Hot Seat, la felice novità di WRC 3 in cui fino a 4 giocatori si alternano dinnanzi allo schermo e competono in maniera asincrona per stabilire il miglior tempo. Ma ovviamente il cuore è l'online, il quale letteralmente trabocca di possibilità mettendo difatti a disposizione lo stesso ventaglio di opzioni della Modalità Rally.

Playstation Vita

Come l'anno passato, WRC 4 è in arrivo anche su Playstation Vita. Solo che in questo caso la versione portatile è assimilabile alla controparte casalinga per novero di modalità. Anche l'online è stato potenziato a dovere, portandolo a un massimo di 6 giocatori contemporaneamente.
Abbiamo provato una versione dimostrativa con il solo Rally di Sardegna ed abbiamo notato una buona fluidità, anche se il colpo d'occhio e la fisica delle vetture non sono affatto paragonabili alla versione Playstation 3.

Current gen e next gen

Conosciute nel dettaglio le modalità a disposizione, siamo saltati immediatamente a provare con mano il gioco. Con nostra somma gioia abbiamo potuto testare con mano tutte le versioni di prossima commercializzazione, scegliendo anche tra pad PS3 o 360 e volante su PC. La versione computer stacca nettamente tutte le altre, sopratutto in termini di effetti particellari ed illuminazione. In effetti Milestone ha voluto curare con la giusta efficacia il Daylight system, ipotizzando condizioni metereologiche e cicli giorno-notte tali da essere coerenti con il luogo ove si svolge la gara: perchè la Sardegna insomma non è la Svezia! Oltretutto qualora disputaste una competizione su 3 giorni vi accorgerete di come l'esperienza su pista possa variare notevolmente: gareggiando al mattino sarete molto probabilmente avvolti da una nebbiolina, mentre al tramonto farete i conti con i riflessi sul vetro dell'abitacolo.
Playstation 3 e Xbox 360 in questo caso mostrano evidenti segni della propria anzianità e se il PC può ovviare ad alcune texture un po' slavate e modelli poligonali del pubblico un pochino decrepiti con modelli di vetture più nitidi e una maggiore reattività del motore grafico (lo Spikengine, lo stesso di WRC 3), le due console arrivano alla prova con il fiato decisamente più corto. Si compensa leggermente in fluidità, con un frame rate per tutte le piattaforme superiore ai 30 fps e sopratutto costante: il giocatore può così esprimere liberamente la propria esplosività al volante della vettura, gareggiando su tracciati molto differenti tra loro e provando con notevole realismo l'esperienza di guida rallystica.
Il nostro hands-on ha visto come compagno di strada il T500RS, il volante ufficiale di Gran Turismo 5, che ci ha fatto provare più di un brivido nella gestione dello sterzo e qualche contraccolpo per via del marcato force feedback. Cambio semi-automatico però: eggià siamo dei niubbi!

A margine della prova su strada abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Sébastien Pellicano, uno dei veterani di Milestone, al comando del team WRC sin dall'esordio. Egli ci ha rivelato come il team stia già effettuando dei test sui dev-kit di Playstation 4 e Xbox One, lasciando intendere che il capitolo del prossimo anno potrebbe arrivare anche su next gen. Abbiamo provato ad incalzarlo chiedendogli qualche sensazione o impressione a seguito di questi test, ma essendo ancora tutto work in progress non abbiamo strappato alcunchè di significativo.
Piuttosto interessante, invece, l'apertura alla realtà virtuale, che di questi tempi coincide con Oculus Rift. In questo caso Pellicano ritiene che la fluidità massima (60 fps) sia un requisito irrinunciabile e quindi in futuro tutte le versioni che supporteranno tale visore dovranno per forza settare nuovi livelli di fluidità. Questa ovviamente non è una conferma del fatto che WRC 5 supporterà la tecnologia Oculus, ma a Colonia abbiamo già visto come iRacing.com stia già cercando di implementarla!

WRC FIA World Rally Championship 4 WRC 4 promette realismo e un'attenzione maggiore verso la dimensione rallystica, senza ricercare stravaganze o modalità originali, cassate apertamente dai fan della disciplina. Lavorando sul comparto tecnico (anche se i risultati ci sembrano limitati) e sulle campionature audio, Milestone si appresta a distribuire il 25 Ottobre un'esperienza corsistica solida su PC, Playstation 3, Xbox 360 e Playstation Vita. Durante l'evento di presentazione italiano abbiamo potuto effettuare solamente una manciata di test, ma a brevissimo saremo in grado di offrirvi sensazioni più puntuali circa il gameplay grazie al codice preview in dirittura d'arrivo in redazione!

Che voto dai a: WRC FIA World Rally Championship 4

Media Voto Utenti
Voti totali: 24
7.6
nd