Intervista Borderlands 2 - Randy Pitchford

A tu per tu con Randy Pitchford

intervista Borderlands 2 - Randy Pitchford
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • PSVita
  • Pc
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

In occasione del nostro incontro ravvicinato con Borderlands 2, si cui vi raccontiamo approfonditamente in questo articolo, noi di Everyeye.it abbiamo avuto modo di scambiare quattro chiacchiere con Randy Pitchford CEO e presidente di Gearbox Studio. Dotato di una personalità scoppiettante (in molti ricorderanno l'annuncio di Duke Nukem Forever) e visionaria, Randy ha risposto alle domande generiche sul mercato videoludico e sul nuovo prodotto della software house, che come abbiamo già sottolineato si presenta in ottima forma (chi vi scrive reputa il prodotto uno dei possibili candidati al titolo di Gioco dell'Anno). E' emerso qualche intrigante dettaglio sulla visione creativa del team e su quello che possiamo aspettarci dopo il rilascio di Borderlands 2.

Everyeye.it: Ricordo ancora la prima volta che mi fu presentato l'originale Borderlands, alla Gamescom di molti anni fa. A di là del concept di gioco, tutto era diverso, ed il look sembrava molto più standard. Come mai avete deciso di cambiare registro stilistico?

Randy: Beh, proprio perchè molte persone hanno ritenuto poco incisiva quell'impostazione. Come team di sviluppo il nostro obiettivo è sempre quello di proporre un concept che sia vistoso e creativo su tutti i fronti, anche quello visivo. Ma con Borderlands stavamo davvero rischiando molto, proponendo di fatto un miscuglio di generi completamente nuovo. Quindi, nonostante l'idea del Toon Shading fosse stata di fatto vagliata fin dall'inizio, nelle prime fasi di progettazione avevamo optato per un engine più classico, a cui il pubblico di riferimento sembrava sicuramente più abituato. E' stato un bene che alla fine sia stato deciso di rischiare fino in fondo, con una virata di stile che ci ha riportato vicini al nostro concept originale.

Everyeye.it: Cosa pensate che possa offrire Borderlands 2 a questo mercato?

Randy
: Borderlands 2 è ovviamente un seguito, e quindi recupera la formula del suo predecessore. Una formula che era, per come la vediamo, molto originale, e che ha contribuito a scolpire i tratti di un nuovo genere. Una sorta di "First Person Role Play Shooter". Ma il secondo capitolo non potenzia semplicemente la struttura e la quantità di materiale offerta all'utente. Potenzia il divertimento. Borderlands 2 è un titolo frenetico, divertente da giocare, pieno di dettagli umoristici, con una sceneggiatura brillante e colma di battute, una sana cattiveria un po' sadica, ed un po' di "effetto nostalgia" per chi ha spolpato il primo capitolo. Credo sia importante un approccio del genere in un momento in cui le grandi produzioni si concentrano soprattutto su altri aspetti. In definitiva: cosa offre Borderlands 2? Divertimento Puro.

Everyeye.it
: Dopo l'uscita del primo Borderlands il team creativo non si è mai fermato, ed ha rilasciato una serie di DLC da Oscar. Erano tutti stupendi: proponevano qualcosa di diverso dalla solita esperienza ed erano vasti e ben strutturati. Possiamo aspettarci qualcosa di simile per Borderlands 2?

Randy
: Ti ringrazio per i complimenti. I DLC di Borderlands sono stati importantissimi per noi: crediamo veramente di aver settato uno standard, e abbiamo un ottimo primato. Siamo ancora il titolo che ha la più alta percentuale di DLC venduti in rapporto alla base installata. Questo risultato è stato ottenuto grazie all'entusiasmo del team, che dopo il rilascio del gioco aveva ancora qualcosa da dire e idee da mettere in atto. Attualmente ci stiamo concentrando sul nuovo capitolo senza strategie precise per il futuro, ma i ragazzi di Gearbox sono un vulcano di idee, quindi credo proprio che sia possibile che anche per Borderlands 2 arrivino DLC interessanti.
Uno in verità è già stato annunciato: circa un mese dopo il rilascio del gioco, vi proporremo una nuova classe da giocare: il Necromancer. Per chi effettuerà il pre-ordine questa classe sarà totalmente gratuita. Non abbiamo potuto includerla perchè l'idea ci è venuta con lo sviluppo già avviato, ma vogliamo considerare questo Add-On un regalo per tutti coloro che dimostreranno il loro affetto nei confronti della saga.

Everyeye.it: Cosa puoi dirci della versione PC? Avete puntato molto sull'ottimizzazione, cosa dobbiamo aspettarci?

Randy
: La versione PC è sicuramente eccezionale, ma non vorrei che passasse l'idea che le edizioni console sono da meno. Il team ha lavorato attentamente sugli hardware Sony e Microsoft per ottenere il meglio, e tutte le versioni sono state sviluppate parallelamente. Ognuna ha le sue specificità, ad esempio l'edizione Ps3 ha un ottimo sistema di memorizzazione delle texture, che reputo eccezionale. Però certo: i giocatori PC saranno ben contenti di come abbiamo lavorato: abbiamo ricevuto molti Feedback dopo il rilascio del primo capitolo, e l'edizione Personal Computer sarà fortemente ottimizzata, con Texture in altissima risoluzione, e pensata per soddisfare le necessità di tutti gli hardcore gamer con una configurazione prestante.

Everyeye.it: Avete potenziato l'infrastruttura per il multiplayer. Potete dirci qualcosa in più a riguardo? Sono o saranno previsti momenti PvP?

Randy
: Borderlands 2, così come il primo capitolo, è un titolo sostanzialmente pensato per la co-op. In ogni momento due utenti possono sfidarsi, penso che questo aspetto faccia parte dello spirito goliardico del titolo, ma non ci saranno modalità competitive. Oltre ad introdurre il multiplayer drop-in drop-out abbiamo inserito questa possibilità anche per chi deciderà di giocare in Split Screen. Se un amico vi raggiunge a casa e vuole unirsi alla vostra partita, è sufficiente che prema start sul joypad e lo schermo si taglierà in due per ospitarlo. Anche giocando in Split Screen, inoltre, potrete connettervi online: il matchmaking cercherà altri due giocatori e potrete creare una squadra completa.

Everyeye.it: Una domanda generica prima di chiudere. In rete si rincorrono molti rumor sulle nuove generazioni di console. Cosa credi che potranno portare? Solamente un'innovazione tecnica e tecnologica, o qualcosa in più? Cosa pensi ad esempio del Cloud Gaming?

Randy
: Per definizione, tutto quello che è Hardware è tecnico. Il progresso legato all'uscita di un nuovo Hardware, quindi, è progresso tecnico. Personalmente sono molto eccitato e incuriosito da questo tipo di progresso, e penso che sia sempre entusiasmante lavorare con nuove tecnologie e nuove architetture. Però ovviamente nei prossimi anni ci dovremo aspettare un'enorme evoluzione di tutto quello che riguarda connettività e supporti di memorizzazione remoti. Sono convinto che tutto questo avrà un'influenza molto positiva sul mercato videoludico.

Che voto dai a: Borderlands 2

Media Voto Utenti
Voti totali: 210
8.8
nd