E3 2013

Intervista Destiny

Al booth Activision Everyeye.it ha intervistato Lars Bakken, leader design di Destiny

intervista Destiny
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • PS4
  • Xbox One
 Roberto de Luca Roberto de Luca scopre il meraviglioso mondo dei videogame quando nel 1996 suo padre gli regala una Playstation nuova fiammante. Grande appassionato di qualsiasi cosa riguardi gli zombie, adora gli sparatutto in soggettiva, i tatuaggi ed il buon vino. Lo potete trovare su Facebook e su Google Plus.

Allo stand Activision dedicato alla nuova IP di Bungie, Destiny, abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Lars Bakken, Lead Design del gioco. Pur non potendosi sbottonare troppo, a causa della relativa segretezza che avvolge il titolo, lo sviluppatore di Bungie ci ha raccontato com'è nato lo sviluppo di Destiny, quali sono state le principali fonti d'ispirazione, finendo per descrivere le sue impressioni sulla next-gen e sulle sempre più frequenti interazioni con il supporto mobile.

Interview

Bene Lars, sappiamo che in Destiny sarà possibile scegliere una tra le tre classi disponibili. Ce ne vuoi parlare?
Certo. Ci sono tre diverse classi in Destiny: il Titan, il Warlock e l'Hunter, ognuna delle quali possiede attributi unici, che incideranno molto sul gameplay, anche se al momento non possiamo svelare ulteriori dettagli. Sappi però che ogni classe dispone di una super-abilità, che potrà essere utilizzata liberamente in uno specifico arco di tempo. Il Titan ad esempio potrà saltare e scagliarsi con tutta la sua potenza sul terreno, impattando con una potenza devastante. Il Warlock invece, avrà dalla sua la possibilità di creare una sfera di energia che funge da bomba ad innesco, che potrà essere lanciata contro i nemici, mentre l'Hunter potrà utilizzare un'arma capace di sparare più colpi contemporaneamente o caricare un singolo proiettile in grado di provocare ingenti danni. Queste sono solo alcune delle caratteristiche specifiche di ognuna classe, ce ne saranno molte altre, ma non siamo ancora pronti per parlarne.

Destiny è senz'altro un progetto molto ambizioso. Qual è stata la fonte d'ispirazione principale che ha dato il via allo sviluppo?
Non c'è mai stata un'unica fonte d'ispirazione; posso dire che ovunque mi girassi riuscivo a trovare qualcosa che avrei voluto inserire nel gioco. Molte delle persone che lavorano per Bungie sono dei grandi appassionati di fantascienza e di fiction sci-fi, hanno letto parecchi libri di genere fantasy e conoscono nel dettaglio questi universi immaginifici. Personalmente posso dirti che i film di Blade Runner e la saga di Alien mi hanno aiutato molto a porre le basi per il progetto Destiny, ma anche alcuni libri come The Hunger Games, la saga de Il Trono di Spade di Martin ed i principali racconti di Asimov. Questo incredibile mix di idee e ambientazioni ha senz'altro contribuito alla corretta crescita del mondo di gioco che, come abbiamo detto più volte, "vivrà" per 10 anni: questo vuol dire che anche lo sviluppo narrativo sarà dotato di una profondità mai vista prima d'ora.

Ci saranno differenze evidenti tra le versioni current-gen e quelle next-gen? 
Non posso parlarne al momento, anche perché non sono un tecnico (ride), ma posso dirti con sicurezza che il comparto visivo sarà quello che maggiormente cambierà tra le due versioni. Le risoluzioni delle texture, la qualità delle ombre, su cui stiamo lavorando moltissimo, e gli effetti grafici saranno i principali fattori che determineranno il passaggio dall'attuale generazione alla prossima. Ma Destiny sarà un gioco eccezionale su qualsiasi piattaforma, proprio quello che ci si aspetta da un gioco Bungie. 

Cosa ci puoi dire riguardo possibili interazioni ludiche con i device mobile più comuni, quali tablet o smartphone?
Abbiamo discusso a lungo su questa possibilità, soprattutto nei primi tempi in cui abbiamo iniziato a parlare pubblicamente di Destiny. Non possiamo ancora parlarne, ma sicuramente avremo tanto altro ancora da mostrare al pubblico prima dell'uscita del gioco. Di sicuro è una possibilità interessante quella di partecipare al gioco anche se non si è propriamente davanti il televisore: immagina un tuo amico in classe che da una sbirciata veloce al proprio smartphone, magari chiedendo di soppiatto come sta proseguendo la vostra missione, è emozionante! Non posso dire altro per ora, ma aspettatevi grandi cose sotto questo punto di vista in futuro. 

Cosa ne pensi della della next-gen? Sei emozionato all'idea di poter lavorarci su?
E' semplicemente incredibile. Se hai visto la demo di Destiny puoi ben immaginare cosa sia possibile fare con un hardware di nuova generazione. Le console (PS4 e Xbox One) sono incredibili e nascondono un potenza ancora tutta da scoprire, che già adesso ci ha permesso di portare alla luce quello che abbiamo sempre desiderato fare, ma che in un modo o nell'altro non ci è mai stato permesso a causa di evidenti limitazioni tecniche. Il nostro engine è stato creato per supportare diverse piattaforme, ma non saprei dirti se Destiny sarebbe stato pensato allo stesso modo senza le possibilità offerte dalla next-gen. Di sicuro siamo eccitati di lavorare su qualcosa di completamente nuovo, così come lo sono tutti i nostri colleghi, e daremo il massimo affinché l'esperienza di Destiny possa risultare stimolante ovunque la si provi.

Che voto dai a: Destiny

Media Voto Utenti
Voti totali: 208
7.9
nd