Hearthstone Adesso online

Seguiamo in diretta la finale del Winter Championship!

Intervista Digicomics

Intervista a Gianfranco Cordara, Managing Editor New Media per Disney Publishing Worldwide

Articolo a cura di

L’idea Digicomics, l’abbiamo ricordato più volte sulle pagine di Everyeye.it, ha un cuore tutto italiano.
Punto di collegamento e insieme di snodo fra media agli antipodi, in questo primo anno di vita i Digicomics hanno incrociato un successo straordinario, anche in Paesi non particolarmente ricettivi nei confronti del nuovo, soprattutto se digitale.
Con la recentissima introduzione su App Store del primo digicomics relativo ad Epic Mickey ed un catalogo che ormai consta di decine e decine di storie traghettate dalla carta ai touch screen dei dispositivi Apple (ma anche su Sony PSP), abbiamo avuto modo di scambiare quattro chiacchiere con Gianfranco Cordara, Managing Editor New Media per Disney Publishing Worldwide, per meglio inquadrare un fenomeno che potrebbe dare nuova linfa non solo al mercato ma anche alla percezione dei fumetti in seno al grande pubblico.

Intervista

Everyeye:
L’editoria mobile made in Disney. Da dove nasce l’idea?
Cordara:
Il progetto prende forma in Italia, nel 2008. La questione verteva su due punti: conciliare l’immenso catalogo di storie Disney con le istanze della digitalizzazione del mercato editoriale e nel contempo escogitare nuove vie atte a riscrivere le spettanze dell’editoria classicamente intesa nell’era dell’informazione in formato digitale e soprattutto portatile.
Credo che si sia fatto davvero un ottimo lavoro.

Everyeye:
Dal punto di vista della distribuzione, App Store è stata sicuramente un’arma vincente. E’ prevista l’apertura ad altre piattaforme per il futuro?
Cordara:
Ovviamente non dobbiamo dimenticare Sony PSP. Per ciò che concerne App Store, le ragioni primarie affondano sicuramente nel successo della piattaforma e nel correlativo bacino d’utenza.
Nei prossimi mesi approderemo su anche altre piattaforme, perseguendo un percorso di globalizzazione distributiva che è da sempre nelle corde di Disney.

Everyeye:
Il range tariffario di un digicomics spazia tra i 0.79 e i 2.99€, con strascichi polemici che spesso insistono sul confronto col prezzo in edicola di Topolino.
Ci saranno novità al riguardo?
Cordara:
Ci stiamo lavorando. Perseguiremo la strada delle offerte (bundle formati da più storie) e della diversificazione contenutistica. I digicomics legati a Epic Mickey offrono già un’idea chiara di come potremo sfruttare il medium per offrire ancora più qualità all’utente finale. Si pensi ai web doc sullo sviluppo del gioco, alla graphic novel del gioco stesso, godibile gratuitamente.
Non dimentichiamoci inoltre lo sfruttamento intensivo di hardware estremamente versatili e potenti come quello di iPad per rendere ancora più interattive, dinamiche e vive le storie. L’evoluzione del fumetto, insomma, è solo agli inizi.

Everyeye:
Puoi sbottonarti sulle prossime storie in arrivo?
Cordara:
Purtroppo non posso rivelare molto, se non che affiancheremo molte più novità insieme alle riproposizioni delle storie classiche. Sarà un anno elettrizzante.