GCom11

Intervista The Secret World

Nuove informazioni da Ragnar Tørnquist, la mente creatrice dell'MMO The Secret World!

intervista The Secret World
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
Andrea Schwendimann Andrea Schwendimann nasce smontando un 486DX e divorando qualsiasi videogame da allora in avanti. Non ha resistito a nessuna piattaforma, appassionandosi a qualsiasi genere, pur prediligendo gli FPS, gli action-adventure, gli RPG e l'hardware da gaming in ogni declinazione. Lo trovate su Facebook, su Steam e su Google Plus.

A qualche giorno dal rilascio della Beta, pubblichiamo l'intervistafatta a Ragnar Tørnquist, Game Director di Funcom responsabile del concept di base e dell'originale storia di The Secret World. L'MMORPG ambientato in un presente dove miti e leggende vivono tra di noi ha suscitato un notevole interesse all'ultima fiera tedesca, dati i contenuti e le promesse davvero interessanti. E possiamo capire come mai, dato che Ragnar è la mente creatrice delle splendide avventure della saga The Longest Journey, acclamata in tutto in tutto il mondo per il particolare fascino dell'ambientazione. In questa intervista troverete quindi parecchie informazioni interessanti sulla struttura di The Secret World, come lo skill-system, la progressione del personaggio e il PvP.
Everyeye.it: Qual'è l'idea di base che ha portato alla creazione del concept di The Secret World, la vostra ispirazione?
Ragnar Tørnquist: Subito una domanda difficile - ride- perchè è davvero una storia lunga. La cosa più importante comunque è che Funcom ha sviluppato degli MMO in passato, Anarchy Online ed Age of Conan, e questa volta volevamo fare qualcosa di diverso. Allo stesso tempo sono sempre stato interessato ai miti e alle leggende, alle esoteriche teorie di cospirazione e all'immaginario magico del mondo reale, come il misticismo delle civiltà antiche e tutti quei misteri irrisolti nella storia dell'uomo. Combinando tutto questo abbiamo pensato che fosse un'ottimo setting per The Secret World, qualcosa di nuovo e fresco che nessun altro ha mai fatto. Anche le meccaniche di gioco riflettono questo approccio: non ci sono classi, nè livelli, ma solo un isstema skill-based che garantisce al giocatore un elevato livello di libertà nelle scelte di sviluppo del personaggio. Potranno infatti vestirsi come vogliono, giocare senza restrizioni e infine vivere nel nostro mondo esattamente come meglio credono: la totale libertà di progressione è quindi importantissima.

EE: Parlando di equipaggiamento, anche in questo caso avete scelto un approccio molto differente dato che i vestiti non alterano le abilità del personaggio. Come funzionerà quindi la progressione in questo senso?
RT: Buona domanda! Ci sono come avete detto i vestiti che potrete indossare come vorrete per decidere indipendentemente da tutto il look del vostro alter ego, ma che non migliorano le stat del personaggio. Jeans, hot pants, magliette, scarpe da ginnastica, stivali da combattimento, giacche in pelle e qualsiasi tipo di combinazione vi fornirà la stessa identica protezione. Ma ci sono altri tipi di equipaggiamento che serviranno alla progressione delle stat, come i molti tipi di armi presenti con differenti abilità e proprietà e quelli che chiamiamo i Chakra. Questi sono dei veri e propri innesti magici che potrete piazzare sul vostro corpo, sotto i vestiti, che aumenteranno l'Evade Rating, gli Hit Points o il danno e così via. Si otterrranno tramite il classico looting e le quest reward o anche tramite il crafting system che ancora non abbiamo svelato e che sostanzialmente garantirà un solido sistema econimico-commerciale insieme alla vera progressione delle statistiche.

EE: A proposito del fatto che non ci sarà alcun tipo di classe, nè la canonica progressione in livelli, come funzionerà quindi questo sistema libero basato sulle skill?
RT: Non ci saranno né livelli né classi. Potrete semplicemente acquistare le nuove skill spendendo i punti esperienza acquisiti. Quando guadagnerete questi punti esperienza tramite le quest, tramite l'esplorazione o uccidendo i nemici o ancora tramite il PvP avrete accesso a quello che abbiamo chiamato "Skill Wheel" dove potrete scegliere tra più di cinquecento poteri differenti per creare esattamente il vostro eprsonale stile di gioco. Potrete però equipaggiare contemporaneamente solo sette abilità attive e sette abilità passive in qualunque momento, cosa che andrà a creare ciò che chiamiamo un "Deck". Avere equipaggiato un Deck piuttosto che un altro permetterà di vivere esperienze diverse, avere incontri differenti nel mondo di gioco e affrontare altri nemici: in ultima analisi di sperimentare differenti contenuti! Sperimentare le diverse combinazioni e cambiarle spesso rende The Secret World davvero basato sulla libertà di scelta.

EE: Non ci sarà davvero alcuna restrizione nella scelta delle abilità, come skill tiers o requisiti specifici per ottenerle?
RT: Il punto è che dovrete progredire attraverso la Skill Wheel in ciò che chiamiamo "Cells", gruppi di abilità da comprare a partire dalla prima dall'alto per arrivare poi a quelle più potenti. Quindi ci saranno delle restrizioni per ovviare al bilanciamento, ma alla fine tutti potranno ottenere tutto, posto che si spenderà sufficiente tempo nel gioco. Quindi il punto centrale non sarà tanto possederle ma come combinarle.

EE: Data tutta questa libertà che i giocatori dovranno gestire e data anche l'assenza di classi e di livelli, non avete timore che perderanno il feeling della progressione dei personaggi?
RT: Assolutamente si: questo è un problema che ci siamo continuamente posti durante lo sviluppo perchè la progressione è importantissima in un MMO. Per questo ci sono molte cose che abbiamo implementato: prima di tutto le già citate abilità sbloccabili tramite l'esperienza e le scelte delle stesse per affrontare incontri e boss totalmente differenti l'uno dall'altro, usando lo stesso personaggio. Così facendo il giocatore sentirà di stare evolvendo, riuscendo a sconfiggere innumerevoli tipi di mostri. In secondo luogo l'equipaggiamento classicamente garantirà una sua personale progressione, grazie ai Chakra che modificheranno direttamente le statistiche dei giocatori. Inoltre abbiamo i "Faction Ranks". Inizierete dal grado più basso nella vostra fazione e dovrete salire di grado all'interno della stessa. Il totale speso dei vostri punti esperienza permetterà di sbloccare delle "Rank Missions", delle quest che permetteranno di scalare i livelli segreti dell'organizzazione a cui appartenete. Avremo anche delle ricompense puramente estetiche. Potrete vestirvi come vorrete ma molte quest e molti dungeon vi faranno ottenere vestiti esclusivi che, indossati, daranno subito l'idea agli altri giocatori delle imprese che avrete affrontato sinora. Avremo anche un sistema di achievement basatop anche sul lore di gioco che provvederà ad ulteriori ricompense. In definitiva ci sono un moltissimi aspetti che garantiranno al giocatore un pratico ed effettivo riconoscimento per il tempo che passerà nel mondo di The Secret World.

EE: Quindi qual'è la differenza tra i Faction Rank e i livelli tradizionali di un qualsiasi MMO?
RT: la differenza è che i Faction Rank riguardano esclusivamente i contenuti di gioco, mentre per tutto il resto il sistema rimarrà, come già detto, totalmente aperto.
EE: Parlando della struttura dei dungeon, cosa ci possiamo aspettarci in The Secret World?
RT: Abbiamo dungeon tradizionali istanziati in cui un gruppo di cinque persone affronterà un'avventura dall'inizio alla fine. In più abbiamo introdotto i "Lairs", ovvero dei dungeon outdoor, come grandi accampamenti o strutture con moltissime entrate e uscite in cui più gruppi di giocatori potranno interagire nello stesso momento.

EE: Ma quindi cosa sono quelle specie di barriere blu che abbiamo visto all'interno dei dungeon durante la presentazione?
RT: Quelli sono i Tier: ogni missione è suddivisa in più Tier e ciascuno di essi è come se fosse un "save point", quindi se avrete completato un Tier potrete abbandonare il gioco o andare a fare qualcos'altro per poi tornare alla missione o al dungeon ripartendo esattamente da dove l'avevate lasciato. Questo è stato introdotto perchè le quest in The Secret World saranno davvero molto più lunghe rispetto ad altri MMO e i giocatori potranno affrontarle a più riprese. Le side-quest avranno due o tre Tier ad esempio, mentre altre arriveranno fino a dieci o più.

 EE: Puoi dirci qualcosa riguardo ai mezzi di trasporto?
RT: Il mezzo più importante con cui viaggiare sarà attraverso Agartha (una ricchissima città che secondo le leggende si trova al centro della Terra - NdR). E' da tradizione "il mondo sotto il nostro mondo" e potrete ad esempio scendere una scalinata a Londra, entrare in Agartha e prendere uno dei passaggi magici per sbucare in Egitto o altrove. In questo modo non interrompiamo l'immersione del giocatore e anche il trasporto è perfettamente integrato con il setting del gioco. Ci saranno altri modi per spostarsi all'interno delle stesse locazionidi cui ancora non abbiam parlato, ma posso dire che non ci saranno veicoli, non sarete in grado di guidare una macchina per arrivare da qualche parte, lasciamo tutto questo ad altri giochi tipo GTA. Nel nostro gioco viaggiare è legato strettamente alla magia, come il teletrasporto e cose di questo tipo.

EE: Parlando del PvP, per come avete concepito le Warzone e i Battlefield siamo molto curiosi di vederli in azione. Il fatto che esistano tre fazioni invece delle canoniche due porterà, da quanto averte annunciato, alla possibilità di allearsi tra fazioni per spodestare quella che detenie il controllo di un'area. Come avete implementato il tutto a livello di gameplay?
RT: La cosa importante in questo caso è che le Warzone (PvP per gruppi fino a dieci giocatori) sono strutturate essenzialmente nella cattura e nel controllo di alcune porzioni della mappa che garantiranno dei bonus per l'intera fazione del server. E la cosa davvero interessante nell'avere tre fazioni è che non avremo mai un singolo schieramento dominante perchè i giocatori stessi potranno allearsi per sconfiggerli sul campo. In pratica se io sono un Illuminati e il mio gruppo detiene il controllo di una Warzone o di un Battlefield (zone PvP persistenti per gruppi più numerosi), vedremo gruppi differenti di Dragon e di Templar attaccare lo stesso bersaglio. Non sarete tuttavia in grado di avere gruppi misti nel PvP (ma ci saranno per tutta la parte PvE - NdR), ma non sarà raro vedere due gruppi di fazioni diverse mettersi d'accordo per sconfiggere il nemico coune e rinviare lo scontro fra loro al momento appena successivo

EE: Venendo alle ricompense per l'intera fazione derivanti dal PvP, puoi farci qualche esempio? In cosa consisteranno e per quanto tempo una fazione ne avrà il controllo?
RT: Ancora una domanda difficile -risata- perchè stiamo ancora decidendo esattamente i dettagli nei nostri beta-test. Non l'abbiamo rivelato a nessuno ancora ma uno di questi bonus aumenterà l'esperienza acquisibile da tutti i personaggi della fazione all'interno del server. Tuttavia stiamo calibrando ancora il sistema, soprattutto per quanto riguarda il tempo che ciascun bonus durerà.

EE: Ci saranno delle leaderboards o dei Ranked Match per il PvP?
RT: Si ci saranno. Sia nei Battlefield che nelle Warzone ogni personaggio aumenterà di rank, ma ancora non siamo pronti a rivelare i dettagli.

EE: Puoi dirci qualcosa riguardo alla struttura dei server?
RT: Ancora non possiamo rivelare troppo, ma non cis arà un grosso server unico come in altri titoli. Quel che posso rivelare è che ci sarà una lista tra cui scegliere, filtrata per fuso orario e lingua, ma stiamo lavorando per implementare anche una struttura cross-server ad esempio per il PvP. Torneremo a parlarne nei mesi a seguire.

EE: Ci sarà una traduzione italiana del gioco?
RT: Lanceremo il gioco in Inglese, Tedesco e Francese, ma purtroppo non in Italiano. E' difficile rilasciare un gioco di questo tipo per più lingue, soprattutto perchè ogni singola linea di testo sarà doppiata, ci saranno molte cutscene cinematografiche. Partiremo da queste tre lingue e poi rilasceremo eventualmente degli aggiornamenti opzionali per tradurre il gioco in un secondo momento.

EE: Che engine usa The Secret World?
RT: E' praticamente l'evoluzione del motore usato per Anarchy Online ed Age of Conan. Sapete che quest'ultimo è uno degli MMO più graficamente appaganti sul mercato (lo è davvero - NdR) e The Secret World beneficerà di una grafica ottimizzata e ancora più bella. Grazie all'esperienza già acquisita beneficierà inoltre di una tecnologia dei server molto stabile, che ha passato molti anni di testing e bug-fixing ed è già sfruttata in Age of Conan.

EE: Un'altra delle cose che ci hanno maggiormente colpito è l'implementazione nel gameplay delle luci dinamiche. Ci sono sltre feature tecniche che aumenteranno ulteriormente l'interazione e l'immersione di gioco?
RT: La rappresentazione grafica è molto importante per noi. Cerchiamo sempre di rappresentare visivamente qualsiasi azione a schermo e non vogliamo che The Secret World obblighi i giocatori a guardare costantemente la UI per sapere quello che sta succedendo. Ad esempio quando incotrerete un nemico, dato che non ci sono i livelli, non saprete a cosa starete andando incontro grazie ad un indicatore vicino alla sua barra della vita, ma magari riconoscerete quanto è ostile dallo stesso modello poligonale che lo rappresenta, se è particolarmente agile o se riesce a sostenere un'elevata quantità di danno o ha delle immunità particolari. Parlando di feature strettamente tecniche, ne abbiamo molte in serbo oltre all'illuminazione, ma è importante per me ribadire che il cuore del gioco non sarà la grafica, ma la storia e l'immedesimazione dei giocatori.

EE: passando proprio alla storia, ci puoi dare qualche indizio su cos'è esattamente questa Oscurità che le tre organizzazione segrete dovranno affrontare insieme?
RT: Le tre fazioni saranno alleate nel combattere la crescente mnaccia dell'Oscurità. Se avete visto l'ultimo trailer che abbiamo rilasciato capirete che l'OScurità è qualcosa che sta venendo risvegliata e che strisciando sottoterra ingiotterà il mondo intero se qualcuno non la fermerà.

EE: Come avete intenzione di supportare il gioco dopo l'uscita?
RT: Al più presto possibile dopo il lancio aggiungeremo nuovi contenuti e abbiamo davvero delle grosse novità in programma. Dopo l'uscita nei negozi in Aprile 2012 aggiugneremo subito nuove locazioni, nuove feature del gameplay, nuove abilità e molto altro ancora in tempi molto brevi.

EE: Ci sarà un abbonamento mensile da pagare?
RT: Ancora non possiamo annunciare alcun tipo di business model, sfortunatamente.

The Secret World Ringraziamo Ragnar Tørnquist per la sua disponibilità e per le informazioni davvero interessanti riguardo a uno dei candidati possibili per definire un'evoluzione nel panorama degli MMORPG, atesa ormai da anni. Ricordiamo che le iscrizioni alla closed beta del gioco sono appena state aperte tramite il sito ufficiale e che questa partirà nei mesi a venire. Non stiamo veramente nella pelle per provare con mano il titolo che si prospetta già ora davvero innovativo, anche se dovremo attendere una prova diretta per conferamre quanto di buono abbiamo potuto visionare a Colonia.

Che voto dai a: The Secret World

Media Voto Utenti
Voti totali: 33
5.5
nd