Intervista World of Warcraft - Patch 4.3

A quattr'occhi con il Lead Designer Blizzard per la nuova patch di WoW!

intervista World of Warcraft - Patch 4.3
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
Andrea Schwendimann Andrea Schwendimann nasce smontando un 486DX e divorando qualsiasi videogame da allora in avanti. Non ha resistito a nessuna piattaforma, appassionandosi a qualsiasi genere, pur prediligendo gli FPS, gli action-adventure, gli RPG e l'hardware da gaming in ogni declinazione. Lo trovate su Facebook, su Steam e su Google Plus.

Il cataclismico scontro che riscriverà le sorti di Azeroth è alle porte. Ormai manca pochissimo alla patch 4.3, che includerà la nuova raid instance tutta incentrata su Deathwing, in origine Neltharion, il drago corrotto che permise a Sargeras di portare la Burning Legion su Azeroth e che quasi riuscì a liberare i tre Old God rimanenti tramite l'uso di un potente artefatto: la Dragon Soul, corrotta dal suo stesso potere nella Demon Soul. Padre di Onyxia e Nefarian, Deathwing ha rotto il silenzio incrinando il pilastro della terra in Deepholm ed è finalmente giunta l'ora di scoprire quali sono i suoi piani, grazie ad un'intervista esclusiva a Scott Mercer, Lead Encounter Designer di World of Warcraft.

Q&A

Everyeye: Ciao Scott! Benvenuto a questa intervista per i lettori di Everyeye.
Scott Mercer: E' un piacere!

EE: Una domanda generale per riscaldarci: siamo giunti quasi alla fine di questa espansione di World of Warcraft. Guardando indietro avreste fatto alcune cose diversamente o è andato tutto come previsto?
SM: Qui in Blizzard siamo molto retrospettivi, prendiamo sul serio tutte le critiche che ci vengono mosse. Scendendo nello specifico, è difficile puntare il dito su una cosa in particolare ma diamo sempre ascolto a tutti feedback che ci arrivano. Lunedì mattina è un momento davvero interessante in ufficio perchè siamo sempre lì a discutere su quello che abbiamo visionato nel week-end e i commenti si sprecano. Qualcuno è stato ownato brutalmente in PvP, qualcun altro comincia a lamentarsi di un boss troppo punitivo; ci evolviamo costantemente anche noi e guardiamo sempre a possibili migliorie da fare.

EE: Ma quindi puoi farci un esempio pratico riguardo a Cataclysm?
SM: (pausa di silenzio) E' un pò dura per me dato che sono il responsabile dei dungeon e dei raid, ma pensandoci bene credo che con le Deadmines abbiamo decisamente esagerato. Ci abbiamo messo dentro talmente tanta roba in quel dungeon che alla fine è risultato decisamente troppo lungo. Abbiamo arginato il problema durante l'espansione, ad esempio togliendo dei trashmob. Ma entrambi quei dungeon (Deadmines e Shadowfang Keep - NdR) sono venuti più lunghi di quello che avremmo voluto e per questo siamo tornati ad una struttura simile a tre vie (come per i tre Heroic di Icecrown Citadel - NdR).

EE: Parlando nello specifico della patch 4.3, la Transmogrification (l'abilità di spostare le statistiche di un oggetto su un altro per sfruttarne la grafica - NdR) è qualcosa che i giocatori hanno sempre voluto perchè aumenta la creatività e la varietà del mondo di gioco in maniera significativa. Vedremo per caso altre feature così richieste dalla community, come il poter ricolorare l'equipaggiamento o più opzioni nel character editor?
SM: E' difficile sapere cosa ci serberà il futuro, ma abbiamo certamente un sacco di idee per la testa. Ma comunque si, alcune di quelle cose vengono valutate continuamente dal nostro team di sviluppo, anche perchè quando qualcosa viene chiesta così insistentemente da così tante eprsone allora sentiamo che è quella giusta da implementare in una patch o in un'espansione.

EE: Riguardo al raid finder, rispetto ad un dungeon condurre un raid è ben altra questione. Ci puoi dire quali saranno gli strumenti a disposizione di un raid leader che garantiranno una buona esperienza ai 25 giocatori che deve gestire? A parte il solito kick ovviamente...
SM: Ce ne sono una serie. Innanzitutto vogliamo che il raid finder sia molto semplice da usare per tutti, proprio come lo è il dungeon finder. Quindi una volta che entriamo in un raid organizzato tramite questo tool, avremo già un buon bilanciamento in equip e classi che evita qualsiasi tipo di problema. In seguito i raid iniziati tramite il finder saranno di difficoltà inferiore rispetto a quelli iniziati con un gruppo fisso. Abbiamo introdotto questa differenza perchè vogliamo che tutti i giocatori sperimentino i contenuti raid, senza dover affrontare troppi wipe. Infine, data l'eterogeneità del gruppo, abbiamo fatto in modo che sia molto facile trovare un rimpiazzo nel caso in cui qualcuno se ne debba andare: sarà solo questione di attimi prima di poter continuare. Quindi in definitiva le persone entraranno molto facilmente e una volta dentro potranno scoprire tutti i contenuti senza troppi stress. Per questo abbiamo creato un Tier di equipaggiamento apposito, inferiore in qualità a quello dei raid normali che però darà sicuramente la possibilità a tutti di avere più chance per essere reclutati in una raid-guild.

EE: Quindi otterremo oggetti differenti dai raid iniziati col finder?
SM: No. Gli oggetti saranno gli stessi ma abbasseremo semplicemente l'itemlevel.

EE: Come funzioneranno i lockout per chi sfrutta il raid finder (quando si sconfigge un boss in una raid instance, quel boss per quel giocatore non spawnerà più per una settimana a causa del lockout - NdR)?
SM: Praticamente abbiamo eliminato i lockout per questo tipo di raid e i giocatori potranno ripetere l'esperienza quante volte vorranno. Abbiamo però eliminato anche altre cose da questo tipo di raid, come ad esempio la possibilità di completare le quest leggendarie e molti achievement che rimarranno esclusiva dei giocatori più esperti.

EE: Ci puoi dare qualche indizio sul World Event che precederà il lancio della patch 4.3?
SM: Certo. Ci saranno tre dungeon che rilasceremo insieme alla raid instance, più Dragon's Hall che conterrà l'encounter finale. Questi tre dungeon più piccoli racconteranno una storia epica, che introduce gli eventi poi narrati in Dragon's Hall. Vedrete gli Aspetti (le quattro rimanenti Dragonflight - NdR) discutere su come sconfiggere Deathwing e arriveranno alla conclusione di dover tornare indietro nel tempo per recuperare la Dragon Soul incorrotta e usarla contro di lui. Quindi i giocatori torneranno al Well of Eternity per portare a compimento il piano e una volta tornati al rpesente la dovranno usare al Wyrmrest Temple: e sarà qui che inizierà il raid. Deathwing attaccherà con tutta la sua potenza e cercherà di distruggere tutti gli altri Aspetti insieme all'unica cosa esistente che può fermarlo. I giocatori vedranno quindi sul campo tutte le forze di Deathwing, come il Twilight Hammer, gli elementali e la Twilight Dragonflight e i giocatori dovranno contenerle mentre gli Aspetti completano il caricamento della Dragon Soul che, una volta scagliata contro Deathwing, lo indebolirà rispedendolo verso il Maelstrom. E ovviamente i giocatori lo seguiranno.

EE: Quindi non vedremo una nuova fazione con relativa reputazione?
SM: No.

EE: Quanti boss ci saranno nei dungeon e nel nuovo raid?
SM: I dungeon saranno Heroic Only come Zul'Gurub e nella prima ala ce ne saranno in tutto cinque, ma quattro di essi saranno casuali, quindi un gruppo ne svolgerà solo tre in totale. Ce ne saranno poi tre nella seconda ala -il Well of Eternity- e altri tre nell'ultima -Hour of Twilight. Nel raid invece ce ne saranno 8 in totale.

EE: Vedremo scontri heroic-only come Sinestra?
SM: No. Deathwing sarà affrontabile sia nella versione Normal che in quella Heroic.

EE: Ci son state molte discussioni circa il livello di difficoltà delle raid instance di questa espansione. All'inizio sembravano davvero insormontabili, una scelta molto ben accetta da tutti data la brutta esperienza di WotlK. Come avete deciso di calibrare la difficoltà per questo nuovo raid?
SM: E' molto difficile parlare di difficoltà in termini concreti prima di una PTR (un beta test pubblico - NdR), anche perchè la skill delle raiding guild varia davvero moltissimo. Parlando delle migliori al mondo ci aspettiamo che battano tutti i boss entro breve tempo, ma solo perchè sono davvero competitive. Non possiamo basarci solo sul loro feedback perchè altrimenti pochissimi giocherebbero i nuovi contenuti. Per i raid Normal vogliamo comunque che ci sia un certo livello di sfida, mentre è con gli Heroic che spingiamo al limite le loro meccaniche, introducendone anche di esclusive per questa modalità. Quindi in sostanza se una gilda qualsiasi affronta sia i dungeon Normal che i dungeon Heroic, troverà sicuramente un livello di sfida adeguato alle sue capacità.

EE: Puoi svelarci qualche meccanica nuova che avete introdotto in Dragon's Hall?
SM: Certo. La prima volta che combatterete contro Deathwing, combatterete sul suo dorso. Come ho detto quando la Dragon Soul colpirà Deathwing, lui fuggirà verso il Maelstrom e il raid dovrà inseguirlo e a un certo punto dovrete paracadutarvi sul suo dorso. Deathwing si accorgerà subito dell'intrusione e cercherà di sbilancarvi per togliervi di lì, ad esempio avvitandosi su sè stesso.

EE: Ma quindi sarà come il "Boat encounter" di Icecrown Citadel? (risata)
SM: (ride) Beh se intendete che il "Boat encounter" era davvero divertente allora si! Lo sarà! Ma scendendo nel dettaglio questo fight sarà più dinamico: quando vi paracaduterete per la prima volta non avrete molto spazio in cui stare. Man mano che lo ferirete potrete posizionarvi su altre piastre di Adamantium (che ricoprono il suo corpo - NdR) che man mano esporrete. Potrete quindi kitare alcune creature con più facilita, mentre affronterete altri nuovi attacchi. Quindi come scontro riprende certamente il Gunship di Icecrown Citadel, ma lo porta ad un livello di gameplay decisamente più profondo.

EE: Qual'è il tuo boss preferito di tutti i tempi?
SM: Sicuramente il nuovo Ragnaros. Conosco di persona i designer che hanno creato il Ragnaros originale e sono particolarmente fiero della nuova versione perchè ci abbiamo lavorato veramente tanto tempo. Ma ovviamente ora abbiamo molte più meccaniche di gioco a nostra disposizione rispetto a vanilla WoW (il WoW pre-espansioni). Quando disegnamo un boss, introduciamo infatti molti più movimenti per i giocatori durante il fight, creiamo abilità da contrastare con spell specifiche, possiamo usare effetti grafici e visuali molto più sfarzosi ed epici, insomma: la tecnologia a disposizione e la nostra esperienza sono maturati tantissimo nel tempo.

EE: Ci sarà un nuovo equip Leggendario, o nuove mount uniche in Dragon's Hall?
SM: Si. Ci sarà sicuramente un nuovo Leggendario nel raid di Deathwing e sarà un coppia di Dagger per i Rogue e per ottenrele dovrete lootare un pezzo di Elementium dal suo corpo per completarle. Ci sarà anche una nuova mount che potrete ottenere, ovvero un drago in stile Alextrasza (davvero bello grosso! NdR).

EE: Bene il nostro tempo purtroppo è scaduto. Grazie mille per questa intervista Scott e... alla prossima!
SM: Grazie a voi!

World of Warcraft: Cataclysm La nuova patch 4.3 per World of Warcraft promette di riscrivere per sempre la storia di Azeroth con lo scontro tra i nostri eroi e l'immenso Deathwing, uno dei personaggi chiave dell'intera saga, come Illidan e il Lich King prima di lui. Alle nostre insistenti domande sul futuro di WoW -insomma qui di cattivoni ne sono già morti parecchi- Scott purtroppo non ha potuto rispondere, ma siamo sicuri che al prossimo Blizzcon ne sentiremo delle belle. Ringraziamo infine ancora Scott per la sua disponibilità e la simpatia mostrata nel rispondere alle nostre accanite domande!