Destiny 2: Cala La Notte Oggi alle ore 21:00

Affrontiamo il Cala la Notte di Destiny 2!

Assetto Corsa - Versione Console

Assetto Corsa, il simulatore più radicale del momento sta finalmente per arrivare anche su PlayStation 4 e Xbox One. Ecco il resoconto di una giornata passata a bordo pista, ma dentro al gioco!

Assetto Corsa Versione Console

Videoanteprima
Assetto Corsa Versione Console
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Francesco Serino Francesco Serino ha videogiocato tanto e a tutto, posseduto due diversi Tamagotchi e abbandonato un Furby in autostrada. Mentre cresceva i pixel rimpicciolivano, mentre leggeva ha iniziato a scrivere. E ora eccolo qua, dopo un salto nello spaziotempo atterra su Everyeye, ma già da tempo è su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Mentre visitavo Vallelunga, camminavo per gli uffici di Kunos Simulazioni, guidavo bolidi (reali e virtuali) e scambiavo amorevoli chiacchiere con i membri del team e con i colleghi provenienti da tutto il mondo, nella mia testa prendeva forma un unico pensiero: Assetto Corsa non è soltanto un bel gioco. Prima di tutto, il simulatore tutto italiano che ha mandato in visibilio gli appassionati di Racing, è infatt una bellissima storia da raccontare.

Vallelunga '16

Il miracolo che si è compiuto a pochi chilometri da Roma è di quelli che in Italia non si vedono tanto spesso. Sappiamo tutti quanto sia diventato difficile sviluppare giochi di guida originali: o lavori in qualche modo sul contorno, oppure l'unica cosa che puoi scegliere è quanto realismo mettere nel tuo prodotto. Eppure Assetto Corsa riesce comunque ad essere fuori dagli schemi, grazie a un background che non ha eguali nella storia dei videogiochi. Volete un esempio? Siamo abituati a team di sviluppo costantemente in pista, ma non avevamo mai visto un team di sviluppo che ha la sua base operativa all'interno della pista stessa. Il quartier generale di Kunos Simulazioni si estende, umile e un po' ministeriale nell'aspetto, proprio tra le strutture interne che donano un po' di verticalità al circuito di Vallelunga, una lingua d'asfalto che si avviluppa tecnica tra curve, curvoni, rettilinei e passione. Tra bolidi che sfrecciano a quasi trecento chilometri orari e corsi di guida sicura, i nostri hanno dapprima iniziato sviluppando software professionale dedicato al mondo delle corse, per poi successivamente esplorare sempre di più l'aspetto più ludico della faccenda. Questa nuova passione gli ha permesso di realizzare un progetto assolutamente folle come netKar Pro, titoli di nicchia come Marangoni Hillclimb Simulator (mai sentito e giocato, ma ora ne ho una voglia pazzesca!) e simulatori in partnership come Ferrari Academy e Trofeo Abarth 500. Da una collaborazione svanita nel nulla con ACI (quando hai a che fare con enti pubblici...), nasce invece questo Assetto Corsa: gioco virale, sanguigno, sviluppato essenzialmente da tre persone (due italiani e un greco) e un'altra mezza dozzina in outsourcing. Assetto Corsa è già una star per gli appassionati di simulatori, Kunos ha già vinto la sua scommessa; ma ora, grazie all'indispensabile aiuto di un'altra realtà italiana, i 505 Games, si prepara al grande salto verso il mondo console, che è poi dove rischi di fare anche il salto di qualità. PlayStation4 e Xbox One, console spesso fin troppo criticate, potranno disporre per la prima volta nella storia di non uno, ma ben due simulatori puri, di quelli che fino a pochi mesi poteva permettersi solo un Pc degno di questo nome. Il primo gioco a rompere il ghiaccio è stato solo pochi mesi fa l'apprezzato Project Cars, ma con Assetto Corsa, la concentrazione di realismo è ancora più alta, ancora più esclusiva... se tutto andrà secondo i piani.

Mescole Energetica

L'evento di Vallelunga è stato molto interessante per diversi motivi: ci è stato permesso di provare il gioco nella sua ultimissima versione su schermo millepollici e postazione racing da mille e una notte, e ci è stato permesso di farlo prima e dopo aver guidato, questa volta davvero, su uno dei bolidi messi a disposizione.

Cosa tutt'altro che secondaria, visto che il circuito di Vallelunga è disponibile anche all'interno di Assetto Corsa. Questo ci ha permesso di fare un confronto tra realtà e simulazione di rarissima precisione, e che ha confermato ancora una volta che il gioco Kunos Simulazioni ha davvero la proverbiale marcia in più, anche su console (dopo cinque giri sulla Vallelunga reale, affiancato da un pilota professionista che elargiva consigli su punti di corda e di frenata, ho quasi dimezzato quelli fatti registrare nel circuito digitale!). Non abbiate paura di ritrovarvi davanti a una versione castrata del gioco Pc: ciò che rende davvero speciale Assetto Corsa, ovvero la sua fisica estremamente realistica, non ha subito modifiche, ed è al 100% fedele a quanto è possibile sperimentare sull'unica versione fino ad oggi in commercio. Come forse saprete, Assetto Corsa è una bestia rara: chiede tanto in precisione e impegno, ma sa anche dare sensazioni assolutamente straordinarie. La versione console include anche tutte le espansioni già disponibili su Pc, per un pacchetto finale alquanto appetitoso, anche se ben lungi dal proporre la ricchezza di contenuti di un Forza o un Gran Turismo. Ma non è questo il punto, se cercate duecento macchine e centinaia di tracciati realizzati più o meno bene, forse Assetto Corsa non è il gioco per voi. Non è un problema di soldi (ne servono tantissimi per acquistare nuove licenze) e nemmeno di grandezza del team di sviluppo: Assetto Corsa deve infatti vedersela prima di tutto con il suo ossessivo perfezionismo.

Automodellista

Penserete di aver già visto il più realistico circuito virtuale mai creato, ma se non avete giocato ad Assetto Corsa state probabilmente prendendo un granchio (forse solo iRacing può rivaleggiare). La tecnologia laser utilizzata da Kunos Simulazioni per ricreare i diversi circuiti presenti è infatti precisa al millimetro, e talmente costosa che i dati elaborati dalla software house romana vengono rivenduti a diversi racing team, anche della prestigiosa Formula1.

A guardare l'attrezzatura utilizzata, una spaventosa telecamera da cento occhi posizionata sul tetto di una macchina, non sembra poi tanto dissimile da quella che utilizza Google per fotografare le nostre città per il suo Maps, ma qui la tecnologia in gioco è di ben altro calibro, ed è capace di carpire in tempo reale anche la più piccola variazione nel manto stradale. Il frutto di questa costosa scelta, più che nella riproduzione di Vallelunga si percepisce e si apprezza all'inverosimile nel classico e intramontabile Nürburgring, un circuito che vive proprio grazie alle sue mille e più sfumature, fatte di continui saliscendi e notevoli quanto imprevedibili dislivelli nell'asfalto. Stessa cura, ma una diversa tecnologia, è stata messa nella ricostruzione delle oltre novanta vetture presenti, alcune di queste non disponibili ancora su Pc, come la Ferrari FXX K che sarà anche sulla copertina del gioco, la Fiat Abarth 595 SS e la Corvette C7 di cui già si vociferava da tempo. Se l'aspetto simulativo del gioco è rimasto intatto, graficamente su console si è dovuti necessariamente scendere a compromessi. Al momento il gioco è visualizzato a 1080p e viaggia a 60 frame al secondo "dinamici", in grado di cambiare a seconda dei casi, ma in modo quasi del tutto indolore per il giocatore. Ma gli sviluppatori puntano ancora ai 60 puri. La splendida grafica vista su Pc emerge anche dalla versione PlayStation4 da noi provata, che non ha mai perso colpi nemmeno nelle gare più caotiche. Non splende come su Pc, ma il risultato raggiunto è per certi versi inaspettato. L'unico problema è l'aliasing, al momento ancora molto pronunciato al punto da distrarre a volte dalla guida. Immagine più pulita o una maggiore fluidità? Personalmente spero che protendano verso la prima opzione.

Assetto Corsa La fisica sembra esserci proprio tutta, inclusa l'elaborata simulazione degli pneumatici, la grafica però presenta qualche sbavatura di troppo, ma che può essere ancora corretta. Al di là del risultato finale, che scopriremo in agosto, Assetto Corsa su console è già di per sé un evento. Senza nulla togliere a Gran Turismo e Forza, di simulatori così puri, su console, non ce ne sono mai stati. Lo sforzo poi c'è, e si vede: per questo porting è stata costruita una nuova interfaccia grafica, il netcode è stato completamente riscritto (ironicamente potrebbe funzionare meglio che su Pc) e in generale tutto già sembrava funzionare estremamente bene, ma forse, il Thrustmaster T300 Ferrari Integral da 280 Euro che stringevamo tra le mani ha aiutato un pochettino.

Che voto dai a: Assetto Corsa

Media Voto Utenti
Voti totali: 36
8
nd