Provati due nuovi livelli di Deus Ex Mankind Divided!

Siamo tornati a provare Deus Ex Mankind Divided, scoprendo un titolo profondo e in grado di trattare tematiche decisamente interessanti.

Deus Ex Mankind Divided

Videoanteprima
Deus Ex Mankind Divided
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One

Poco meno di due mesi fa vi avevamo offerto un'ampia panoramica su Deus Ex Mankind Divided, ultimo capitolo della fortunata saga Square Enix in arrivo sulle maggiori piattaforme il prossimo 23 agosto. Desiderosi di scavare più a fondo nelle meccaniche di gioco ci siamo recati negli uffici di Koch Media a Milano per una lunga e approfondita sessione di gameplay in compagnia degli sviluppatori, dove abbiamo passato un intero pomeriggio con la nuova avventura di Adam Jensen. Le nostre prime impressioni? Ottime, anche se qualche piccolo difetto ancora persiste.

Il futuro è cyborg

La storia di Deus Ex Mankind Divided riprenderà due anni dopo la conclusione di Deus Ex Human Revolution, nel 2029 più precisamente. Il mondo sarà a questo punto spaccato letteralmente in due; da una parte troveremo una fazione pronta ad accettare innesti cibernetici sul corpo umano, mentre dall'altra integralisti convinti che ogni modifica non naturale debba essere evitata,e che la "augmented" vada repressa con tutte le forze. La situazione politica e quella militare non sono quindi delle più rosee e focolai di rivolta esplodono continuamente in ogni parte del mondo. Ad alzare ulteriormente il livello di tensione ci si mettono anche dei gruppi terroristici organizzati, nati dopo un'apartheid resasi necessaria quando un virus ha completamente mandato fuori controllo tutti gli innesti robotici, causando oltre 50 milioni di vittime umane. Adam Jensen si troverà coinvolto in una guerra su scala globale e dovrà fare affidamento a tutte le sue doti investigative per venire a capo di una trama che, ad ogni passo, si fa sempre più intricata ed interessante. Come sempre il dinamismo del racconto sarà uno degli elementi di spicco di Deus Ex. La narrazione, che segue un'evoluzione non lineare, muta e si piega di fronte alle scelte del giocatore, libero di trovare la soluzione alle situazioni proposte nel modo che ritiene più opportuno. Questa si riflette anche sul gameplay: che ci si voglia dedicare ad azioni stealth per limitare al massimo le vittime o avanzare facendo terra bruciata accanto a noi, il titolo troverà sempre il modo di far progredire il giocatore, lasciandogli una libertà e un controllo davvero eccellenti. Tornano in Mankind Divided tutti gli elementi chiave di Human Revolution, dalla risoluzione di semplici enigmi ambientali, passando ovviamente per dialoghi articolati a risposta multipla fino ad arrivare a mini giochi per l'hacking, che non solo vi serviranno per sbloccare porte o recuperare oggetti rari e preziosi, ma altresì per entrare in possesso di informazioni aggiuntive sulla missione, che potrebbero addirittura cambiare intere linee di dialogo od offrirvi ulteriori risposte a quelle già previste.

Ci troveremo quindi immersi in un ecosistema vivo e credibile, che rende questo Mankind Divided un vero gioiellino sia per gli amanti dell'esplorazione, così come per i completisti che potranno passare ore e ore in ogni singola zona alla ricerca di tutti i risvolti più impensabili della trama. È un sistema che abbiamo particolarmente apprezzato, scoprendo spesso storie secondarie capaci di regalare spessore ad ogni singolo personaggio a schermo, cosa che spesso i titoli così vasti si dimenticano di fare.

Tra azione e stealth

Il dialogo non sarà, ovviamente, l'unica arma a nostra disposizione, ma gli innesti installati all'interno del nostro corpo ci permetteranno di avvalerci di vantaggi incredibili nell'esplorazione. Filtri nei polmoni ci garantiranno la possibilità di respirare aria contaminata, e uno speciale sistema di riflessione della luce sarà addirittura in grado di renderci invisibili per passare inosservati davanti alle guardie.

Se quindi le fasi stealth si rivelano complesse e intricate, non poteva essere da meno l'approccio diretto ad armi spianate, che abbiamo trovato però forse ancora troppo lacunoso. La produzione vi permette di estrarre un fucile e abbattere ogni resistenza, ma è chiaro che non sia questo il suo obiettivo. Uccidendo npc e guardie il gioco, semplicemente, perde gran parte della sua magia e della sua profondità, e sebbene possa essere completato senza alcun problema, quantomeno per le missioni da noi affrontate, smarrisce quell'atmosfera incredibile che un approccio stealth invece riesce addirittura ad amplificare. L' intelligenza artificiale non ci è sembrata ancora sistemata a dovere e le lacune messe in evidenza erano piuttosto palesi. Fin troppo facile aggirare le truppe avversarie e colpirle di spalle, con i nemici che si limitano semplicemente a nascondersi e spararci da dietro le coperture. Ci è anche capitato di vedere soldati in esoscheletro concentrarsi a fare fuoco sul tavolino dietro cui ci nascondevamo anziché avvicinarsi ed obliterarci con pochi colpi. Difetti veniali indubbiamente, che però abbiamo visto ripetersi troppo spesso anche in passato e che difficilmente, secondo noi, troveranno soluzione nella versione completa. Tutto il sistema che sorregge il gameplay invece è stato rifinito e perfezionato, partendo ovviamente dalla gestione dei talenti di Adam e dalla modifica delle bocche da fuoco. Il nostro protagonista potrà fare affidamento su molteplici elementi per uscire dalle situazione più concitate, sfruttando i suoi moduli di hacking per disabilitare dalla distanza eventuali allarmi o telecamere e ovviamente facendo sfoggio di tutta una serie di nuovi aug per eliminare i nemici più velocemente. Tornano i takedown corpo a corpo, grazie ai quali stordire gli avversari o eliminarli in via permanente con le lame innestate nelle braccia di Adam, così come una gestione immutata delle coperture, funzionali quanto basta per permettere ai giocatori di sfruttarle a dovere. In tutto questo manca forse maggior fluidità, mancano passaggi veloci tra la telecamera in prima persona e le kill cam sulle uccisioni in corpo a corpo, per un'azione di gioco che potrebbe essere molto più veloce e con ritmi molto più frenetici rispetto a quanto proposto da Square-Enix. Il motore di gioco si muove con estrema efficacia su ps4, nonostante la mole poligonale e gli effetti a schermo siano decisamente eccellenti. Le ambientazioni cupe di Deus Ex tornano anche in questo nuovo capitolo, alternate però ad aree ad ampio respiro, per una varietà complessiva davvero eccellente.

Nella nostra lunga prova, e nei due livelli affrontati, si sono susseguiti cieli azzurri a centri abitati sovrappopolati lontani dalla luce del sole, per un risultato incredibile nel suo complesso e che, se ampliato nella versione finale del gioco, non potrà che lasciare a bocca aperta nuovi e vecchi fan della produzione.

Deus Ex Mankind Divided Deus Ex Mankind Divided è l’evoluzione naturale di Humar Revolution e porta in dote tantissime migliorie sia dal punto di vista tecnico che del gameplay. Ad impressionarci più di tutto è stata la cura e la profondità della narrazione, elemento che riesce ad avvolgere completamente il giocatore e a farlo sentire parte di un mondo vivo e carico di mille sfaccettature. Per quanto visto siamo di fronte a un racconto cyberpunk di altissimo livello, che speriamo riesca ad esplodere ulteriormente durante l’avventura. Oltre alla trama principale interessante e dai temi importanti, vive tutto un sottobosco di npc ottimamente caratterizzati, ognuno con la propria storia, magari ininfluenti nel contesto principale ma indispensabili per rendere questa nuova avventura completa da ogni punto di vista. La libertà di approccio è infine la vera e propria ciliegina sulla torta: il futuro del mondo sarà letteralmente nelle vostre mani. Peccato per qualche difetto dell'intelligenza artificiale, che ancora non interpreta al meglio tutte le situazioni, e per il poco fascino di un approccio diretto: con un po'più di lavoro sui ritmi di gioco, Mankind Divided avrebbe potuto accontentare anche i fan di un'azione più incalzante.

Che voto dai a: Deus Ex Mankind Divided

Media Voto Utenti
Voti totali: 72
7.8
nd