Provato F1 2015

Un primo assaggio dell'annuale giro nel Circus secondo Codemasters, caratterizzato questa volta dal salto definitivo nella corrente generazione. Gli upgrade grafici tuttavia non sono tutto, e l'edizione 2015 potrebbe riservare altre sorprese.

provato F1 2015
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Andrea Porta Andrea Porta è un fanatico, divoratore (e occasionalmente critico) di videogame, serie TV, cinema, letteratura sci-fi e fantasy, progressive rock, comics, birre belga, rolling tobacco e molto altro ancora. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Durante il Level Up 2015 di Bandai Namco tenutosi recentemente a Milano, abbiamo avuto modo di mettere le mani per la prima volta su F1 2015, nuovo capitolo della saga Codemasters dedicata alla Formula 1 in arrivo il prossimo giugno, esclusivamente su PC e console di corrente generazione. A nostra disposizione abbiamo trovato una versione personal computer invero molto provvisoria, volta più a svelare le capacità del nuovo engine grafico che a valutare aspetti invece più strettamente legati al gameplay. Nonostante infatti l'engine Ego 3 facesse bella mostra di sé, le livree erano dichiaratamente quelle dello scorso anno, e la modalità a disposizione una soltanto, ossia una gara rapida presso il Marina Bay Street Circuit di Singapore, naturalmente in notturna. Proprio quest'ultimo elemento, unitamente alla possibilità di intervenire senza problemi sulle condizioni climatiche, ci ha permesso di vedere all'opera i molti aggiornamenti grafici che accompagneranno l'edizione di quest'anno, finalmente pronta a sbarcare sulla corrente generazione.

RIFLESSI A 300 KMH

Se la versione 2014 ha lasciato molto stupiti i fan, in quanto testardamente ancorata alla vecchia generazione, con il nuovo anno Codemasters ha finalmente deciso di fare il grande passo, tagliare i cordoni con PS3 e Xbox 360 e riferirsi unicamente alle nuove macchine di Sony e Microsoft. Un'evoluzione che ha richiesto l'adozione di un engine grafico completamente nuovo, ribattezzato Ego 3. Tuttavia, gli sviluppatori non si sono fermati alla pura componente grafica, ritenendo opportuno sfruttare la fedeltà visiva aumentata per supportare una presentazione delle gare maggiormente legata a quella televisiva. Per quanto ci sia stato possibile osservare solo pochi elementi relativi a questa nuova direzione artistica, la direzione sembra quella giusta, una sorta di "broadcast TV" in grande stile, completo di grafiche originali e inquadrature perfettamente riprodotte. Per quanto F1 sia innanzitutto una serie dedicata alla pura guida, la Formula 1 è anche grande spettacolo, e quest'edizione 2015 sembra volervi restituire la giusta importanza. Purtroppo non ci è stato possibile osservare le animazioni dedicate al podio, le quali speriamo possano finalmente rivelarsi più ricche e complete degli inni nazionali, a lungo chiesti dai fan. Relativamente invece alla componente tecnica più pura, il Marina Bay Street Circuit si è presentato molto ricco di dettagli ed effettistica inediti rispetto allo scorso anno, per quanto in alcuni elementi del bordopista la base poligonale appaia ancora ancorata a standard non recentissimi. Dove invece si è lavorato evidentemente moltissimo, fattore peraltro confermato dal team di sviluppo in una successiva intervista, è sull'illuminazione e sui riflessi, ottenendo risultati effettivamente molto interessanti. La fedeltà visiva ne guadagna in maniera netta, e il lavoro sulle superfici riflettenti con calcolo in tempo reale ci è apparso davvero degno di nota. Naturalmente, anche texture e shader hanno ricevuto un trattamento, con l'alta definizione a rendere le immagini nettamente più pulite, in abbinamento a un filtro anti aliasing efficace. Tutto questo, perlomeno su PC, senza generare incertezze di alcun tipo sul frame rate, che ci è apparso assolutamente stabile e in grado di attestarsi su valori superiori ai 60 FPS. Da valutare, naturalmente, rimane come tutto questo upgrade grafico verrà restituito su console, e quanto i benefici visivi di cui sopra andranno ridimensionati per garantire una buona fluidità, la quale rimane indubbiamente una priorità assoluta per gli sviluppatori.

NON SOLO GRAFICA?

Per quanto la prova diretta non ci abbia permesso di approfondire più di tanto gli aspetti salienti del gameplay, se non un modello di guida che sembra recuperare in tutto e per tutto quello delle precedenti annate almeno dal punto di vista concettuale, abbiamo avuto modo di porre qualche domanda agli sviluppatori. Innanzitutto, abbiamo cercato di scoprire qualcosa di più sugli aggiornamenti all'IA avversaria, che naturalmente è stata fatta interesse di un lavoro piuttosto approfondito. In primis, gli sviluppatori si sono occupati della reattività, dando modo ai piloti virtuali di raccogliere più velocemente informazioni relativamente al comportamento del giocatore, e reagire di conseguenza. Parallelamente, hanno anche cercato di aumentare il numero di variabili e le contromosse che verranno messe in campo, naturalmente senza dimenticare una simulazione dei possibili "errori umani" che inevitabilmente possono presentarsi durante una gara. Il tutto per fornire ai giocatori una sfida non solo più realistica, ma anche maggiormente impegnativa ai livelli di difficoltà più elevati. Qualche curiosità abbiamo cercato di levarcela anche relativamente alle modalità di gioco, ma per il momento gli sviluppatori hanno semplicemente confermato quanto già sapevamo, ossia che alla stagione 2015 verrà affiancata - gratuitamente - anche quella 2014, così da accontentare i moltissimi utenti rimasti delusi per l'uscita del capitolo dello scorso anno solamente su console di vecchia generazione. Una feature completamente nuova di F1 2015, e disponibile solamente su console, saranno invece i comandi vocali, che permetteranno di gestire le strategie con i box semplicemente facendo richieste dirette al microfono. Anche in questo caso, non ci è stato possibile provare direttamente questa nuova funzione, e non possiamo che attendere un hands on su console.

F1 2015 Se l'upgrade grafico, al netto di una mole poligonale non sempre eccellente, sembra aver giovato davvero molto alla fedeltà visiva offerta da F1 2015, per un giudizio sui restanti comparti occorre ancora un po' di pazienza. Con la data di uscita fissata al prossimo giugno, sicuramente avremo presto modo di rimettere le mani sul gioco, di vedere le nuove livree e soprattutto di scoprire come il nuovo engine si comporti dal punto di vista della simulazione della fisica, che dovrebbe anch'essa ricevere diversi miglioramenti. Rimanete con noi per tutti i futuri aggiornamenti.