Provato Kopanito All-Stars Soccer

Grazie alla recente aggiunta della modalità multiplayer online, abbiamo voluto dedicare qualche ora a Kopanito All-Stars Soccer per PC.

provato Kopanito All-Stars Soccer
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
Alessandro Mazzega Alessandro Mazzega prende confidenza fin da tenera età con pad e tastiera e si appassiona rapidamente al mondo dei videogiochi, lavorando come giornalista sulle principali realtà online e occupandosi di sviluppo, attualmente in Forge Reply. Bassista fallito, ha ormai venduto lo strumento per passare dietro al microfono, sia per cantare che per condurre il podcast Gaming Effect. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

L'insieme degli italiani appassionati di videogiochi che al contempo non apprezzano il calcio è probabilmente abbastanza ridotto, ma anche questo sparuto gruppo di persone è a conoscenza dell'eterna rivalità tra FIFA e PES. Quest'anno, però, il classico dualismo è stato "alterato" dall'arrivo dell'edizione Revival dello storico Kick Off, anche se il nuovo lavoro di Dino Dini non sembra all'altezza del nome che porta. In questa situazione cerca di inserirsi anche Kopanito, un altro titolo che punta tutte le sue carte su un approccio arcade, ben differente dalle simulazioni di successo disponibili sul mercato. Grazie alla recente aggiunta della modalità online, abbiamo voluto dedicare qualche ora a Kopanito, scoprendo un prodotto appassionante anche per chi non ha mai seguito ne il calcio reale né quello digitale.

(Apparentemente) senza regole

Kopanito è in realtà disponibile su Steam già da parecchi mesi in formato Early Access. A differenza di altri prodotti che ne sfruttano la formula solo per cercare di iniziare a piazzare delle vendite ma non garantiscono un flusso di update costanti, Kopanito viene aggiornato periodicamente. Da un titolo acerbo, benché divertente, la versione attuale inizia davvero a convincere, soprattutto grazie all'introduzione di un'infrastruttura online non ancora perfetta ma promettente. Il gameplay di Kopanito riprende quello di alcuni titoli di calcio degli anni '90, tra i quali è impossibile non citare Soccer Brawl. Il motivo è presto detto: in campo non c'è alcun arbitro e le scorrettezze, in larga parte deputate ad entrate in scivolata assassine, sono invece uno degli elementi più importanti da sfruttare in partita. Una volta selezionati uno stadio e una squadra tra quelle disponibili inizialmente (le rimanenti vanno sbloccate giocando), si scende direttamente in campo. Lo stile visivo di Kopanito è molto particolare, decisamente caricaturale e con un'impronta che inizialmente lo accomuna a svariate produzioni mobile. In realtà ci si affeziona subito ai propri giocatori, caratterizzati molto bene anche in base alla nazionalità, e si apprezzano le animazioni estremizzate delle cadute dopo un intervento particolarmente duro. Il calcio d'inizio permette di prendere confidenza con i controlli, molto semplici da gestire soprattutto per chi ha un minimo di esperienza con la pletora di titoli sportivi disponili per PC e console. Due tasti per il passaggio (quello rasoterra e uno con più elevazione), ed uno per il tiro sono tutto ciò che serve per iniziare a far girare il pallone, puntando a raggiungere la porta avversaria.
Ci si rende conto quasi subito che la durata della pressione dei vari tasti fa la differenza, permettendo quindi di infilare passaggi millimetrici per il nostro attaccante che scatta sulla fascia, o traversoni dall'angolo che puntano al colpo di testa vincente in area. In quest'ottica il tiro è l'azione più complessa, in quanto può essere affidato all'IA, toccando rapidamente il pulsante, oppure eseguito personalmente, optando per il controllo di precisione e tenendo premuto il tasto per selezionare la forza da imprimere al pallone. In quest'ultimo caso il tempo si dilata, l'azione rallenta improvvisamente e una barra per mirare permette di provare a piazzare la sfera lontano dal portiere, con in più la possibilità di inserire effetti particolarmente insidiosi grazie ai due dorsali. Gli stessi controlli cambiano ovviamente scopo quando non si è in possesso del pallone, con la scivolata che rappresenta lo strumento principale per rubare la sfera all'avversario, e tentare salvataggi in extremis. A differenza dello storico Sensible Soccer, in Kopanito il pallone rimane ancorato ai piedi dei giocatori, elemento che semplifica il gameplay ma non lo mortifica affatto.

Il ritmo di gioco è sempre molto alto e i capovolgimenti di fronte sono rapidissimi, rendendo ogni azione appassionante. Dopo qualche partita ci si sentirà in grado di imbastire azioni incredibili, rubando palla a metà campo con un'entrata violentissima, recuperandola poi con un altro giocatore e portandola fino alla tre quarti. Con un filtrante si potrà lanciare un compagno sulla fascia per poi preparare un bel cross che finirà vicino alla traversa. A quel punto si potrà tentare un tiro al volo, così forte che ribalterà letteralmente il portiere, lasciando la porta vuota per un compagno che potrà spingere la palla in rete con una scivolata al momento giusto. Come se l'azione non fosse già abbastanza serrata, alla struttura ludica di Kopanito si aggiungono anche i power-up: sotto il simbolo di ognuna delle due squadre è infatti presente una barra, in pieno stile picchiaduro; tenendo palla, inventando soluzioni che portano al goal e generalmente giocando bene è possibile riempirla, ottenendo in questo modo un potenziamento da utilizzare a comando, semplicemente premendo a fondo il grilletto analogico sinistro del controller.

Colpi in pieno stile Inazuma Eleven, ventilatori che deviano la traiettoria di un tiro insidioso e magie glaciali che bloccano sul posto gli avversari sono solo alcuni dei trucchi da poter utilizzare al momento giusto, mettendo in difficoltà l'avversario e offrendo quindi l'opportunità per passare in vantaggio. Kopanito fonde insomma tantissimi elementi, in un mix folle ma molto riuscito, che ha l'obiettivo di divertire dal calcio inizio al fischio del novantesimo, con l'opportunità di giocare amichevoli, coppe e tante altre modalità. Se proprio si vogliono trovare dei difetti, l'infrastruttura online è ben congegnata ma appare ancora immatura e incline a pesante lag; inoltre i controlli non convincono ancora del tutto, in particolare il cambio manuale del giocatore attivo: alla pressione di un tasto si dovrebbe poter passare il controllo al proprio uomo più vicino alla palla, anche se tale switch non sempre avviene in tempi rapidissimi (e, oltretutto, a volte l'uomo che viene scelto automaticamente non è quello il migliore per bloccare l'avanzata avversaria). I difetti spariscono però di fronte ad una moltitudine di chicche, come la possibilità di far uscire improvvisamente il portiere in maniera davvero irruenta, o il manto erboso dei vari stadi che si consuma a forza di effettuare scivolate. O, ancora, la possibilità di generare il file GIF di una propria rete particolarmente riuscita, da condividere poi online.

Kopanito All-Stars Soccer Kopanito è il gioco di calcio arcade che mancava sulla scena attuale, e riesce a coinvolgere anche chi di uomini che corrono dietro ad un pallone non vuole proprio sentir parlare. Il gameplay è rapido ma ragionato, i controlli semplici ma in realtà profondi, l’aspetto visivo scanzonato ma molto riuscito: tutti elementi che concorrono nel formare un titolo già in grado di regalare tantissime partite di grande divertimento con gli amici (soprattutto se giocate in locale seduti tutti sullo stesso divano, visto che sono supportati fino a cinque giocatori). Chi invece preferisce giocare online, forse dovrebbe attendere ancora qualche aggiornamento, in modo da dare il tempo al team di ottimizzare il netcode.

Quanto attendi: Kopanito All-Stars Soccer

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 2
65%
nd