TGS 2014

Provato Monster Hunter 4 Ultimate

Provato nuovamente a Tokyo il novo capitolo della storica saga Capcom

provato Monster Hunter 4 Ultimate
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • 3DS
Andrea Porta Andrea Porta è un fanatico, divoratore (e occasionalmente critico) di videogame, serie TV, cinema, letteratura sci-fi e fantasy, progressive rock, comics, birre belga, rolling tobacco e molto altro ancora. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Oltre ad averci concesso il primo contatto con il New Nintendo 3DS, la visita allo stand Capcom presso il Tokyo Game Show 2014 ci ha permesso anche di mettere le mani su Monster Hunter 4G. Il gioco, lo ricordiamo, uscirà nei territori europei nel corso del 2015 con il nome di Monster Hunter Ultimate, e comprenderà (finalmente) sia l'originale Monster Hunter 4, mai uscito nei nostri territori, sia i contenuti aggiuntivi disponibili a breve in Giappone. La breve demo concessaci presso il TGS si è concentrata soprattutto sulle nuove aggiunte fornite dall'espansione, ma ci ha anche dato modo di comprendere meglio i confini del quarto capitolo della saga. Le direzioni in cui gli sviluppatori si sono mossi sembrano essere principalmente due: da una parte c'è la chiara volontà di rendere l'impatto iniziale più morbido rispetto al passato (per chi non conoscesse la serie, ricordiamo che si tratta di un gioco piuttosto complesso, e non certo facile da approcciare a scatola chiusa), dall'altra l'intenzione di rinnovare le fasi di scontro con le diverse prede, aggiungendo nuove possibilità per gli aspiranti cacciatori.

Nuova stagione di caccia

Una demo breve come quelle concesse durante le fiere non è certamente la maniera migliore per scoprire una produzione tanto vasta, ma i ragazzi di Capcom hanno fatto del loro meglio per guidarci alla scoperta della loro creatura. Innanzitutto, ci hanno spiegato come l'espansione 4G comprenda un certo numero di nuovi contenuti per il gioco, tra cui nuovi mostri da cacciare e relativi territori. Tra questi, per la gioia degli appassionati della saga di lungo corso, appaiono anche delle vecchie conoscenze, provenienti direttamente da capitoli precedenti. E proprio durante una caccia di prova abbiamo avuto modo di sperimentare una delle principali novità del nuovo capitolo, ideata al fine di rendere gli scontri più dinamici e spettacolari. Grazie all'aggiunta di appositi elementi dello scenario sopraelevati rispetto alla creatura che si sta cacciando, è ora infatti possibile saltare sulla groppa della bestia, correndo fino al ciglio di alcune rampe e saltando al momento giusto. Da questa posizione di vantaggio, sarà possibile colpire ripetutamente tramite i tasti X e Y, ma non pensate che questo renda le cose più facili rispetto al passato. Non appena avrete montato la bestia, infatti, comparirà in basso allo schermo principale una barra, che andrà a riempirsi man mano che la furia della creatura aumenterà. Arrivati al limite (e qui occorrerà imparare a conoscere le peculiarità di ogni preda) sarà bene dare un momento di tregua agli attacchi, a meno di volersi trovare a rotolare nella polvere in una posizione decisamente precaria. Nel complesso, la meccanica (attuabile solo ed esclusivamente con le creature più voluminose) ci è apparsa interessante e ben bilanciata: rimanere in groppa alla bestia non è facile, soprattutto quando si tratta di interpretare correttamente il giusto tempismo delle pause per non farsi sgroppare, ed effettivamente la dinamica rende gli scontri molto più spettacolari. Va anche detto che questa caratteristica dei combattimenti non sarà sempre sfruttabile, bensì solo quando la bestia di turno si troverà nella giusta posizione dello scenario, rendendo non sempre facile interpretare il giusto momento per tentare il salto, e scongiurando il rischio di farne una meccanica abusata.

Naturalmente, per supportare a dovere questa nuova soluzione e anche al fine di svecchiare il contesto, gli sviluppatori sono intervenuti anche sul level design, a vari livelli. Se le ambientazioni sottomarine non trovano più posto tra i terreni di caccia di Monster Hunter 4 Ultimate, al loro posto troviamo una generale revisione delle arene, ora nettamente più vaste e complesse dal punto di vista strutturale. A fare la differenza sono in particolare i dislivelli, con rampe naturali e zone affossate che rendono l'esplorazione, e l'attuazione di tattiche, molto più interessanti. Naturalmente, la nostra prova si è svolta in cooperativa online, dimostrando ancora una volta come questo sia assolutamente il modo migliore di godere della produzione: la messa in campo di attacchi da più fronti e in combinata genera momenti davvero soddisfacenti, impensabili quando si gioca in solitaria. Qualche novità l'abbiamo notata anche dal punto di vista dell'arsenale, riprovando le armi già testate all'E3 di quest'anno, ossia la spada-ascia, che può essere utilizzata come lama standard o come combinazione di accetta e scudo, e il bastone comanda insetti, che permette di indirizzare le fastidiose creature verso la preda di turno, con l'effetto di drenare la sua energia vitale. Anche quest'arma può essere utilizzata in una modalità secondaria, che la trasforma in un tradizionale oggetto contundente. Dal punto di vista grafico, la prova su New Nintendo 3DS ci ha dato buone impressioni: la maggiore potenza dell'hardware sembra gestire con più agilità il nuovo motore grafico e i livelli più grandi, anche se per avere ulteriori certezze attendiamo una prova fianco a fianco. Peraltro, l'ottimizzazione garantisce un frame rate stabile e la quasi totale assenza di pop up, nonostante gli orizzonti nettamente più vasti rispetto al passato.

Monster Hunter 4 Ultimate L'ulteriore prova diretta di Monster Hunter 4 Ultimate, questa volta effettuata sul nuovo hardware Nintendo, ha confermato la buona qualità del progetto. A fianco di fasi tutorial apparentemente meglio gestite, così da permettere l'accesso anche a coloro che non conoscano la serie, il gioco sembra avere moltissimo da offrire anche ai veterani, tra nuovi mostri da combattere, dinamiche di combattimento aggiornate e un aspetto grafico notevole. Ricordiamo che il gioco non ha ancora una data d'uscita ufficiale in Europa, ma è al momento fissato per un generico "inizio 2015". Solo prove (molto) più approfondite potranno effettivamente dirci quanto l'esperienza nel suo complesso sia consigliabile in termini contenutistici e di bilanciamento, rimanete con noi per tutti gli aggiornamenti.

Che voto dai a: Monster Hunter 4 Ultimate

Media Voto Utenti
Voti totali: 11
8.4
nd